Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Giobbe 38:1-41

38  E Geova rispondeva a Giobbe dal turbine+ e diceva:   “Chi è costui che oscura il consiglio Mediante parole senza conoscenza?+   Cingiti i lombi, suvvia, come un uomo robusto, E lascia che io ti interroghi, e tu informami.+   Dov’eri tu quando io fondai la terra?+ Dichiara[melo], se davvero conosci l’intendimento.   Chi ne dispose le misure, nel caso che tu lo sappia, O chi stese su di essa la corda per misurare?   In che cosa sono stati affondati i suoi piedistalli+ con incastro, O chi ne pose la pietra angolare,   Quando le stelle del mattino+ gridarono gioiosamente insieme, E tutti i figli di Dio*+ emettevano urla di applauso?   E [chi] barricò con porte* il mare,+ Che usciva come quando eruppe dal seno;   Quando misi la nuvola come sua* veste E fitta oscurità come sua fascia, 10  E ripartivo* su di esso il mio regolamento E ponevo sbarra e porte,+ 11  E dicevo: ‘Puoi venire fin qui, e non oltre;+ E qui è il limite delle tue orgogliose onde’?+ 12  È dai tuoi giorni in poi che hai comandato al mattino?+ Hai tu fatto conoscere all’aurora il suo luogo, 13  Per afferrare le estremità* della terra, Perché i malvagi* ne siano scossi?+ 14  Si trasforma come l’argilla+ sotto il sigillo, E le cose* prendono il loro posto come in una veste. 15  E [lontano] dai malvagi* la loro luce è trattenuta,+ E l’alto braccio stesso viene rotto.+ 16  Sei giunto alle sorgenti* del mare, O hai camminato+ in cerca delle acque dell’abisso?*+ 17  Ti sono state scoperte le porte della morte,+ O puoi vedere le porte della profonda ombra?*+ 18  Hai considerato con intelligenza gli ampi spazi della terra?+ Dichiara[lo], se sai tutto questo. 19  Dov’è, ora, la via [che porta] dove risiede la luce?+ In quanto alle tenebre, dov’è, ora, il loro luogo, 20  Perché tu le conduca alla loro linea di confine E comprenda i sentieri della loro casa? 21  Sei venuto a saperlo perché in quel tempo nascevi,+ E [perché] i tuoi giorni sono molti di numero? 22  Sei entrato nei depositi della neve,+ O vedi perfino i depositi della grandine,+ 23  Che io ho trattenuto per il tempo dell’angustia, Per il giorno del combattimento e della guerra?+ 24  Dov’è, ora, la via per cui si distribuisce la luce,* [E] si sparge il vento orientale+ per la terra? 25  Chi ha diviso un canale per l’inondazione E una via per la tonante nuvola di tempesta,+ 26  Per far piovere sul paese dove non c’è uomo,*+ [Sul] deserto in cui non c’è uomo terreno,* 27  Per saziare i luoghi colpiti dalla tempesta e desolati E per far spuntare il germoglio dell’erba?+ 28  Esiste un padre della pioggia,+ O chi ha generato le gocce di rugiada?+ 29  Dal ventre di chi esce effettivamente il ghiaccio, E in quanto alla brina+ del cielo, chi in realtà la genera? 30  Le medesime acque si tengono nascoste come mediante una pietra, E la superficie delle acque dell’abisso si fa compatta.+ 31  Puoi tu allacciare i legami della costellazione di Chima,* O puoi sciogliere le medesime corde della costellazione di Chesil?*+ 32  Puoi tu far uscire la costellazione di Mazzarot* al suo tempo fissato? E in quanto alla costellazione di As* insieme ai suoi figli, li puoi condurre? 33  Hai conosciuto gli statuti dei cieli,+ O potresti porre la sua autorità sulla terra? 34  Puoi tu alzare la voce fino alla nube, Perché una massa agitata d’acqua stessa ti copra?+ 35  Puoi mandare lampi perché vadano E ti dicano: ‘Eccoci!’? 36  Chi ha posto la sapienza+ negli strati delle nuvole,* O chi diede intendimento+ al fenomeno celeste?* 37  Chi può esattamente contare le nuvole con sapienza, O le giare d’acqua del cielo, chi [le] può rovesciare,+ 38  Quando la polvere si versa come in una massa fusa, E le zolle di terra stesse si attaccano insieme? 39  Puoi cacciare la preda per lo stesso leone E puoi saziare* il vorace appetito dei giovani leoni,+ 40  Quando si accovacciano nelle tane,+ [O] se ne stanno nel covo in agguato? 41  Chi prepara al corvo il suo alimento+ Quando i suoi propri piccoli invocano soccorso da Dio,* [Quando] continuano a errare perché non c’è nulla da mangiare?

Note in calce

“Figli di Dio”: o, “quelli simili a Dio”. Ebr. benèh ʼElohìm; T, “le schiere di angeli”; LXX, “i miei angeli”.
O, “doppie porte”, come in 2Cr 14:7.
Riferito al mare.
“Ripartivo”, M; LXX, “mettevo”.
Lett. “ali”.
“I malvagi”: qui nel M è stata inserita la lettera ebr. ʽàyin (ע), scritta più in alto delle altre, per indicare che la parola dovrebbe leggersi “malvagi” invece di “poveri”. Cfr. nt. a Gdc 18:30, “Mosè”.
Lett. “ed esse”.
Vedi nt. al v. 13, “malvagi”.
O, “al terreno sabbioso”.
O, “ondeggianti acque”. Vedi nt. a 28:14.
Lett. “ombra di morte”, M; LXX, “Ades”, cioè la comune tomba; T, “morte della Geenna”.
“Brina”, LXX.
“Uomo”: ebr. ʼish.
“Uomo terreno”: ebr. ʼadhàm. Vedi nt. a Ge 1:26, “uomo”.
Vedi nt. a 9:9, “Chima”.
Vedi nt. a 9:9, “Chesil”.
“La costellazione di Mazzarot”: ebr. Mazzaròhth; gr. Mazouròth (come in 2Re 23:5, dov’è tradotto “costellazioni dello zodiaco”); Sy, “la costellazione del Carro”; lat. luciferum, “il portatore di luce”.
Vedi nt. a 9:9, “As”.
“Negli strati delle nuvole”: ebr. battuchòhth; il significato è incerto.
“Al fenomeno celeste”: ebr. lassèkhwi; il significato è incerto, ma pare si riferisca a qualche tipo di fenomeno celeste.
Lett. “riempire”.
“Dio”: ebr. ʼEl.