Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

Perché dovreste pregare?

Perché dovreste pregare?

 Perché dovreste pregare?

“CHIEDETE e non ricevete, perché chiedete per uno scopo empio . . . Accostatevi a Dio, ed egli si accosterà a voi”. (Giacomo 4:3, 8) Queste parole di Giacomo, discepolo di Gesù, potrebbero spingerci a riflettere sui motivi per cui preghiamo.

La preghiera non è soltanto un modo per dire a Dio ciò di cui abbiamo bisogno. Nel famoso Sermone del Monte, Gesù disse: ‘Il Padre vostro sa quali cose vi occorrono prima che gliele chiediate’. Ma disse pure: “Continuate a chiedere, e vi sarà dato”. (Matteo 6:8; 7:7) Perciò Geova vuole che gli diciamo ciò di cui pensiamo di aver bisogno. Ma lo scopo della preghiera non si esaurisce in questo.

I veri amici non si parlano solo quando hanno bisogno di qualcosa. Si interessano l’uno dell’altro e la loro amicizia si rafforza quando esprimono i loro sentimenti. Allo stesso modo lo scopo della preghiera va ben oltre il chiedere le cose necessarie. Ci dà l’opportunità di rafforzare la nostra relazione con Geova esprimendogli la nostra sincera devozione.

Sì, Dio ci ha concesso il privilegio di pregarlo per farci avvicinare a lui. Questo può avvenire solo se gli esprimiamo i nostri sentimenti e non certo recitando preghiere a memoria. Come è piacevole parlare a Geova in preghiera! Inoltre un proverbio biblico dice: “La preghiera dei retti gli fa piacere”. — Proverbi 15:8.

 “In quanto a me, avvicinarmi a Dio è bene per me”, cantò il salmista Asaf. (Salmo 73:28) Ma per avvicinarci a Dio non basta pregare. Si noti come il racconto che segue lo dimostra:

‘Uno dei discepoli disse a Gesù: “Signore, insegnaci a pregare”’. Rispondendo Gesù disse: “Quando pregate, dite: ‘Padre, sia santificato il tuo nome. Venga il tuo regno’”. (Luca 11:1, 2) Si può forse pregare consapevolmente in questo modo senza sapere prima qual è il nome di Dio e come sarà santificato? E si può pregare in armonia con queste parole di Gesù se non si sa che cos’è il Regno di Dio? Possiamo comprendere queste cose se esaminiamo la Bibbia attentamente. La conoscenza così acquisita ci aiuterà a conoscere Dio e a comprendere le sue vie. Inoltre, imparando a conoscere Geova Dio ci sentiremo più vicini a lui e gli saremo più devoti. A sua volta questo ci aiuterà a parlargli più liberamente in preghiera.

La preghiera può risolvere i problemi

Stringere un’intima relazione con Geova ci aiuterà a risolvere i problemi. Si noti come questo è avvenuto in ciascuna delle circostanze narrate di seguito. Esse dimostrano che le persone che pregavano sono state in grado di stringere una buona relazione con Geova.

In Brasile una donna di nome Maria pregò Dio per avere aiuto. Si era ribellata al modo di vivere generale in parte per l’ipocrisia che vedeva nella società. Aveva perfino lasciato il marito, i figli e la casa, e aveva cominciato a fare uso di droga. Ma quando si accorse di non aver trovato la felicità, aprì il cuore a Dio e gli chiese aiuto in preghiera.

Di lì a poco due testimoni di Geova andarono a trovarla e le lasciarono un numero della rivista La Torre di Guardia che trattava l’importanza di accettare la guida divina. Il suo cuore fu toccato e quello stesso giorno Maria cominciò a studiare la Bibbia con i Testimoni. Grazie a questo, alla fine rimise in sesto la sua vita familiare. Man mano che imparava a conoscere Geova, provava il desiderio di manifestargli il suo amore. “Feci dei cambiamenti che mi migliorarono”, dice Maria. “All’inizio mio marito e i miei familiari si opposero al fatto che studiassi la Bibbia, ma quando videro i cambiamenti che facevo cominciarono a incoraggiarmi”. In seguito Maria dedicò la sua vita all’Uditore di preghiera per servirlo.

In Bolivia José, pur avendo una bella moglie e una fiorente attività commerciale, era infelice. A seguito di una relazione extraconiugale, la moglie lo lasciò. José si mise a bere e si sentiva un fallito. Dice: “Cominciai a pregare con tutto il cuore, chiedendo a Dio cosa dovevo fare per avere la sua approvazione. Dopo non molto i testimoni di Geova mi fecero visita sul lavoro per offrirmi un gratuito studio biblico a domicilio, ma li mandai via. La cosa si ripeté tre volte. Ogni volta che chiedevo aiuto in preghiera, arrivavano loro. Alla fine decisi che la volta successiva li avrei ascoltati. Avevo letto la Bibbia per intero e avevo molte domande, ma loro avevano sempre risposte soddisfacenti. Imparando a conoscere Geova acquistai un nuovo scopo nella vita e i miei amici fra i Testimoni erano di vero incoraggiamento. Lasciai la mia convivente e gli amici con cui gozzovigliavo. Dopo non molto tornai da mia moglie e dai miei figli. All’inizio del 1999 mi sono battezzato”.

Tamara, che vive in Italia, era in piena crisi matrimoniale, così pregò per ricevere sapienza. Aveva sviluppato un atteggiamento aggressivo, essendo stata percossa e cacciata di casa a 14 anni. Tamara dice: “Trovai una Bibbia e mi misi a leggerla. Una sera lessi il capitolo di Proverbi che dice che ‘chi trova la sapienza trova dei tesori nascosti’. (Proverbi 2:1-6) Quella sera, prima di addormentarmi, pregai per ricevere questa sapienza. L’indomani mattina suonarono alla mia porta i testimoni di Geova. Cominciai a studiare la Bibbia con loro, ma mi ci volle un po’ prima di mettere in pratica quello che imparavo dalla Bibbia. Infine presi la decisione di seguire la via cristiana e mi battezzai.  Ora, insieme a mio marito, aiuto altri a trovare quel sollievo che Geova dà”, la sua sapienza.

Beatriz apparteneva all’alta società di Caracas, nel Venezuela. Nondimeno si ritrovò divorziata e angosciata. In preda alla disperazione, una volta pregò per ore. Il mattino seguente sentì suonare alla porta. Irritata, guardò attraverso lo spioncino e vide due persone con la borsa. Fece finta di non essere in casa, ma la coppia, prima di andarsene, infilò un foglietto d’invito sotto la porta. “Conoscete la Bibbia”, diceva. La loro visita poteva avere relazione con la preghiera della sera prima? Aprì la porta e li chiamò per farli tornare su. Cominciò subito a studiare la Bibbia e in seguito si battezzò. Finalmente felice, ora Beatriz insegna ad altri come trovare la felicità.

Carmen pregò perché afflitta dalla povertà. Aveva dieci figli e un marito ubriacone, Rafael. “Cercavo di guadagnare qualcosa lavando vestiti”, dice Carmen. Ma Rafael beveva sempre di più. “Solo quando iniziammo a studiare la Bibbia con i testimoni di Geova mio marito cominciò a cambiare. Venimmo a conoscenza della promessa del Regno, che presto Geova eliminerà la povertà e l’oppressione dal mondo. Finalmente le mie preghiere erano state esaudite!” Imparando le vie di Geova, Rafael fu aiutato a smettere di bere e a rivestire “la nuova personalità”. (Efesini 4:24) Lui e la sua famiglia riuscirono anche a migliorare le loro condizioni di vita. Rafael dice: “Anche se non siamo ricchi e non siamo proprietari della casa in cui abitiamo, abbiamo il necessario per vivere e siamo felici”.

Quando tutte le preghiere saranno esaudite

Per queste persone pregare è servito a qualcosa? Certo! E avete notato che nella maggioranza dei casi le loro preghiere sono state esaudite quando un componente della congregazione cristiana li ha aiutati ad avvicinarsi a Geova Dio mediante lo studio della Bibbia? — Atti 9:11.

Perciò abbiamo validi motivi per pregare. Presto la preghiera che venga il Regno di Dio e che la sua volontà sia fatta sulla terra sarà esaudita. (Matteo 6:10) Dopo che Dio avrà ripulito il pianeta da quelli che si oppongono a lui, “la terra sarà certamente piena della conoscenza di Geova”. (Isaia 11:9) Allora tutti quelli che amano Geova godranno “la gloriosa libertà dei figli di Dio”, e le loro preghiere saranno certamente esaudite. — Romani 8:18-21.

[Immagine a pagina 7]

Sapete perché dovremmo pregare?