Genesi 9:1-29

  • Istruzioni per tutta l’umanità (1-7)

    • Legge sul sangue (4-6)

  • Patto dell’arcobaleno (8-17)

  • Profezie sui discendenti di Noè (18-29)

9  Poi Dio benedisse Noè e i suoi figli, e disse loro: “Siate fecondi, moltiplicatevi e riempite la terra.+  E ogni creatura vivente della terra e ogni creatura alata dei cieli, ogni cosa che si muove sul suolo e tutti i pesci del mare avranno paura e terrore di voi. Ora sono nella vostra mano.*+  Tutti gli animali che si muovono e hanno vita vi serviranno da cibo.+ Ve li do come vi ho dato la verde vegetazione.+  Ma la carne che ha ancora in sé la vita,* il suo sangue,+ non dovete mangiarla.+  Inoltre, se il vostro sangue* viene versato, ne chiederò conto. Ne chiederò conto a ogni creatura vivente; chiederò conto a ogni uomo della vita di suo fratello.+  Se qualcuno sparge il sangue di un uomo, il suo sangue sarà sparso da un uomo,+ perché Dio ha fatto l’uomo a sua immagine.+  Quanto a voi, siate fecondi e moltiplicatevi, diventate numerosi e abbondate sulla terra”.+  Dopodiché Dio disse a Noè e ai suoi figli con lui:  “Stringo ora il mio patto con voi+ e con i vostri discendenti dopo di voi, 10  e con tutte le creature* viventi che sono uscite dall’arca con voi (gli uccelli, gli animali* e tutte le creature viventi della terra), ogni creatura vivente della terra.+ 11  Stringo con voi questo patto: nessun essere vivente* sarà più distrutto dalle acque di un diluvio, e la terra non sarà mai più ridotta in rovina da un diluvio”.+ 12  E Dio aggiunse: “Il segno del patto tra me e voi e ogni creatura* vivente che è con voi, per tutte le generazioni future, è questo: 13  metto nelle nuvole il mio arcobaleno, che servirà da segno del patto tra me e la terra. 14  Ogni volta che porterò nuvole sopra la terra, l’arcobaleno apparirà nelle nuvole. 15  E certamente ricorderò il mio patto tra me e voi e ogni creatura* vivente; e le acque non diventeranno mai più un diluvio che distrugga ogni essere vivente.+ 16  Quando nelle nuvole apparirà l’arcobaleno, io certamente lo vedrò e mi ricorderò del patto eterno tra me e ogni creatura* vivente sulla terra”. 17  Poi Dio ripeté a Noè: “Questo è il segno del patto tra me e ogni essere vivente che è sulla terra”.+ 18  I figli di Noè che uscirono dall’arca furono Sem, Cam e Iàfet.+ In seguito Cam generò Cànaan.+ 19  Questi tre furono i figli di Noè, e da loro venne e si diffuse tutta la popolazione della terra.+ 20  Noè cominciò a fare l’agricoltore e piantò una vigna. 21  Un giorno bevve del vino e si ubriacò, e si svestì nella sua tenda. 22  Cam, padre di Cànaan, vide la nudità di suo padre e lo disse ai suoi due fratelli che erano fuori. 23  Allora Sem e Iàfet presero un mantello, se lo misero sulle spalle ed entrarono camminando all’indietro. Così coprirono la nudità del loro padre con le facce voltate, e non videro la sua nudità. 24  Quando Noè si svegliò dopo l’ubriacatura e venne a sapere quello che il suo figlio più giovane gli aveva fatto, 25  disse: “Cànaan sia maledetto.+ Divenga il più misero schiavo dei suoi fratelli”.+ 26  E aggiunse: “Sia lodato Geova, l’Iddio di Sem,e Cànaan divenga suo schiavo.+ 27  Dio conceda ampio spazio a Iàfet,lo faccia risiedere nelle tende di Sem. Cànaan divenga anche suo schiavo”. 28  Dopo il diluvio Noè continuò a vivere 350 anni.+ 29  L’intera vita di Noè fu dunque di 950 anni; poi morì.

Note in calce

O “sottoposti alla vostra autorità”.
O “anima”.
O “il sangue delle vostre anime”.
O “anime”.
O “quadrupedi”.
Lett. “carne”.
O “anima”.
O “anima”.
O “anima”.