Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

Gran Bretagna: galleria fotografica 2 (da settembre 2015 ad agosto 2016)

Gran Bretagna: galleria fotografica 2 (da settembre 2015 ad agosto 2016)

I Testimoni di Geova stanno trasferendo la filiale della Gran Bretagna da Mill Hill (Londra) a una località che si trova circa 70 chilometri più a est, vicino a Chelmsford, nell’Essex. Questa galleria fotografica mostra l’avanzamento dei lavori per la nuova filiale tra settembre 2015 e agosto 2016.

29 ottobre 2015 — Area di supporto principale

Operai gettano e livellano il calcestruzzo davanti a un’autofficina per le macchine da cantiere.

9 dicembre 2015 — Area di supporto principale

Una ditta esterna posa i pannelli di copertura di un edificio che ospiterà alcuni uffici e una sala da pranzo durante i lavori di costruzione.

18 gennaio 2016 — Area di supporto principale

All’entrata principale, un operaio usa un escavatore provvisto di cesoie per abbattere alcuni alberi selezionati. Le cesoie bloccano l’albero e lo tagliano, l’escavatore poi solleva il tronco e lo porta via. Per compensare l’abbattimento di questi alberi, i giardinieri pianteranno migliaia di nuovi alberi prima della fine dei lavori.

31 marzo 2016 — Sede della filiale

Operai rimuovono dal terreno tutti i rifiuti lasciati dal precedente proprietario. La terra può così essere pulita e riutilizzata.

14 aprile 2016 — Sede della filiale

Operai si preparano a sollevare e posizionare delle cabine temporanee tramite una gru. Sia la squadra di costruzione che le ditte esterne useranno queste cabine come uffici e strutture di servizio.

5 maggio 2016 — Sede della filiale

Operai smistano i materiali recuperabili in appositi contenitori. Il Comitato del progetto di costruzione si è posto l’obiettivo di riciclare il 95 per cento di tutti i rifiuti non pericolosi, e al momento questo obiettivo è stato più che raggiunto. Inoltre l’89 per cento di tutti i rifiuti da demolizione, come mattoni, calcestruzzo e legname, è stato recuperato per essere riutilizzato nel cantiere.

23 maggio 2016 — Area di supporto principale

Un componente della squadra di lavoro riempie uno dei fossati in cui passano le condutture. Queste condutture riforniranno gli alloggi temporanei degli operai.

26 maggio 2016 — Sede della filiale

Un collaboratore esterno raccoglie campioni di terreno per verificare se questo possa essere impiegato nella costruzione di strade attorno al cantiere.

31 maggio 2016 — Elaborazione grafica della sede della filiale

Il 31 maggio 2016 il Corpo Direttivo dei Testimoni di Geova ha approvato il progetto. Con questa autorizzazione e i permessi rilasciati dalle autorità locali, possono cominciare i lavori di costruzione.

16 giugno 2016 — Sede della filiale

Operai rimuovono materiale indesiderato dal terreno recuperato nel cantiere, che in questo modo potrà essere riutilizzato. Questo lavoro permette di eliminare le spese per la rimozione della terra e per l’acquisto di materiale sostitutivo.

20 giugno 2016 — Sede della filiale

Operai ripuliscono l’area dove verrà costruita la strada d’ingresso principale. I lavori sono proseguiti nonostante un mese di piogge torrenziali che hanno trasformato parte del cantiere in un pantano.

18 luglio 2016 — Area di supporto principale

Viene spruzzata acqua per le strade in modo da eliminare la polvere. Mantenere pulito il cantiere rientra nel codice di comportamento del Considerate Constructors Scheme, un ente a cui il Comitato del progetto di costruzione si è iscritto per rispettare le direttive di pianificazione locali. Il codice di comportamento promosso da questo ente è in linea con i princìpi biblici, dato che incoraggia a rispettare la comunità e ad avere considerazione per gli altri.

18 luglio 2016 — Area di supporto principale

Un’operaia taglia delle barre filettate che serviranno a sorreggere la struttura in cui passeranno i tubi dell’aria condizionata.

22 luglio 2016 — Sede della filiale

Operai separano 20.000 metri cubi di terreno misto a detriti. Come si vede al centro della fotografia, la terra viene caricata in un container. Grazie a una serie di reti con maglie di diversa grandezza, i detriti di grandi e medie dimensioni vengono separati, mentre il terriccio più fine scivola verso il fondo. Poi, tramite i nastri trasportatori posizionati sui tre lati del container, i diversi materiali vengono riversati nei dumper.

22 luglio 2016 — Sede della filiale

Collaboratori esterni rimuovono grandi quantità di terra in modo che il livello del terreno sia conforme ai requisiti di progettazione degli edifici.

18 agosto 2016 — Sede della filiale

Al centro della fotografia, a sinistra, una ditta esterna completa il livellamento del terreno; in questo modo si possono cominciare a costruire le fondamenta dell’edificio. Più indietro, a sinistra, si vedono gli alloggi temporanei ultimati, che possono ospitare 118 operai.

Per saperne di più

CHI STA FACENDO LA VOLONTÀ DI GEOVA OGGI?

Cos’è la Betel?

La Betel è un luogo speciale con un obiettivo molto importante. Scopri chi vi presta servizio.