Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

La Genesi in lingua dei segni americana

I SORDI hanno alzato e scosso entusiasticamente le mani in aria per applaudire a questo emozionante annuncio: “Vi farà piacere sapere che si sta lavorando alla traduzione di alcuni libri delle Scritture Ebraiche [Antico Testamento]. II video con la traduzione in lingua dei segni di Genesi è già disponibile”.

Questo annuncio è stato fatto durante il discorso conclusivo delle recenti assemblee dei testimoni di Geova in lingua dei segni americana (ASL).

Nel 2005 i testimoni di Geova hanno iniziato a tradurre in ASL la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, cominciando dal Vangelo di Matteo. Nel 2010 erano già stati tradotti in ASL tutti e 27 i libri di quello che è comunemente chiamato Nuovo Testamento.

I testimoni di Geova hanno tradotto alcuni libri della Bibbia anche in altre cinque lingue dei segni, tra cui quella italiana.

Perché tutto questo impegno? Perché si rendono conto che i testi della pagina stampata sono scritti in una lingua che molti sordi non hanno mai sentito parlare. Una traduzione della Bibbia accurata, chiara e naturale in lingua dei segni dà a un maggior numero di sordi la possibilità di capirne il contenuto e di stringere una relazione personale con Dio. Come è stata accolta questa traduzione della Bibbia?

Un ragazzo sordo ha detto: “Quando qualche anno fa è stato pubblicato il Vangelo di Matteo, ho pensato che fosse una prova del fatto che Geova Dio prova amore per me individualmente. La pubblicazione di Genesi ha rafforzato in me questa convinzione. Geova sta facendo di tutto perché io possa conoscerlo”.

Una sorda si è espressa in questo modo: “I segni sono così chiari ed espressivi! Mi sono innamorata della Bibbia. Ho capito che Geova vuole che io legga la sua Parola nel suo contesto, versetto dopo versetto, per riuscire a conoscerlo più profondamente. Questa chiarezza mi tocca il cuore e mi aiuta a esprimergli in modo più profondo i miei sentimenti in preghiera”.