Vai direttamente al contenuto

“Un piccolo gesto di onestà”

 Danielle, una testimone di Geova del Sudafrica, trovò una borsa dimenticata da un cliente in una caffetteria. Nella borsa c’era un portafoglio con dei soldi e delle carte di credito. Decisa a restituirla al proprietario, Danielle cercò nella borsa un indirizzo o un numero di telefono, ma trovò solo il nome di un uomo. Provò a contattare quell’uomo attraverso la sua banca, ma senza risultati. Comunque non si diede per vinta: dato che nella borsa aveva trovato una ricevuta medica, chiamò al numero riportato sopra. La segretaria che rispose alla chiamata accettò di dare all’uomo il numero di Danielle.

 L’uomo fu sorpreso di ricevere dallo studio del suo medico una chiamata con cui veniva informato che Danielle aveva trovato la sua borsa e voleva restituirgliela. Quando si incontrarono, ad aspettarlo c’erano Danielle e suo padre. Colsero l’occasione per spiegargli perché si erano dati così tanto da fare per trovarlo. Dissero che, essendo testimoni di Geova, cercavano di seguire i princìpi biblici. Per questo ci tenevano così tanto a essere onesti in ogni circostanza (Ebrei 13:18).

 Qualche ora dopo l’uomo mandò un messaggio a Danielle e suo padre per ringraziarli nuovamente di avergli restituito la borsa e il portafoglio. Scrisse: “Ho apprezzato molto l’impegno che ci avete messo per rintracciarmi. Per me è stato un piacere conoscervi, e vi ricorderò con affetto per essere stati così calorosi e amichevoli. Come gesto di gratitudine, vorrei farvi un dono. So che fate dei sacrifici per servire il vostro Dio. Le vostre azioni rivelano che siete brave persone, e l’onestà e l’integrità morale di Danielle lo dimostrano. Grazie ancora. Dio benedica la vostra opera”.

 Alcuni mesi dopo, il padre di Danielle parlò di nuovo con l’uomo, che gli raccontò cosa gli era successo poco tempo prima. Aveva trovato una borsetta per terra mentre faceva la spesa. Quando era riuscito a trovare la proprietaria e gliel’aveva restituita, le aveva anche spiegato cosa lo aveva spinto a fare quel gesto: qualcun altro era stato onesto con lui. L’uomo ha commentato: “Un piccolo gesto di onestà e gentilezza innesca un circolo virtuoso che rende migliore la vita di tutti”.