Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Bibbia online | TRADUZIONE DEL NUOVO MONDO DELLE SACRE SCRITTURE

2 Timoteo 2:1-26

2  Tu, perciò, figlio+ mio, continua ad acquistar potenza*+ nell’immeritata benignità+ riguardo a Cristo Gesù,  e le cose che hai udito da me col sostegno di molti testimoni,+ queste cose affidale a uomini fedeli, che, a loro volta, siano adeguatamente qualificati per insegnare ad altri.+  Quale eccellente soldato+ di Cristo Gesù accetta la tua parte nel soffrire il male.+  Nessuno che presta servizio come soldato*+ si immischia negli affari commerciali della vita,+ affinché guadagni l’approvazione di chi lo ha arruolato come soldato.  Inoltre, se pure qualcuno contende nei giochi,*+ non è coronato se non ha conteso secondo le regole.  L’agricoltore che fatica dev’essere il primo a partecipare ai frutti.+  Presta costante attenzione a* ciò che dico; il Signore ti darà realmente discernimento+ in ogni cosa.  Ricorda che Gesù Cristo fu destato dai morti+ e fu del seme di Davide,+ secondo la buona notizia che io predico;+  riguardo alla quale soffro il male fino a [essere in] legami+ [di prigionia] come un malfattore. Tuttavia, la parola di Dio non è legata.+ 10  Per questo motivo continuo a sopportare ogni cosa per amore degli eletti,+ affinché anch’essi ottengano la salvezza unitamente a Cristo Gesù con gloria eterna.+ 11  Fedele è la parola:+ Certamente se morimmo insieme, pure vivremo insieme;+ 12  se continuiamo a perseverare, insieme pure regneremo;+ se rinneghiamo,+ egli pure ci rinnegherà; 13  se siamo infedeli, egli rimane fedele,+ poiché non può rinnegare se stesso. 14  Continua a ricordare+ loro queste cose, ordinando+ loro dinanzi a Dio* come testimone+ di non contendere per delle parole,+ cosa di nessuna utilità perché sovverte quelli che ascoltano. 15  Fa tutto il possibile per presentarti approvato+ a Dio, operaio+ che non abbia nulla di cui vergognarsi,+ maneggiando rettamente la parola della verità.+ 16  Ma evita i discorsi vuoti che violano ciò che è santo;+ poiché essi progrediranno sempre più in empietà,*+ 17  e la loro parola si spargerà come cancrena.+ Imeneo e Fileto sono fra quelli.+ 18  Questi stessi [uomini] hanno deviato dalla verità,+ dicendo che la risurrezione sia già avvenuta;+ e sovvertono la fede di alcuni.+ 19  Con tutto ciò, il solido fondamento* di Dio rimane in piedi,+ avendo questo suggello: “Geova* conosce quelli che gli appartengono”,+ e: “Chiunque nomina il nome di Geova*+ rinunci all’ingiustizia”.+ 20  Ora in una grande casa non ci sono solo vasi d’oro e d’argento ma anche di legno e di terracotta, e alcuni per uno scopo onorevole ma altri per uno scopo privo di onore.+ 21  Se, perciò, uno si mantiene puro da questi,* sarà un vaso per uno scopo onorevole, santificato, utile al suo proprietario, preparato per ogni opera buona.+ 22  Quindi, fuggi i desideri propri della giovinezza,*+ ma persegui giustizia,+ fede, amore, pace,+ insieme a quelli che invocano il Signore* con cuore puro.+ 23  Inoltre, respingi le questioni stolte e da ignoranti,+ sapendo che producono contese.+ 24  Ma lo schiavo del Signore* non ha bisogno di contendere,+ ma di essere gentile* verso tutti,+ qualificato per insegnare,+ mantenendosi a freno nel male,+ 25  istruendo con mitezza quelli che non sono favorevolmente disposti,+ se mai Dio conceda loro il pentimento+ che conduce all’accurata conoscenza della verità,+ 26  ed essi tornino in sé dal laccio+ del Diavolo, vedendo che sono stati presi vivi+ da lui per la sua volontà.

Note in calce

Lett. “sii reso potente”.
Lett. “che fa servizio militare”.
Lett. “se qualcuno fa l’atleta”.
Lett. “Vedi mentalmente”.
“A Dio”, אC; ADVg, “al Signore”; J7,8,13,14,16, “a Geova”.
O, “irriverenza”.
“Fondamento”: gr. themèlios; lat. fundamentum.
Vedi App. 1D.
Vedi App. 1D.
O, “da questi ultimi”.
“Propri della giovinezza”: o, “naturali della giovinezza”. Lett. “giovanili”. Gr. neoterikàs; lat. iuvenilia.
“Il Signore”, אAVg; J7,8,17,22, “Geova”.
“Del Signore”, אAVg; J16,24, “di Geova”.
O, “di usare tatto”.