Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio, facile lettura)  |  aprile 2015

Quanto è reale la nostra relazione con Geova?

Quanto è reale la nostra relazione con Geova?

Accostatevi a Dio, ed egli si accosterà a voi (GIACOMO 4:8)

1. Perché dobbiamo mantenere forte la nostra relazione con Geova?

SE SEI un testimone di Geova battezzato, hai qualcosa di molto prezioso: una relazione con Geova. Ma questa relazione è continuamente attaccata dal mondo di Satana e rischia di essere indebolita dalle nostre imperfezioni. Quindi tutti noi dobbiamo impegnarci per mantenere più forte possibile la nostra relazione con Geova.

2. (a) Cos’è una relazione? (Vedi la nota in calce.) (b) Come puoi rendere più forte la tua relazione con Geova?

2 Consideri Geova una persona reale? Lo consideri un tuo amico? Vorresti che la tua relazione con lui fosse ancora più forte? Giacomo 4:8 dice cosa bisogna fare: “Accostatevi a Dio, ed egli si accosterà a voi”. La tua relazione con Geova, quindi, coinvolge sia te che lui. * (Vedi la nota  in calce.) Sei fai dei passi per avvicinarti a lui, anche lui farà dei passi per avvicinarsi a te. Più ti avvicini a Geova, più lui diventerà reale per te e la tua relazione con lui sarà talmente forte che ti sentirai come Gesù quando disse: “Colui che mi ha mandato è reale” e “io lo conosco” (Giovanni 7:28, 29). Ma cosa puoi fare in pratica per avvicinarti di più a Geova?

Come puoi comunicare con Dio? (Vedi il paragrafo 3)

3. Come puoi comunicare con Geova?

3 Per avvicinarti a Geova è molto importante che tu e lui comunichiate regolarmente. Ma come è possibile farlo? Pensa a come potete comunicare tu e un tuo amico che vive lontano. Magari potete scrivervi o parlarvi al telefono, e forse potete farlo spesso. Allo stesso modo tu parli con Geova quando preghi regolarmente. (Leggi Salmo 142:2.) Ma come permetti a Geova di parlarti? Leggendo regolarmente la sua Parola, la Bibbia, e meditando su di essa. (Leggi Isaia 30:20, 21.) Se tu e Geova comunicate regolarmente, la vostra relazione si rafforzerà e lui diventerà una persona reale per te. Vediamo come avviene tutto questo.

QUANDO STUDI LA BIBBIA PERMETTI A GEOVA DI PARLARTI

4, 5. Come ti parla Geova quando studi la Bibbia? Fai un esempio.

4 Come sappiamo, la Bibbia è il messaggio di Dio per tutta l’umanità. Ma può aiutare anche te personalmente ad avvicinarti di più a Geova. Come? Quando leggi e studi regolarmente la Bibbia, nota l’effetto che ha su di te quello che stai leggendo. Pensa anche a come puoi mettere in pratica quello che impari. Quando lo fai, stai permettendo a Geova di parlarti. In questo modo lui diventerà per te un caro amico, e ti avvicinerai di più a lui (Ebrei 4:12; Giacomo 1:23-25).

5 Per esempio, Gesù disse: “Smettete di accumularvi tesori sulla terra”. Che effetto hanno su di te queste parole? Se stai facendo del tuo meglio per mettere Geova al primo posto nella tua vita, sentirai che Geova è contento di te. Leggendo le parole di Gesù, però, potresti accorgerti che hai  bisogno di semplificare la tua vita e di concentrarti di più sul servire Dio. Se è così, Geova ti sta aiutando a capire cosa tu puoi fare per avvicinarti di più a lui (Matteo 6:19, 20).

6, 7. (a) Quando studiamo la Bibbia, cosa succede all’amore che proviamo per Geova e all’amore che lui prova per noi? (b) Quale dovrebbe essere il nostro obiettivo principale quando studiamo la Bibbia?

6 È vero che quando studiamo la Bibbia impariamo quali sono i cambiamenti che dobbiamo fare per servire meglio Geova. Ma impariamo anche a conoscere la sua meravigliosa personalità e le cose che fa spinto dall’amore. Questo ci spinge ad amarlo ancora di più. E man mano che cresce il nostro amore per Geova, cresce anche l’amore che lui prova per noi. Così la nostra relazione con lui diventa ancora più forte. (Leggi 1 Corinti 8:3.)

7 Per avvicinarci a Geova è importante studiare la Bibbia con il giusto obiettivo. Gesù disse: “Questo significa vita eterna, che acquistino conoscenza di te, il solo vero Dio, e di colui che tu hai mandato, Gesù Cristo” (Giovanni 17:3). Possiamo imparare molte cose nuove e interessanti quando leggiamo la Bibbia. Ma il nostro obiettivo principale dovrebbe essere quello di conoscere meglio Geova come persona (leggi Esodo 33:13; Salmo 25:4).

8. (a) Cosa potrebbero pensare alcuni per come Geova trattò il re Azaria? (b) Se conosci Geova, come consideri quello che fa?

8 Quando conosciamo Geova e lo consideriamo un caro amico non ci preoccupiamo se la Bibbia non spiega sempre perché agì in un certo modo. Prendiamo l’esempio del re Azaria. Quando era re di Giuda non adorò falsi dèi, anche se il popolo lo faceva. “Continuò a fare ciò che era retto agli occhi di Geova” (2 Re 15:1-5). Ma a un certo punto Geova punì Azaria con la lebbra. Perché? Questo racconto non lo dice. Cosa pensi di quello che fece Geova? Ti preoccupi e pensi che Geova sia stato ingiusto e che abbia punito Azaria senza motivo? No. Se conosci Geova veramente, sai che quando disciplina qualcuno, lo fa sempre con giustizia. Punisce sempre “in debita misura”, cioè non esagera mai (Geremia 30:11). Di conseguenza anche se forse non sai perché Geova punì Azaria, sei sicuro che Geova fece la cosa giusta.

9. Quali particolari ci fanno capire perché Geova punì Azaria con la lebbra?

9 La Bibbia ci dà altri particolari sulla vita del re Azaria, che era anche chiamato Uzzia (2 Re 15:7, 32). Il racconto di 2 Cronache 26:3-5, 16-21 dice che questo re fece “ciò che era retto agli occhi di Geova”. Ma aggiunge che in seguito “il suo cuore si insuperbì fino al punto di causare rovina”. Il re cercò di fare qualcosa che potevano fare solo i sacerdoti. Ben 81 sacerdoti gli dissero che stava sbagliando e cercarono di fermarlo. Ma lui come reagì? Era diventato così orgoglioso che si arrabbiò con loro. Questi particolari in più ci fanno capire perché Geova punì Azaria con la lebbra.

Più conosci Geova, più acquisti fiducia che fa sempre la cosa giusta

10. Perché non abbiamo bisogno di conoscere le ragioni di tutto quello che fa Geova? E come possiamo avere più fiducia che Geova fa sempre la cosa giusta?

 10 Quale lezione importante impariamo? La storia del re Azaria ha abbastanza particolari che ci aiutano a capire perché Geova lo punì. Ma quando la Bibbia non dà tutti i particolari di una storia, che cosa fai? Metti in dubbio che Geova abbia fatto veramente la cosa giusta? O credi che la Bibbia dia abbastanza informazioni per aver fiducia che Geova fa sempre la cosa giusta? (Deuteronomio 32:4). Più conosci Geova come persona, più lo amerai e avrai fiducia in lui. E allora non avrai bisogno di conoscere le ragioni di tutto quello che fa. Man mano che studi la Bibbia, Geova diventerà più reale per te e tu ti avvicinerai di più a lui (Salmo 77:12, 13).

QUANDO PREGHI PARLI A GEOVA

11-13. Come facciamo a sapere che Geova ascolta le preghiere? (Vedi l’illustrazione iniziale.)

11 Quando preghiamo ci avviciniamo a Geova. Lo lodiamo, lo ringraziamo e gli chiediamo aiuto (Salmo 32:8). Ma se vuoi avere un’amicizia stretta con Geova devi essere convinto che lui ascolta le preghiere.

12 Alcuni dicono che Geova non ascolta le preghiere e che pregare è solo una cosa che aiuta a sentirsi meglio. Credono che la preghiera aiuti semplicemente a pensare con attenzione ai propri problemi e a trovare le risposte da soli. È vero che la preghiera  potrebbe aiutarti in questi modi. Ma quando parli a Geova in preghiera, lui ti ascolta veramente. Come fai a esserne sicuro?

Puoi essere sicuro che Geova ascolta le tue preghiere

13 Rifletti: prima di venire sulla terra Gesù vide che Geova rispondeva alle preghiere delle persone che Lo servivano. E quando venne sulla terra, Gesù pregò suo Padre in cielo, parlandogli dei suoi pensieri e sentimenti. In un’occasione pregò addirittura per tutta la notte (Luca 6:12; 22:40-46). Lo avrebbe fatto se avesse pensato che Geova non lo ascoltava? E poi Gesù insegnò anche ai discepoli a pregare. L’avrebbe fatto se avesse pensato che Geova non ascolta le preghiere? È chiaro che Gesù sapeva che Geova ascolta veramente le preghiere. Infatti disse: “Padre, ti ringrazio di avermi ascoltato. Veramente, io sapevo che mi ascolti sempre”. Anche noi possiamo essere certi che Geova ascolta le nostre preghiere (Giovanni 11:41, 42; Salmo 65:2).

14, 15. (a) Perché ci è utile chiedere cose specifiche in preghiera? (b) In che modo le preghiere di Kathy l’hanno aiutata ad avvicinarsi di più a Geova?

14 La risposta alle tue preghiere potrebbe non essere sempre chiara. Ma quando chiedi cose specifiche in preghiera, riuscirai a capire più chiaramente le risposte di Geova, e così lui diventerà più reale per te. Se parli apertamente a Geova e gli dici tutto quello che ti preoccupa, lui si avvicinerà di più a te.

15 Prendiamo l’esempio di Kathy. Andava spesso in servizio, ma non le piaceva farlo. * (Vedi la nota in calce.) Questa sorella racconta: “Non mi  piaceva uscire in servizio. Non mi piaceva proprio per niente”. Ma quando Kathy andò in pensione, un anziano la incoraggiò a fare la pioniera regolare. Lei dice: “Mi mise anche in mano la domanda. Decisi di fare la pioniera ma cominciai anche a pregare Geova ogni giorno perché mi aiutasse a provare piacere nel servizio”. Geova ha risposto alle sue preghiere? Oggi, dopo tre anni che è pioniera, la sorella racconta: “In questi anni ho passato più tempo nel ministero e ho imparato molto dalle altre sorelle. Come risultato, pian piano ho migliorato la mia capacità di dare testimonianza. Oggi il servizio non mi piace, lo adoro! Inoltre la mia relazione con Geova è diventata molto più forte di prima”. Le preghiere di Kathy l’hanno aiutata davvero ad avvicinarsi di più a Geova.

Continua ad avvicinarti a Geova (Vedi i paragrafi 16 e 17)

FAI LA TUA PARTE

16, 17. (a) Cosa dobbiamo fare per continuare a rafforzare la nostra relazione con Geova? (b) Di cosa parleremo nel prossimo articolo?

16 Possiamo continuare ad avvicinarci a Geova per tutta la vita. Quindi continuiamo ad ascoltarlo studiando regolarmente la Bibbia, e continuiamo a parlargli per mezzo della preghiera. Se lo facciamo la nostra relazione con Geova diventerà sempre più forte, e con il suo aiuto riusciremo a sopportare le prove.

Possiamo continuare ad avvicinarci a Geova per tutta la vita

17 A volte però, anche se preghiamo Geova continuamente, i problemi rimangono sempre lì. In queste circostanze, potremmo cominciare a perdere fiducia in lui. Potremmo pensare che Geova non ascolta le nostre preghiere e potremmo chiederci se veramente siamo suoi amici. Se ti cominci a sentire così, cosa puoi fare? Il prossimo articolo ti sarà d’aiuto.

^ par. 2 Una relazione tra due persone è un legame che dipende da quello che provano e fanno l’una per l’altra. Tutt’e due devono fare qualcosa per mantenere forte la relazione.

^ par. 15 Il nome è stato cambiato.