Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

La lavanderia della Betel: dagli strofinacci alle cravatte di seta

Alla filiale dei testimoni di Geova degli Stati Uniti, nei tre complessi di Brooklyn, Patterson e Wallkill (stato di New York), giovani uomini e donne dedicano tempo ed energie al lavaggio di circa 1.800 tonnellate di indumenti e biancheria ogni anno. La quantità di capi in sé è impressionante, ma ciò che rende unico questo lavoro è la vasta tipologia dei capi lavati.

Ogni giorno lavorativo arrivano nelle lavanderie dei complessi della Betel degli Stati Uniti più di 11.000 capi di vestiario: 2.300 camicie e 650 paia di pantaloni, nonché calzini, biancheria intima e magliette. A questi vanno aggiunti altri 900 capi da lavare a secco.

La lavanderia riceve anche montagne di biancheria, tra cui asciugamani, lenzuola e coperte, oltre a divise da cameriere e strofinacci. Il tutto dev’essere lavato, asciugato e riconsegnato. Stracci e articoli simili vengono lavati in blocco, mentre cravatte di seta e camicette vengono maneggiate singolarmente.

Gli addetti alla lavanderia controllano ogni indumento per assicurarsi che non ci siano strappi o non manchino bottoni. Se occorre sostituire un bottone lo si cuce a macchina o a mano. Se un capo ha bisogno di essere aggiustato o sistemato, delle mani esperte risolvono il problema.

Per poter riconoscere le migliaia di capi lavorati viene applicata su ognuno un’etichetta con un codice a barre. Grazie a questo codice gli indumenti vengono divisi automaticamente in modo che, una volta lavati e stirati, possano essere riconsegnati nelle residenze della Betel in cui abitano i rispettivi proprietari.

I nuovi addetti alla lavanderia vengono addestrati da compagni di lavoro più esperti. Un addestramento completo può includere fino a 20 diverse mansioni. Un compito apparentemente semplice che però richiede perizia è la smacchiatura. Chi lavora in lavanderia da poco dovrà prima imparare a conoscere i vari tessuti e il modo in cui reagiscono ai diversi trattamenti e procedimenti.

Tajh, che è addetto alla lavanderia da un anno e mezzo, dice dei suoi compagni di lavoro: “L’atmosfera qui è eccezionale: lavorare con persone di ogni provenienza è molto piacevole”. Shelly, un’altra addetta, afferma: “È un onore contribuire all’eleganza della famiglia Betel”.