Genesi 14:1-24

  • Abramo libera Lot (1-16)

  • Melchisedec benedice Abramo (17-24)

14  A quel tempo Amrafèl era re di Sìnar,+ Ariòc era re di Ellasàr, Chedorlaòmer+ era re di Èlam+ e Tidàl era re di Goìm.  Questi re fecero guerra a Bera, re di Sodoma,+ a Birsa, re di Gomorra,+ a Sinàb, re di Adma, a Semèber, re di Zeboiìm,+ e al re di Bela, cioè Zòar.  Tutti questi unirono le loro forze nella Valle* di Siddìm,+ cioè il Mar Salato.*+  Avevano servito Chedorlaòmer per 12 anni, ma nel 13o anno si erano ribellati.  Nel 14o anno Chedorlaòmer e i re che erano con lui arrivarono e sconfissero i refaìm ad Asteròt-Carnàim, gli zuzìm ad Ham, gli emìm+ a Save-Chiriatàim  e gli orei+ sul loro monte di Sèir+ fino a El-Pàran, al confine del deserto.  Poi tornarono indietro e arrivarono a En-Mispàt, cioè Càdes,+ conquistarono l’intero territorio degli amalechiti+ e sconfissero gli amorrei+ che vivevano ad Azazòn-Tàmar.+  A questo punto il re di Sodoma si mise in marcia, insieme al re di Gomorra, al re di Adma, al re di Zeboiìm e al re di Bela, cioè Zòar; si schierarono nella Valle* di Siddìm in formazione di battaglia contro di loro,  ovvero contro Chedorlaòmer re di Èlam, Tidàl re di Goìm, Amrafèl re di Sìnar e Ariòc re di Ellasàr:+ quattro re contro cinque. 10  La Valle* di Siddìm era piena di pozzi di bitume, e i re di Sodoma e Gomorra, messi in fuga, vi caddero dentro; quelli che scamparono, invece, fuggirono nella regione montuosa. 11  I vincitori presero quindi tutti i beni di Sodoma e Gomorra, oltre a tutti i loro viveri, e se ne andarono.+ 12  Presero anche Lot, figlio del fratello di Abramo, insieme ai suoi beni. (Lot all’epoca viveva a Sodoma.)+ Poi proseguirono per la loro strada. 13  Comunque un uomo che era scampato andò ad avvertire Abramo l’ebreo, che all’epoca viveva* fra i grandi alberi di Mamre l’amorreo,+ fratello di Escòl e di Anèr.+ Questi uomini erano alleati di Abramo. 14  Così Abramo venne a sapere che suo nipote*+ era stato fatto prigioniero. Allora mobilitò i suoi uomini addestrati, 318 servitori nati nella sua casa, e si lanciò all’inseguimento fino a Dan.+ 15  Durante la notte divise i suoi servitori in gruppi, e insieme a loro attaccò e sconfisse quei re. Li inseguì fino a Oba, che è a nord di Damasco. 16  Recuperò tutti i beni, e recuperò anche suo nipote Lot, i suoi beni, le donne e gli altri prigionieri. 17  Dopo che Abramo ebbe sconfitto Chedorlaòmer e i re che erano con lui, il re di Sodoma uscì incontro ad Abramo nella Valle* di Save, cioè la Valle del Re.+ 18  E Melchìsedec,+ re di Sàlem,+ che era sacerdote dell’Iddio Altissimo,+ portò pane e vino. 19  Poi benedisse Abramo, dicendo: “L’Iddio Altissimo, che ha fatto il cielo e la terra,benedica Abramo! 20  E sia lodato l’Iddio Altissimo,che ti ha dato in mano i tuoi oppressori!” E Abramo gli diede un decimo di tutto quello che aveva recuperato.+ 21  Il re di Sodoma disse poi ad Abramo: “Dammi i miei uomini;* i beni invece puoi tenerli”. 22  Abramo comunque rispose al re di Sodoma: “Giuro* su Geova, l’Iddio Altissimo che ha fatto il cielo e la terra, 23  che non prenderò nulla di ciò che è tuo, nemmeno un filo o il laccio di un sandalo, così che tu non dica: ‘Io ho arricchito Abramo’. 24  Non prenderò nulla, a parte quello che i miei servitori hanno già mangiato. Quanto ad Anèr, Escòl e Mamre,+ gli uomini che sono venuti con me, lascia che prendano la loro parte”.

Note in calce

O “Bassopiano”.
Cioè il Mar Morto.
O “Bassopiano”.
O “Bassopiano”.
O “viveva in tende”.
Lett. “fratello”.
O “Bassopiano”.
O “le anime”.
Lett. “alzo la mia mano”.