Vai direttamente al contenuto

“Si sono fermati per aiutarmi”

 Durante una giornata fredda e burrascosa nell’Alberta, in Canada, Bob stava guidando a circa 100 chilometri orari, quando improvvisamente la gomma posteriore sinistra del suo furgone scoppiò. All’inizio Bob non capì cosa fosse successo e decise di continuare a guidare per altri cinque chilometri fino a casa.

 In una lettera inviata alla locale Sala del Regno dei Testimoni di Geova, Bob spiegò cosa accadde. “Cinque ragazzi mi si sono affiancati con la loro macchina e hanno abbassato il finestrino”. La lettera prosegue: “Mi hanno detto che avevo la ruota a terra. Dopo che abbiamo accostato i veicoli, i ragazzi si sono offerti di cambiarla. Non sapevo neanche se avevo una ruota di scorta o un cric. Mentre io ero seduto lì al lato della strada sulla mia sedia a rotelle, loro si sono infilati sotto il furgone, hanno trovato la ruota di scorta e il cric e si sono messi al lavoro. Faceva un gran freddo e stava anche nevicando. Erano tutti ben vestiti, eppure hanno cambiato la ruota. Così sono potuto ripartire. Non so come avrei fatto senza di loro!”

 “Sono grato ai cinque ragazzi Testimoni che mi hanno aiutato. Si trovavano lì perché stavano andando a casa delle persone a predicare. Questi ragazzi non predicano soltanto, fanno davvero quello che dicono. Menomale che mi hanno tolto da quell’impiccio! Chissà quanto ci avrei messo da solo! Li ringrazio davvero tanto. Chi poteva immaginare che quel giorno avrei incontrato questi angeli?”