Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

Chi o che cosa sono gli angeli?

La risposta della Bibbia

Gli angeli sono creature dotate di potere e capacità superiori a quelli degli esseri umani (2 Pietro 2:11). Vivono in cielo, o mondo spirituale, che rappresenta un livello di esistenza più elevato dell’universo fisico (1 Re 8:27; Giovanni 6:38). Per questo vengono anche chiamati spiriti (1 Re 22:21; Salmo 18:10).

Da dove vengono gli angeli?

Dio creò gli angeli tramite Gesù, definito nella Bibbia “il primogenito di tutta la creazione”. Descrivendo il modo in cui Dio lo impiegò nella creazione, la Bibbia dice: “Per mezzo di lui tutte le altre cose furono create nei cieli e sulla terra, le cose visibili e le cose invisibili”, inclusi gli angeli (Colossesi 1:13-17). Gli angeli non si sposano né hanno figli (Marco 12:25). Piuttosto, ciascuno di questi “figli del vero Dio” fu creato singolarmente (Giobbe 1:6).

La creazione degli angeli risale al lontano passato, prima ancora che esistesse la terra. Quando questa fu creata, infatti, gli angeli “[emisero] urla di applauso” (Giobbe 38:4-7).

Quanti sono gli angeli?

La Bibbia non ne menziona il numero specifico, ma fa capire che sono moltissimi. Per esempio, l’apostolo Giovanni ebbe una visione in cui scorse centinaia di milioni di angeli (Rivelazione [Apocalisse] 5:11, nota in calce).

Gli angeli hanno nomi propri e personalità distinte?

Sì. La Bibbia menziona il nome di due angeli: Michele e Gabriele (Daniele 12:1; Luca 1:26). * Altri angeli riconobbero di avere un nome ma non lo rivelarono (Genesi 32:29; Giudici 13:17, 18).

Gli angeli hanno personalità distinte e possono comunicare tra di loro (1 Corinti 13:1). Sono creature intelligenti, in grado di comporre espressioni di lode a Dio (Luca 2:13, 14). Inoltre sono liberi di scegliere tra il bene e il male, come risulta evidente dall’episodio in cui alcuni di loro peccarono unendosi a Satana il Diavolo nella sua ribellione contro Dio (Matteo 25:41; 2 Pietro 2:4).

Esistono diverse gerarchie angeliche?

Sì. L’angelo più potente e con maggiore autorità è Michele, l’arcangelo (Giuda 9; Rivelazione 12:7). I serafini sono angeli di rango elevato che si trovano vicino al trono di Geova (Isaia 6:2, 6). I cherubini formano un’altra categoria di angeli di alto rango con incarichi speciali. Ad esempio, protessero l’ingresso del giardino di Eden dopo che Adamo ed Eva furono espulsi (Genesi 3:23, 24).

Gli angeli ci possono aiutare?

Sì. Dio utilizza i suoi fedeli angeli per aiutare le persone.

  • Gli angeli sono impiegati da Dio per guidare i suoi servitori nella predicazione della buona notizia del Regno (Rivelazione 14:6, 7). Questo reca benefìci sia a chi predica sia a chi ascolta la buona notizia (Atti 8:26, 27).

  • Gli angeli contribuiscono a fare in modo che la congregazione cristiana non sia contaminata da persone malvage (Matteo 13:49).

  • Gli angeli guidano e proteggono coloro che sono fedeli a Dio (Salmo 34:7; 91:10, 11; Ebrei 1:7, 14).

  • Presto gli angeli recheranno sollievo all’umanità combattendo al fianco di Gesù per eliminare la malvagità (2 Tessalonicesi 1:6-8).

Ciascuno di noi ha il proprio angelo custode?

Il fatto che gli angeli si preoccupino del benessere spirituale dei servitori di Dio non significa necessariamente che Dio affidi ogni cristiano alle cure di un angelo custode (Matteo 18:10). * Gli angeli non proteggono i servitori di Dio da ogni prova o tentazione. La Bibbia indica che spesso Dio “farà [...] la via d’uscita” dalla prova dando alla persona la sapienza e la forza per sopportarla (1 Corinti 10:12, 13; Giacomo 1:2-5).

Idee errate sugli angeli

Idea errata: Tutti gli angeli sono buoni.

Realtà: La Bibbia parla di “malvage forze spirituali” e di “angeli che peccarono” (Efesini 6:12; 2 Pietro 2:4). Questi angeli malvagi sono i demoni, che si unirono a Satana nella ribellione contro Dio.

Idea errata: Gli angeli sono immortali.

Realtà: Gli angeli malvagi, incluso Satana il Diavolo, saranno distrutti (Giuda 6).

Idea errata: Quando moriamo diventiamo angeli.

Realtà: Gli angeli non sono esseri umani risuscitati; sono piuttosto una particolare creazione di Dio (Colossesi 1:16). Le persone che vengono risuscitate in cielo ricevono da Dio il dono dell’immortalità (1 Corinti 15:53, 54). Godranno così di una posizione più elevata degli angeli (1 Corinti 6:3).

Idea errata: Gli angeli esistono per servire gli esseri umani.

Realtà: Gli angeli ubbidiscono ai comandi di Dio, non ai nostri (Salmo 103:20, 21). Anche Gesù sapeva che per essere aiutato non doveva rivolgersi direttamente agli angeli ma a Dio (Matteo 26:53).

Idea errata: Possiamo pregare gli angeli per ricevere aiuto.

Realtà: Pregare Geova Dio è parte dell’adorazione che gli rendiamo (Rivelazione 19:10). Le nostre preghiere dovrebbero essere rivolte solo a lui, attraverso Gesù (Giovanni 14:6).

^ par. 10 In Isaia 14:12 certe traduzioni della Bibbia usano il termine “Lucifero”, ritenuto da alcuni il nome dell’angelo che divenne Satana il Diavolo. Tuttavia, la parola ebraica originale che ricorre in questo versetto significa “risplendente”. Dal contesto si capisce che questo termine non si riferisce a Satana, bensì alla dinastia di Babilonia, che Dio avrebbe umiliato a motivo della sua arroganza (Isaia 14:4, 13-20). L’espressione “risplendente” fu usata per deridere la dinastia babilonese dopo che fu rovesciata.

^ par. 21 Alcuni ritengono che l’episodio della liberazione di Pietro dalla prigione indichi che l’apostolo avesse un angelo custode (Atti 12:6-16). È vero che i discepoli riferendosi a Pietro parlarono del “suo angelo”; tuttavia potrebbero aver erroneamente immaginato che alla porta non ci fosse Pietro in persona ma un messaggero angelico a rappresentarlo.