Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio, facile lettura)  |  giugno 2015

Rimanere casti è possibile

Rimanere casti è possibile

Mondate le vostre mani e purificate i vostri cuori (GIACOMO 4:8)

1. Molte persone cosa pensano che sia normale?

VIVIAMO in un mondo davvero immorale. Ad esempio molti pensano che sia normale essere omosessuali, o fare sesso con persone diverse dal proprio marito o dalla propria moglie. Film, libri, canzoni e pubblicità sono pieni di immoralità sessuale (Salmo 12:8). Ma Geova può aiutarci a vivere nel modo che piace a lui. Anche se il mondo è davvero immorale, noi possiamo rimanere casti, o puri. (Leggi 1 Tessalonicesi 4:3-5.)

2, 3. (a) Perché dobbiamo respingere i desideri sbagliati? (b) Di cosa parleremo in questo articolo?

2 Per piacere a Geova dobbiamo respingere tutto quello che lui odia. Ma visto che siamo imperfetti, potremmo sentirci attirati dall’immoralità, come un pesce si sente attirato dall’esca. Se iniziamo a fare pensieri immorali, dobbiamo respingerli immediatamente. Altrimenti il desiderio immorale diventerà così forte da farci peccare appena ne avremo la possibilità. È proprio come dice la Bibbia: “Il desiderio, quando è divenuto fertile, partorisce il peccato”. (Leggi Giacomo 1:14, 15.)

 3 È possibile che nel nostro cuore si sviluppi un desiderio sbagliato. Ecco perché dobbiamo stare molto attenti a quello che iniziamo a desiderare. Se respingiamo i desideri sbagliati, eviteremo l’immoralità sessuale e le sue tristi conseguenze (Galati 5:16). In questo articolo parleremo di tre cose che ci aiuteranno a combattere i desideri sbagliati: la nostra amicizia con Geova, i consigli della sua Parola e l’aiuto di cristiani maturi.

“ACCOSTATEVI A DIO”

4. Perché è importante che ci accostiamo a Geova?

4 La Bibbia dice che quelli che vogliono ‘accostarsi a Dio’ devono ‘mondare le loro mani’, cioè ripulirle, e ‘purificare i loro cuori’ (Giacomo 4:8). Se consideriamo Geova il nostro migliore Amico, vogliamo piacergli non solo con le nostre azioni, ma anche con i nostri pensieri. E se i nostri pensieri sono casti e puri, anche il nostro cuore sarà puro (Salmo 24:3, 4; 51:6; Filippesi 4:8). Geova sa che siamo imperfetti e che potremmo iniziare a fare dei pensieri immorali. Ma noi non vogliamo dispiacergli e quindi faremo tutto il possibile per respingere i pensieri sbagliati (Genesi 6:5, 6). Riflettere sul dispiacere che daremmo a Geova ci darà la forza di mantenere casti i nostri pensieri.

5, 6. Come può aiutarci la preghiera a combattere i desideri immorali?

5 Se continuiamo a pregare Geova per chiedergli aiuto, lui ci aiuterà a combattere i pensieri immorali. Ci darà il suo spirito santo e così avremo la forza di rimanere casti. Quando preghiamo, diciamogli che vogliamo che i nostri pensieri gli piacciano (Salmo 19:14). Chiediamogli umilmente di vedere se abbiamo nel cuore qualche desiderio pericoloso che potrebbe farci peccare (Salmo 139:23, 24). Continuiamo a chiedere aiuto a Geova per respingere l’immoralità e per fare sempre la cosa giusta anche quando è difficile (Matteo 6:13).

6 Forse prima di conoscere Geova ci piaceva fare cose che gli dispiacciono, e magari ancora oggi combattiamo i desideri sbagliati che avevamo in passato. Ma Geova può aiutarci a cambiare e a fare le cose che gli piacciono. Prendiamo il caso del re Davide. Davide ebbe rapporti sessuali con Betsabea, ma in seguito si pentì e supplicò Geova di dargli un “cuore puro” e di aiutarlo a essere ubbidiente (Salmo 51:10, 12). Quindi, se in passato avevamo forti desideri immorali e li stiamo ancora combattendo, ricordiamo che Geova può aiutarci a sviluppare un desiderio ancora più forte: quello di ubbidirgli e di fare la cosa giusta. Grazie a lui possiamo davvero tenere sotto controllo i nostri pensieri imperfetti (Salmo 119:133).

Se nel nostro cuore comincia a svilupparsi un desiderio sbagliato, dobbiamo eliminarlo immediatamente (Vedi il paragrafo 6)

“DIVENITE OPERATORI DELLA PAROLA”

7. In che modo la Parola di Dio ci aiuta a respingere i pensieri immorali?

7 Geova può rispondere alle nostre richieste di aiuto tramite la sua Parola, la Bibbia. Nella Bibbia troviamo la sapienza di Dio, che è pura (Giacomo 3:17). Se leggiamo la Bibbia tutti i giorni, la nostra mente si riempirà di pensieri puri (Salmo 19:7, 11; 119:9, 11). Inoltre nella Bibbia troviamo esempi e avvertimenti che ci aiuteranno a respingere pensieri e desideri immorali.

8, 9. (a) Quali azioni del ragazzo di Proverbi capitolo 7 lo portano ad avere rapporti sessuali con una donna immorale? (b) Il racconto di Proverbi capitolo 7 quali situazioni può aiutarci a evitare?

8 In Proverbi 5:8 la Parola di Dio ci  avverte di stare lontani dall’immoralità. In Proverbi capitolo 7 leggiamo la storia di un ragazzo che esce a fare una passeggiata di notte e va nelle vicinanze della casa di una donna immorale. La donna è all’angolo della strada ed è vestita come una prostituta. Lei gli va incontro, lo afferra, lo bacia e gli dice delle parole che fanno nascere in lui desideri sbagliati. Il ragazzo non respinge quei desideri e alla fine i due hanno rapporti sessuali. Anche se non era uscito con l’intenzione di commettere un peccato, il ragazzo lo commette, e ne dovrà pagare le tristi conseguenze per tutta la vita. Se solo si fosse reso conto del pericolo, sarebbe stato lontano da quella donna (Proverbi 7:6-27).

9 Come quel ragazzo, anche noi potremmo prendere decisioni sbagliate perché non ci rendiamo conto del pericolo. Per esempio, durante la notte alcuni canali televisivi trasmettono programmi immorali, quindi sarebbe pericoloso continuare a cambiare canale solo per vedere cosa c’è in TV. E sarebbe anche molto pericoloso se su Internet ci mettessimo a cliccare su dei link senza sapere dove ci porteranno. Un altro pericolo sono le chat room e i siti che contengono pubblicità pornografiche. In situazioni del genere, rischiamo di guardare immagini che possono farci venire desideri immorali. E questi desideri possono portarci a disubbidire a Geova.

10. In quali casi è pericoloso comportarsi in modo romantico, e perché? (Vedi l’illustrazione iniziale.)

 10 La Bibbia ci parla anche di come dovrebbero trattarsi uomo e donna. (Leggi 1 Timoteo 5:2.) Un cristiano dovrebbe comportarsi in modo romantico solo con il proprio coniuge o con la persona che vuole sposare. Alcuni pensano che non ci sia niente di male a comportarsi in modo romantico anche con altri, magari tramite movimenti del corpo, gesti o sguardi. Pensano che finché non si arriva al contatto fisico non ci sia nessun problema. Ma quando due persone si comportano così, possono iniziare a fare pensieri immorali, e questo può portarle a commettere immoralità sessuale. È già successo e può succedere ancora.

11. Che lezione possiamo imparare da Giuseppe?

11 L’esempio di Giuseppe è molto utile per noi. La moglie di Potifar cercava di tentare Giuseppe a fare sesso con lei. Lui la respingeva, ma lei non si arrendeva: tutti i giorni gli chiedeva di “restare con lei” (Genesi 39:7, 8, 10). Secondo uno studioso, la moglie di Potifar sperava che, se si fossero trovati da soli, Giuseppe l’avrebbe desiderata. Ma Giuseppe era deciso a rifiutare le sue attenzioni e non mostrò nessun interesse per lei. Così non permise che desideri sbagliati si sviluppassero nel suo cuore. E quando lei gli afferrò la veste e cercò di costringerlo a fare sesso, lui immediatamente “le lasciò la veste in mano e si diede alla fuga, e uscì fuori” (Genesi 39:12).

12. Come sappiamo che le cose che guardiamo possono influire sul nostro cuore?

12 Gesù ci avvertì che le cose che guardiamo possono influire sul nostro cuore e farci venire desideri sessuali sbagliati. Infatti disse: “Chiunque continua a guardare una donna in modo da provare passione per lei ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore” (Matteo 5:28). Fu proprio quello che successe al re Davide. Un giorno mentre era in terrazza vide una donna che faceva il bagno, ma non smise di guardarla né di pensare a lei (2 Samuele 11:2). Anche se era la moglie di un altro uomo, Davide cominciò a desiderarla e alla fine ebbe rapporti sessuali con lei.

13. Perché dobbiamo fare “un patto” con i nostri occhi, e come possiamo farlo?

13 Se vogliamo respingere i pensieri immorali, dobbiamo seguire l’esempio di Giobbe, che fece ‘un patto con i suoi occhi’ (Giobbe 31:1, 7, 9). Come lui, anche noi possiamo decidere di non guardare mai una persona in modo da provare desideri immorali per lei. E se ci capita di vedere un’immagine immorale sullo schermo di un computer, su un cartellone pubblicitario, su una rivista o in qualsiasi altro posto, guardiamo subito da un’altra parte.

14. Cosa dobbiamo fare per rimanere casti?

14 Dopo aver riflettuto su queste informazioni, forse capiamo che abbiamo bisogno di fare di più per combattere i desideri immorali. Se dobbiamo fare dei cambiamenti, facciamoli subito. Se ubbidiamo a quello che ci dice Geova, riusciremo a evitare l’immoralità sessuale e rimarremo casti. (Leggi Giacomo 1:21-25.)

‘CHIAMATE GLI ANZIANI’

15. Se troviamo difficile combattere i desideri sbagliati, perché è importante chiedere aiuto?

15 Se troviamo difficile combattere i desideri sbagliati, parliamo con qualcuno in congregazione che serve Geova da  molto tempo e che può darci buoni consigli tramite la Parola di Dio. Potrebbe non essere facile parlare con altri dei nostri problemi personali, ma chiedere aiuto è importante (Proverbi 18:1; Ebrei 3:12, 13). Cristiani maturi possono aiutarci a capire quali cambiamenti dobbiamo fare. E poi facciamo quei cambiamenti. In questo modo Geova continuerà a essere nostro Amico.

16, 17. (a) In che modo gli anziani possono aiutare chi trova difficile combattere i desideri immorali? Fate un esempio. (b) Perché chi guarda materiale pornografico deve chiedere immediatamente aiuto?

16 Gli anziani di congregazione sono le persone più qualificate per aiutarci. (Leggi Giacomo 5:13-15.) Per molti anni un ragazzo in Brasile ha trovato difficile combattere i desideri sbagliati. Dice: “Sapevo che i miei pensieri dispiacevano a Geova, ma avevo troppa vergogna di parlare con altri di quello che provavo”. Un anziano però si accorse che il ragazzo aveva bisogno di aiuto e lo incoraggiò a farsi aiutare dagli anziani. Il ragazzo racconta: “Rimasi sorpreso dal modo gentile in cui gli anziani mi trattarono. Non credevo di meritare tutta quella gentilezza e comprensione. Mi ascoltarono con attenzione. Usarono la Bibbia per confermarmi che Geova mi amava, e pregarono con me. Queste cose mi resero più facile accettare i consigli biblici che mi diedero”. In seguito il ragazzo ha rafforzato la sua amicizia con Geova, e dice: “Oggi mi rendo conto di quanto sia importante chiedere aiuto invece di cercare di portare i propri pesi da soli”.

17 Se abbiamo il vizio di guardare materiale pornografico, dobbiamo chiedere aiuto immediatamente. Più aspettiamo, più aumenterà il rischio di commettere immoralità sessuale. Così feriremmo altri e alcuni potrebbero parlare male di Geova per colpa nostra. Il desiderio di piacere a Geova e di rimanere nella congregazione cristiana ha spinto molti a chiedere aiuto agli anziani e ad accettare i loro consigli (Salmo 141:5; Ebrei 12:5, 6; Giacomo 1:15).

DETERMINATI A RIMANERE CASTI

18. Cosa siamo determinati a fare?

18 Il mondo di Satana sta diventando sempre più immorale. Ma come servitori di Geova ci impegniamo al massimo per mantenere puri i nostri pensieri e per essere casti. E Geova è davvero orgoglioso di noi. Vogliamo quindi rimanere vicini a Geova e seguire i consigli che vengono dalla sua Parola e dalla congregazione cristiana. Se lo faremo, saremo felici e avremo una coscienza pulita (Salmo 119:5, 6). E in futuro, dopo che Satana sarà stato eliminato, vivremo per sempre nel puro nuovo mondo di Dio.