Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

L’ipnotismo fa per i cristiani?

L’ipnotismo fa per i cristiani?

 Il punto di vista biblico

L’ipnotismo fa per i cristiani?

“Non si deve trovare in te alcuno che . . . leghi altri con una malia”. — DEUTERONOMIO 18:10, 11.

L’IPNOTISMO è stato al centro di molti dibattiti e polemiche. * Perfino gli esperti in materia hanno difficoltà a definirlo. In genere si ritiene che l’ipnosi sia uno stato di coscienza alterato, o trance. La maggioranza della gente, però, è più interessata ai possibili impieghi che alla natura dell’ipnosi.

Negli ultimi anni in certi paesi è normale che alcuni medici consiglino l’ipnosi come terapia. Per esempio la rivista Psychology Today dice: “L’ipnoterapia può curare emicranie, alleviare le doglie, aiutare a smettere di fumare, sostituire l’anestesia e migliorare le abitudini di studio, tutto senza effetti collaterali”. D’altra parte, molti associano l’ipnosi allo spiritismo e all’occulto.

Qual è il punto di vista biblico? Ovviamente la Bibbia non è un testo di medicina e non parla specificamente dell’ipnotismo. Tuttavia i princìpi contenuti nella Parola di Dio possono aiutarci a capire come la pensa Dio.

Ipnotismo e occultismo: c’è un legame?

L’asserzione che l’ipnotismo è collegato all’occulto è solo frutto della fertile immaginazione di qualcuno? È probabile che film e romanzi  imperniati su storie fantastiche abbiano contribuito ad alimentare questa idea, ma il legame fra ipnotismo e spiritismo ha un fondamento. A proposito dell’ipnotismo, un’enciclopedia di occultismo e parapsicologia spiega: “La sua storia è indissolubilmente legata all’occultismo”. (Encyclopedia of Occultism and Parapsychology) La trance mistica, che nel corso della storia è stata usata nella magia e nella stregoneria, è comunemente considerata una forma di ipnosi. Inoltre nell’antichità i sacerdoti dell’Egitto e della Grecia inducevano una sorta di stato ipnotico nel tentativo di curare malattie in nome dei loro falsi dèi.

L’enciclopedia già citata osserva: “Tuttora molti fenomeni ipnotici sono classificati come ‘spiritualistici’”. Anche se è difficile stabilire fino a che punto varie forme di ipnotismo possano aver a che fare con l’occulto, è un fatto che Dio condanna chiaramente ogni forma di spiritismo. (Deuteronomio 18:9-12; Rivelazione [Apocalisse] 21:8) Perciò, i cristiani non possono ignorare i chiari aspetti antiscritturali dell’ipnotismo.

Effetti sul comportamento

Che dire degli effetti dell’ipnosi sulla mente e sul comportamento dell’individuo? Ci sono dei rischi? Una preoccupazione legittima è che l’ipnotizzato può avere poco controllo sul proprio comportamento. Chi usa l’ipnosi negli spettacoli sfrutta questo aspetto, facendo fare ai volontari cose che normalmente non farebbero, facendoli perfino sembrare ubriachi.

A proposito dei numeri in cui si ipnotizza qualcuno, l’Encyclopedia Americana dice: “Il soggetto ipnotizzato può essere facilmente influenzabile anche da velate suggestioni, può avere libero accesso alle pulsioni inconsce solitamente più nascoste e può addirittura pensare che ogni freno personale o sociale sia stato rimosso”. Un’altra enciclopedia dice: “Il soggetto ipnotizzato è concentratissimo sulle proprie facoltà, cosa che lo rende estremamente attento alle suggestioni dell’ipnotizzatore e pronto a metterle in atto”. — Collier’s Encyclopedia.

Tutto questo è innocuo? Sarebbe consigliabile che un vero cristiano si lasciasse plagiare la mente attraverso suggestioni ipnotiche? Sarebbe contrario all’esortazione dell’apostolo Paolo: ‘Presentate i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, accettevole a Dio, sacro servizio con la vostra facoltà di ragionare. E cessate di conformarvi a questo sistema di cose, ma siate trasformati rinnovando la vostra mente, per provare a voi stessi la buona e accettevole e perfetta volontà di Dio’. — Romani 12:1, 2.

Un cristiano potrebbe ‘mantenere una buona coscienza’ se acconsentisse a cadere in uno stato in cui non può avere il pieno controllo dei suoi pensieri, dei suoi desideri o addirittura delle sue azioni? (1 Pietro 3:16) La Bibbia dà questo avvertimento: “Ciascuno di voi sappia possedere il proprio vaso in santificazione e onore”. (1 Tessalonicesi 4:4) È evidente che l’ipnosi impedirebbe di seguire questo consiglio.

La speranza di avere una salute perfetta

Alla luce dei princìpi biblici considerati, i testimoni di Geova evitano tecniche che comportano l’ipnosi o l’autoipnosi. Ubbidiscono al comando di Deuteronomio 18:10, 11: “Non si deve trovare in te alcuno che . . . leghi altri con una malia”. Per chi ha problemi di salute ci sono molte altre terapie che non espongono ai pericoli dell’occultismo né permettono di farsi manipolare la mente.

Stando alla larga da pratiche contrarie ai princìpi biblici, i cristiani possono avere la speranza di vivere per sempre nel giusto nuovo mondo di Dio. Allora l’umanità godrà di perfetta salute fisica e psichica senza ricorrere all’ipnosi. — Rivelazione 21:3, 4.

[Nota in calce]

^ par. 4 L’ipnotismo è la pratica dell’ipnosi, che viene definita “stato psicofisico simile al sonno, provocato artificialmente, caratterizzato da un notevole aumento di suggestionabilità nei confronti della persona che lo ha provocato”. — Zingarelli, 2003.