Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

In che cosa credono i Testimoni di Geova?

In qualità di Testimoni di Geova, ci sforziamo di aderire al tipo di cristianesimo che Gesù insegnò e che i suoi apostoli seguirono. Questo articolo offre una panoramica delle nostre principali credenze.

  1. Dio. Adoriamo il solo vero e onnipotente Dio, il Creatore, il cui nome è Geova (Salmo 83:18; Rivelazione [Apocalisse] 4:11). Egli è l’Iddio di Abraamo, di Mosè e di Gesù (Esodo 3:6; 32:11; Giovanni 20:17).

  2. Bibbia. Riconosciamo che la Bibbia è il messaggio ispirato da Dio rivolto agli esseri umani (Giovanni 17:17; 2 Timoteo 3:16). Basiamo le nostre credenze su tutti i 66 libri che la compongono, includendo sia l’“Antico Testamento” che il “Nuovo Testamento”. Il professor Jason David BeDuhn lo ha evidenziato appropriatamente quando ha scritto che i Testimoni di Geova basano “l’insieme delle loro credenze e pratiche sull’effettivo testo biblico senza stabilire in anticipo cosa vogliono trovare”. *

    Sebbene accettiamo l’intera Bibbia, non siamo fondamentalisti. * Riconosciamo che alcune parti della Bibbia sono state scritte con un linguaggio figurato o simbolico e pertanto non devono essere prese alla lettera (Rivelazione 1:1).

  3. Gesù. Seguiamo gli insegnamenti e l’esempio di Gesù Cristo e lo onoriamo come nostro Salvatore e come il Figlio di Dio (Matteo 20:28; Atti 5:31). Quindi siamo cristiani (Atti 11:26). Tuttavia abbiamo appreso dalla Bibbia che Gesù non è l’Onnipotente Dio e che non c’è una base scritturale a sostegno della dottrina della Trinità (Giovanni 14:28).

  4. Il Regno di Dio. Si tratta di un governo reale situato nei cieli, e non di una condizione di cuore dei cristiani. Sostituirà i governi umani e realizzerà il proposito di Dio per la terra (Daniele 2:44; Matteo 6:9, 10). Agirà presto, in quanto la profezia biblica indica che stiamo vivendo negli “ultimi giorni” (2 Timoteo 3:1-5; Matteo 24:3-14).

    Gesù è il Re del Regno di Dio in cielo. Ha iniziato a regnare nel 1914 (Rivelazione 11:15).

  5. Salvezza. La liberazione dal peccato e dalla morte è resa possibile grazie al sacrificio di riscatto di Gesù (Matteo 20:28; Atti 4:12). Per beneficiare di questo sacrificio non basta solo esercitare fede in Gesù ma è necessario anche cambiare lo stile di vita e battezzarsi (Matteo 28:19, 20; Giovanni 3:16; Atti 3:19, 20). Le opere di una persona dimostrano che la sua fede è viva (Giacomo 2:24, 26). Tuttavia la salvezza non si può guadagnare; piuttosto è il risultato dell’“immeritata benignità di Dio” (Galati 2:16, 21).

  6. Cielo. Geova Dio, Gesù Cristo e gli angeli fedeli risiedono nel reame spirituale * (Salmo 103:19-21; Atti 7:55). Un numero relativamente piccolo di persone, 144.000 in tutto, sarà risuscitato alla vita celeste per regnare con Gesù nel Regno (Daniele 7:27; 2 Timoteo 2:12; Rivelazione 5:9, 10; 14:1, 3).

  7. Terra. Dio creò la terra perché fosse la dimora eterna dell’uomo (Salmo 104:5; 115:16; Ecclesiaste 1:4). Dio darà alle persone ubbidienti una salute perfetta e la vita eterna sulla terra trasformata in un paradiso (Salmo 37:11, 34).

  8. Male e sofferenze. Iniziarono quando uno degli angeli di Dio si ribellò (Giovanni 8:44). Questo angelo, che dopo la ribellione venne chiamato “Satana” e “Diavolo”, persuase la prima coppia umana a unirsi a lui, e le conseguenze per i loro discendenti sono state disastrose (Genesi 3:1-6; Romani 5:12). Per risolvere definitivamente le questioni morali sollevate da Satana, Dio ha permesso il male e le sofferenze, ma non sarà così per sempre.

  9. Morte. Le persone che muoiono cessano di esistere (Salmo 146:4; Ecclesiaste 9:5, 10). Non soffrono i tormenti di un inferno infuocato.

    Dio riporterà in vita miliardi di morti per mezzo della risurrezione (Atti 24:15). Tuttavia chi si rifiuterà di conoscere le vie di Dio dopo essere stato riportato in vita sarà distrutto per sempre senza speranza di risurrezione (Rivelazione 20:14, 15).

  10. Famiglia. Ci atteniamo alla norma originale sancita da Dio in merito al matrimonio, considerato l’unione di un uomo e una donna. L’unica base valida per il divorzio è l’immoralità sessuale (Matteo 19:4-9). Siamo convinti che la sapienza contenuta nella Bibbia aiuti ad avere una vita familiare felice (Efesini 5:22–6:1).

  11. Adorazione. Non veneriamo la croce né alcun’altra immagine (Deuteronomio 4:15-19; 1 Giovanni 5:21). Di seguito riportiamo alcuni aspetti fondamentali della nostra adorazione.

  12. Organizzazione. Siamo organizzati in congregazioni, ciascuna delle quali è coordinata da un corpo degli anziani. Comunque gli anziani non formano una classe clericale, e non sono stipendiati (Matteo 10:8; 23:8). Non versiamo la decima e alle nostre adunanze non si fanno collette (2 Corinti 9:7). Tutte le nostre attività vengono finanziate tramite contribuzioni anonime.

    Il Corpo Direttivo, un gruppo di cristiani maturi che servono presso la nostra sede mondiale, fornisce direttive per i Testimoni a livello globale (Matteo 24:45).

  13. Unità. In tutto il mondo siamo uniti dalle stesse credenze (1 Corinti 1:10). Inoltre ci impegniamo affinché tra di noi non vi siano divisioni dovute a differenze sociali, etniche, razziali o economiche (Atti 10:34, 35; Giacomo 2:4). La nostra unità lascia comunque spazio alle scelte personali. Ogni Testimone prende decisioni in armonia con la sua coscienza educata secondo la Bibbia (Romani 14:1-4; Ebrei 5:14).

  14. Condotta. Ci sforziamo di mostrare amore altruistico in ogni cosa che facciamo (Giovanni 13:34, 35). Evitiamo di fare cose che dispiacciono a Dio, come ad esempio usare il sangue in modo errato accettando le emotrasfusioni (Atti 15:28, 29; Galati 5:19-21). Siamo pacifici e non partecipiamo alle guerre (Matteo 5:9; Isaia 2:4). Rispettiamo il governo del posto in cui viviamo e ubbidiamo alle sue leggi finché queste non ci richiedono di disubbidire alle leggi di Dio (Matteo 22:21; Atti 5:29).

  15. Rapporti con gli altri. Gesù comandò: “Devi amare il tuo prossimo come te stesso”. Inoltre disse che i cristiani “non fanno parte del mondo” (Matteo 22:39; Giovanni 17:16). Perciò ci impegniamo per operare “ciò che è bene verso tutti”, rimanendo però neutrali nelle questioni politiche ed evitando di associarci ad altre religioni (Galati 6:10; 2 Corinti 6:14). Ad ogni modo rispettiamo le scelte che gli altri fanno in questi campi (Romani 14:12).

Se avete ulteriori domande sulle credenze dei Testimoni di Geova, potete leggere altre informazioni sul nostro sito Web, contattare uno dei nostri uffici, assistere a un’adunanza in un luogo vicino a voi o parlare con un testimone di Geova della vostra zona.

^ par. 4 Vedi il libro Truth in Translation, pagina 165.

^ par. 5 Per ulteriori informazioni, vedi Svegliatevi! di settembre 2006, riquadro a pagina 3.

^ par. 10 Gli angeli malvagi sono stati cacciati dal cielo, ma hanno continuato a esistere nel reame spirituale (Rivelazione 12:7-9).