Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

Levitico 4:1-35

4  E Geova continuò a parlare a Mosè, dicendo:  “Parla ai figli d’Israele, dicendo: ‘Nel caso che un’anima+ pecchi per sbaglio*+ in qualcuna delle cose che Geova comanda di non fare, ed effettivamente faccia una di esse:  “‘Se il sacerdote, l’unto,*+ pecca+ in modo da recare la colpa sul popolo, deve presentare a Geova, per il peccato che ha commesso,+ un giovane toro sano* come offerta per il peccato.*  E deve condurre il toro all’ingresso della tenda di adunanza+ dinanzi a Geova e deve porre la mano sulla testa del toro,+ e deve scannare il toro dinanzi a Geova.  E il sacerdote, l’unto,*+ deve prendere del sangue del toro e portarlo dentro la tenda di adunanza;  e il sacerdote deve immergere* il dito+ nel sangue e spruzzare parte del sangue sette volte+ dinanzi a Geova di fronte alla cortina del luogo santo.  E il sacerdote deve mettere parte del sangue sui corni+ dell’altare dell’incenso profumato, che è nella tenda di adunanza, dinanzi a Geova, e tutto il resto del sangue del toro lo verserà alla base+ dell’altare dell’olocausto, che è all’ingresso della tenda di adunanza.  “‘In quanto a tutto il grasso del toro dell’offerta per il peccato, ne leverà il grasso che copre gli intestini, sì, tutto il grasso che è sopra gli intestini,+  e i due reni e il grasso che è su di essi, come quello sopra i lombi. E in quanto alla parte annessa al fegato, la toglierà insieme ai reni.+ 10  Sarà come ciò che è levato del toro del sacrificio di comunione.+ E il sacerdote li deve far fumare sull’altare dell’olocausto.+ 11  “‘Ma in quanto alla pelle del toro e a tutta la sua carne insieme alla sua testa e alle sue zampe e ai suoi intestini e al suo sterco,+ 12  deve far portare l’intero toro fuori alla periferia del campo+ in un luogo puro dove si versano le ceneri grasse,+ e lo deve bruciare sopra la legna nel fuoco.+ Si deve bruciare dove si versano le ceneri grasse. 13  “‘Ora se l’intera assemblea d’Israele fa uno sbaglio+ e la cosa è stata nascosta agli occhi della congregazione in quanto hanno fatto una di tutte le cose che Geova comanda di non fare e son divenuti dunque colpevoli,+ 14  e il peccato che hanno commesso contro [il comandamento] si è risaputo,+ la congregazione deve presentare un giovane toro come offerta per il peccato e lo deve condurre davanti alla tenda di adunanza. 15  E gli anziani dell’assemblea devono porre le mani sulla testa del toro+ dinanzi a Geova, e il toro dev’essere scannato* dinanzi a Geova. 16  “‘Quindi il sacerdote, l’unto,*+ deve portare parte del sangue del toro dentro la tenda di adunanza.+ 17  E il sacerdote deve immergere il dito in parte del sangue e spruzzarlo sette volte dinanzi a Geova di fronte alla cortina.*+ 18  E metterà parte del sangue sui corni dell’altare+ che è dinanzi a Geova, nella tenda di adunanza; e tutto il resto del sangue lo verserà alla base dell’altare dell’olocausto,+ che è all’ingresso della tenda di adunanza. 19  E ne leverà tutto il grasso, e lo deve far fumare sull’altare.+ 20  E deve fare al toro proprio come ha fatto all’altro toro dell’offerta per il peccato. Gli farà così; e il sacerdote deve fare per loro espiazione,*+ e dev’essere loro perdonato. 21  E deve far portare il toro fuori alla periferia del campo e lo deve bruciare, proprio come ha bruciato il primo toro.+ È un’offerta per il peccato della congregazione.+ 22  “‘Quando un capo principale+ pecca e in effetti commette senza intenzione una di tutte le cose che Geova suo Dio comanda di non fare,+ ed è divenuto dunque colpevole, 23  o il peccato che ha commesso contro il comandamento* gli è stato reso noto,+ deve portare come sua offerta un capretto, un maschio,+ sano. 24  E deve porre la mano sulla testa+ del giovane capro* e scannarlo nel luogo dove l’olocausto è regolarmente scannato dinanzi a Geova.+ È un’offerta per il peccato.+ 25  E il sacerdote deve prendere del sangue dell’offerta per il peccato col dito e metterlo sui corni+ dell’altare dell’olocausto, e verserà il resto del sangue alla base dell’altare dell’olocausto. 26  E ne farà fumare tutto il grasso sull’altare come il grasso del sacrificio di comunione;+ e il sacerdote deve fare espiazione per lui per il suo peccato,+ e gli deve dunque essere perdonato. 27  “‘E se qualche anima del popolo del paese pecca senza intenzione facendo una delle cose che Geova* comanda di non fare e diviene in effetti colpevole,+ 28  o il peccato che ha commesso gli è stato reso noto, deve portare come sua offerta una capretta, una femmina,+ sana, per il peccato che ha commesso. 29  E deve porre la mano sulla testa+ dell’offerta per il peccato e scannare l’offerta per il peccato nello stesso luogo dell’olocausto.+ 30  E il sacerdote deve prendere del sangue d’essa col dito e metterlo sui corni+ dell’altare dell’olocausto, e verserà tutto il resto del sangue alla base dell’altare.+ 31  E ne toglierà tutto il grasso,+ proprio come è stato tolto il grasso dal sacrificio di comunione;+ e il sacerdote lo deve far fumare sull’altare come odore riposante a Geova;+ e il sacerdote deve fare espiazione per lui, e gli deve dunque essere perdonato.+ 32  “‘Ma se vuole portare un agnello*+ come sua offerta, come offerta per il peccato, deve portare un’agnella, una femmina, sana.+ 33  E deve porre la mano sulla testa dell’offerta per il peccato e scannarla come offerta per il peccato nel luogo dove si scanna regolarmente l’olocausto.+ 34  E il sacerdote deve prendere del sangue dell’offerta per il peccato col dito e metterlo sui corni dell’altare dell’olocausto,+ e verserà tutto il resto del sangue alla base dell’altare. 35  E ne toglierà tutto il grasso come si toglie regolarmente il grasso del giovane montone del sacrificio di comunione, e il sacerdote li deve far fumare sull’altare sopra le offerte di Geova fatte mediante il fuoco;+ e il sacerdote deve fare espiazione+ per lui per il peccato che ha commesso, e gli deve dunque essere perdonato.+

Note in calce

O, “senza intenzione”.
“L’unto”: ebr. hammashìach; gr. ho kechrismènos.
Lett. “un toro sano, un figlio della mandria”.
“Come offerta per il peccato”, M; LXXSy, “riguardo al suo peccato”.
“L’unto”: ebr. hammashìach; gr. ho christòs. Sia qui che nel v. 3 il sommo sacerdote è chiamato messia, o unto.
O, “battezzare”. Gr. bàpsei.
“E devono scannare il toro”, LXXSy; M, “e deve scannare il toro”, a indicare che l’avrebbe scannato uno solo degli anziani.
“L’unto”: ebr. hammashìach; gr. ho christòs; sir. damshich.
“Cortina del luogo santo”, SamLXX e un ms. ebr.
Lett. “fare su di loro una copertura”.
Lett. “contro di essa”, riferito al comandamento, femm. in ebr.
O, “del capretto”.
Vedi nt. a 3:12; App. 1C (5).
“Un agnello”, M; Sam, “un’agnella”.