Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al sommario

Seconda lettera di Pietro 2:1-22

SOMMARIO

  • “Ci saranno falsi maestri” (1-3)

  • Certezza del giudizio contro i falsi maestri (4-10a)

    • Angeli gettati nel Tartaro (4)

    • Diluvio; Sodoma e Gomorra (5-7)

  • Caratteristiche dei falsi maestri (10b-22)

2  Comunque, fra il popolo ci furono anche falsi profeti, come pure fra voi ci saranno falsi maestri.+ Questi introdurranno in modo subdolo sette distruttive e rinnegheranno perfino il padrone che li ha comprati,+ attirando su di sé una fulminea distruzione.  Inoltre molti ne seguiranno il comportamento sfrontato*+ e a motivo loro si parlerà in modo offensivo della via della verità.+  Per avidità vi sfrutteranno con parole false. Ma quanto a loro, il giudizio stabilito molto tempo fa+ non procede con lentezza, e la loro distruzione non si farà attendere.+  Dio infatti non si trattenne dal punire gli angeli che peccarono,+ ma li gettò nel Tartaro*+ mettendoli in catene* di fitte tenebre perché fossero riservati al giudizio.+  Non si trattenne nemmeno dal punire il mondo antico,+ ma quando portò il diluvio su un mondo di empi*+ salvò Noè, predicatore di giustizia,+ e altre sette persone.+  E condannò le città di Sodoma e Gomorra riducendole in cenere,+ stabilendo così per gli empi un modello di ciò che avverrà.+  Tuttavia liberò il giusto Lot,+ che era molto afflitto per il comportamento sfrontato* delle persone senza legge;  quel giusto infatti si tormentava giorno dopo giorno l’anima* giusta a motivo delle opere illegali che vedeva e sentiva mentre viveva fra loro.  Pertanto Geova* sa liberare dalla prova le persone a lui devote,*+ ma riservare gli ingiusti alla distruzione* nel giorno del giudizio,+ 10  specialmente quelli che bramano altri* per contaminarli+ e che disprezzano l’autorità.*+ Sfrontati e ostinati, non hanno paura di parlare in modo offensivo dei gloriosi, 11  mentre gli angeli, benché siano superiori per forza e potenza, non muovono contro di loro alcuna accusa in termini offensivi per rispetto verso* Geova.*+ 12  Ma questi uomini, come animali privi della ragione che agiscono d’istinto e sono nati* per essere presi e distrutti, parlano in modo offensivo di cose che non conoscono.+ Subiranno la distruzione a motivo della loro stessa condotta distruttiva, 13  soffrendo il male come ricompensa del male fatto. Provano piacere nell’abbandonarsi a una vita di eccessi,+ anche in pieno giorno. Sono macchie e sporcizia; godono* dei loro insegnamenti ingannevoli mentre partecipano ai vostri banchetti.+ 14  Hanno occhi pieni di adulterio,+ non sono capaci di smettere di peccare e adescano chi è instabile.* Il loro cuore è abituato all’avidità. Sono figli maledetti. 15  Si sono sviati abbandonando la retta via. Hanno seguito la stessa via di Bàlaam,+ figlio di Beòr, che amò il compenso del male,+ 16  ma fu rimproverato per aver violato ciò che è giusto.+ Una bestia da soma, sebbene muta, parlò con voce umana e impedì la follia del profeta.+ 17  Questi sono fonti senz’acqua e nubi spinte da una violenta tempesta, e a loro sono riservate le tenebre più fitte.+ 18  Fanno discorsi altisonanti ma vuoti. Inoltre, facendo leva sui desideri della carne+ e tenendo un comportamento sfrontato,* adescano quelli che si sono appena allontanati da chi vive nell’errore.+ 19  Promettono loro libertà, ma sono essi stessi schiavi della corruzione,+ perché se uno è sopraffatto da un altro* ne è schiavo.+ 20  Certo, se, dopo essere sfuggiti alle contaminazioni del mondo+ mediante l’accurata conoscenza del Signore e Salvatore Gesù Cristo, si fanno di nuovo coinvolgere in queste cose e ne sono sopraffatti, la loro condizione finale risulta peggiore di quella iniziale.+ 21  Per loro sarebbe stato meglio non aver conosciuto accuratamente la via della giustizia piuttosto che averla conosciuta per poi allontanarsi dal santo comandamento loro trasmesso.+ 22  È successo loro quello che il proverbio dice giustamente: “Il cane è tornato al proprio vomito e la scrofa lavata a rotolarsi nel fango”.+

Note in calce

O “comportamenti spudorati”. In greco, plurale di asèlgeia. Vedi Glossario, “comportamento sfrontato”.
O forse “fosse”.
Cioè irriverenti verso Dio.
O “comportamento spudorato”. In greco asèlgeia. Vedi Glossario, “comportamento sfrontato”.
O “di santa devozione”.
O “perché siano stroncati”.
O “la carne di altri”.
O “signoria”.
O “davanti a”.
O “che sono nati secondo natura”.
O “si abbandonano con sfrenato diletto”.
O “le anime instabili”.
O “comportamenti spudorati”. In greco, plurale di asèlgeia. Vedi Glossario, “comportamento sfrontato”.
O “da qualcosa”.