Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

Quando si abbattono calamità l’amore spinge all’azione

Nei momenti critici i testimoni di Geova aiutano i compagni di fede e altri. Il loro impegno è un’espressione di amore, qualità che contraddistingue i veri cristiani (Giovanni 13:35).

Quello che segue è un elenco parziale dei soccorsi prestati nell’arco di un anno a cavallo tra il 2011 e il 2012. L’elenco non include la cura spirituale ed emotiva che è parte integrante di questi interventi. I comitati di soccorso costituiti dalle nostre filiali hanno organizzato buona parte degli aiuti. In più, le congregazioni locali hanno regolarmente dato il loro apporto.

Giappone

Giappone. Sono state centinaia di migliaia le persone colpite dal terremoto e dallo tsunami che l’11 marzo 2011 si sono verificati nel nord del Giappone. Testimoni di Geova di tutto il mondo hanno contribuito generosamente mettendo a disposizione denaro, capacità e risorse. Ecco un video sui soccorsi prestati in Giappone nel dopo terremoto.

Brasile. Inondazioni, frane e colate di fango hanno provocato centinaia di morti. I testimoni di Geova hanno fatto arrivare nella regione colpita 42 tonnellate di alimenti non deperibili, 20.000 bottiglie d’acqua, 10 tonnellate di indumenti e 5 tonnellate di prodotti per l’igiene, nonché medicinali e altro.

Congo (Brazzaville). Nello scoppio di un deposito di munizioni le case di quattro testimoni di Geova sono andate distrutte e le abitazioni di altri 28 Testimoni sono state danneggiate. Agli sfollati sono stati provveduti cibo e indumenti. I Testimoni locali hanno dato ospitalità alle famiglie colpite dalla sciagura.

Congo (Kinshasa). Sono stati forniti medicinali ai malati di colera. Alle vittime delle inondazioni causate dalle piogge torrenziali sono stati donati indumenti. Coloro che vivono nei campi profughi hanno ricevuto assistenza medica, sementi e tonnellate di indumenti.

Venezuela. Piogge torrenziali hanno provocato inondazioni e colate di fango. I comitati di soccorso hanno prestato aiuto a 288 Testimoni delle zone colpite, e sono state costruite più di 50 nuove abitazioni. I comitati di soccorso stanno inoltre assistendo coloro che vivono nelle case minacciate dal continuo innalzamento del livello del lago di Valencia.

Filippine

Filippine. I tifoni hanno causato inondazioni in alcune zone del paese. La filiale ha inviato viveri e indumenti alle vittime, e i Testimoni locali hanno partecipato ai lavori di risanamento dopo il ritiro delle acque.

Canada. A seguito di un vasto incendio boschivo nell’Alberta, la congregazione di Slave Lake ha ricevuto una generosa donazione dai Testimoni della regione per i lavori di risanamento. Non è stato necessario utilizzare tutto il denaro donato, e la congregazione ha devoluto oltre la metà della somma in favore delle vittime di calamità in altre parti del mondo.

Costa d’Avorio. Prima, durante e dopo la guerra che ha sconvolto il paese sono stati forniti generi di prima necessità, alloggi e assistenza medica.

Figi. A causa delle alluvioni provocate da piogge torrenziali, la maggioranza delle 192 famiglie di Testimoni che vivono nelle zone colpite ha perso l’unica fonte di reddito e cibo, legata alle attività agricole. Sono stati inviati i viveri necessari.

Ghana. Sono stati provveduti alimenti, sementi e nuovi alloggi alle vittime delle inondazioni nella regione orientale del paese.

Stati Uniti. In tre stati i tornado hanno distrutto 12 abitazioni di Testimoni e ne hanno danneggiate 66. Anche se la maggior parte dei proprietari aveva una copertura assicurativa, sono stati loro messi a disposizione dei fondi per la ricostruzione.

Argentina. Le congregazioni dei testimoni di Geova hanno aiutato coloro che vivono nel sud del paese, le cui case sono state danneggiate dalle ceneri vulcaniche.

Mozambico. Sono stati forniti viveri a oltre 1.000 persone colpite dagli effetti della siccità.

Nigeria. È stato provveduto un sostegno economico a una ventina di Testimoni rimasti feriti in un grave incidente d’autobus. Nel nord del paese sono stati inviati soccorsi a molti che sono rimasti senza casa a seguito di scontri etnico-religiosi.

Benin. Le vittime di gravi inondazioni hanno ricevuto medicinali, indumenti, zanzariere, acqua potabile e un alloggio.

Repubblica Dominicana

Repubblica Dominicana. Dopo l’uragano Irene, le congregazioni locali hanno inviato aiuti e collaborato alla riparazione delle abitazioni.

Etiopia. In due regioni colpite dalla siccità e in una zona alluvionata sono stati inviati fondi per soddisfare le necessità delle vittime.

Kenya. Sono stati provveduti fondi alle vittime della siccità.

Malawi. Si è prestata assistenza a coloro che risiedono nel campo profughi Dzaleka.

Nepal. A una Testimone, la cui casa è stata gravemente danneggiata da una frana, è stato provveduto un alloggio temporaneo, e la congregazione locale si è presa cura di lei.

Papua Nuova Guinea. Alcuni piromani hanno incendiato otto abitazioni di Testimoni. Sono stati presi provvedimenti per ricostruirle.

Romania. Alcuni Testimoni hanno perso la casa a seguito di un’alluvione. È stata data loro assistenza nei lavori di ricostruzione.

Mali. Dal vicino Senegal sono arrivati fondi per aiutare chi non aveva cibo a motivo del cattivo raccolto provocato dalla siccità.

Sierra Leone. Medici Testimoni della Francia hanno assistito i loro compagni di fede che abitano nelle zone martoriate dalla guerra.

Thailandia. Disastrose inondazioni hanno causato ingenti danni in varie province. Le squadre di soccorso hanno riparato e reso di nuovo agibili 100 abitazioni e 6 Sale del Regno.

Repubblica Ceca. Dopo che le inondazioni avevano danneggiato diverse case, i Testimoni della vicina Slovacchia hanno partecipato alle operazioni di soccorso.

Srī Lanka. Sono state quasi completate le operazioni di soccorso organizzate dopo uno tsunami.

Sudan. Ai testimoni di Geova sfollati a causa dei combattimenti nel paese sono stati inviati viveri, indumenti, scarpe e teloni di plastica.

Tanzania. A causa di gravi inondazioni 14 famiglie hanno perso tutto ciò che avevano. Le congregazioni della zona hanno donato indumenti e utensili domestici. Una delle case è stata ricostruita.

Zimbabwe. La siccità ha provocato una carestia in una zona del paese. Sono stati inviati cibo e denaro.

Burundi. Si sta provvedendo soccorso e prestando assistenza medica ai rifugiati.