Vai direttamente al contenuto

La buona notizia portata da un’inondazione

 Nel 2017, 12 Testimoni partirono dalla Costa dei Mosquitos del Nicaragua su un’imbarcazione chiamata Sturi Yamni. Stephen, uno di loro, ricorda: “Il nostro obiettivo era incoraggiare un piccolo gruppo di Testimoni che vivevano in una zona isolata e aiutarli a portare la buona notizia nel loro esteso territorio”.

 Partendo da Laguna delle Perle, i 12 Testimoni fecero un viaggio di 200 chilometri risalendo il Río Grande di Matagalpa. Non potevano immaginare che il nome della barca, nome che nella lingua mosquito significa “buona notizia”, avrebbe assunto un significato speciale per chi viveva lungo il fiume. Dopo aver viaggiato per circa 12 ore ed essersi fermati per una notte, i Testimoni raggiunsero la loro destinazione: La Cruz de Río Grande. Furono accolti con affetto dai sei compagni di fede che vivevano lì.

 Quella notte accadde qualcosa di spaventoso. Una violenta tempesta riversò un’enorme quantità d’acqua sulla sorgente del Río Grande di Matagalpa. Nel giro di qualche ora il fiume si ingrossò arrivando a rompere gli argini e per due giorni il suo livello continuò a salire. A La Cruz la Sala del Regno e molte case vennero inondate. I fratelli arrivati da poco aiutarono le persone del posto a lasciare le loro case e per le due notti successive molte di quelle persone furono ospitate nella casa a due piani di una sorella.

Sala del Regno di La Cruz durante l’inondazione

 La terza notte dopo il disastro il sindaco di La Cruz andò dai 12 Testimoni per chiedere il loro aiuto. Dato che la Sturi Yamni era l’unica imbarcazione abbastanza robusta da poter navigare nel fiume in piena, il sindaco chiese ai fratelli di accompagnare una squadra di volontari dalle altre comunità colpite che si trovavano lungo il fiume. I Testimoni furono contenti di collaborare.

 La mattina seguente tre Testimoni si misero in viaggio insieme alla squadra di soccorso. “Il fiume era impetuoso”, ricorda Stephen. “C’erano grossi alberi sradicati che venivano trasportati dalla corrente, si erano formati enormi vortici e le acque agitate del fiume scorrevano a una velocità di oltre 18 chilometri all’ora”. Nonostante le condizioni avverse l’imbarcazione riuscì a raggiungere tre villaggi.

 I tre Testimoni colsero quell’occasione per dare agli abitanti il conforto di cui avevano tanto bisogno. Distribuirono inoltre copie di un numero di Svegliatevi! del 2017 particolarmente adatto dal titolo “Disastri e calamità. Cosa fare prima, durante e dopo”.

 Gli abitanti dei villaggi lungo il fiume apprezzarono molto quello che i Testimoni fecero per aiutarli sia a livello pratico che spirituale. Alcuni dissero: “Sono pronti ad aiutare gli altri nei momenti difficili”. Altri fecero questo commento: “Amano veramente il prossimo”. Dopo aver visto gli sforzi compiuti dai Testimoni per dare sostegno ai loro compagni di fede e ad altri, molte persone di quei villaggi sono state più propense ad ascoltare il messaggio di conforto contenuto nella Bibbia.

Marco, uno dei 12 Testimoni, sceso dalla Sturi Yamni per predicare la buona notizia agli abitanti di un villaggio

La Sturi Yamni ormeggiata vicino a un villaggio inondato