Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  luglio 2015

 IN COPERTINA | COME GESTIRE L’ANSIA

In ansia per il denaro

In ansia per il denaro

“A seguito dell’inflazione galoppante che colpì il nostro paese, il cibo iniziò a scarseggiare e divenne molto costoso”, racconta Paul, un uomo sposato con due figli. “Facevamo la fila per ore, ma spesso il cibo finiva prima che arrivasse il nostro turno. Le persone diventarono terribilmente magre per la fame e alcune svenivano per strada. I prezzi dei beni di prima necessità arrivarono alle stelle raggiungendo l’ordine dei milioni e poi dei miliardi. Infine la moneta locale si svalutò del tutto. Finii col perdere conto bancario, assicurazione e fondo pensionistico”.

Paul

Paul era consapevole che la sopravvivenza della sua famiglia dipendeva dalla “saggezza” che lui avrebbe dimostrato (Proverbi 3:21). Spiega: “Lavoravo nel campo degli impianti elettrici, ma fui disposto ad accettare qualsiasi lavoro, anche se retribuito molto meno del normale. A volte venivo pagato con cibo o articoli per la casa. Se mi pagavano con quattro saponette, ne usavo due e vendevo le altre. Una volta mi ritrovai con 40 pulcini; quando crebbero li vendetti e ne comprai altri 300. In seguito barattai 50 polli con due sacchi da 50 chili di farina di mais. Con quei sacchi riuscii a sfamare la mia famiglia e diverse altre famiglie per molto tempo”.

Paul sapeva anche che la cosa più saggia che si possa fare è confidare in Dio. Quando facciamo ciò che Dio richiede, lui viene in nostro aiuto. A proposito di procurarsi il necessario, Gesù disse: “Cessate di affannarvi; poiché [...] il Padre vostro sa che avete bisogno di queste cose” (Luca 12:29-31).

Purtroppo il grande nemico di Dio, Satana, ha indotto con l’inganno la maggioranza delle persone a imperniare la propria esistenza sulla preoccupazione per le cose materiali. La gente è estremamente preoccupata per le proprie necessità, reali o presunte, e cerca ansiosamente di procurarsi cose di cui non ha veramente bisogno. Molti contraggono debiti, imparando a proprie  spese che “chi prende a prestito è servitore dell’uomo che fa il prestito” (Proverbi 22:7).

Alcune persone prendono decisioni che si rivelano poco sagge. “Molti dei nostri vicini hanno lasciato la famiglia e gli amici per andare in cerca di ‘pascoli più verdi’ all’estero”, racconta Paul. “Alcuni sono partiti senza avere i documenti necessari per emigrare e non sono riusciti a trovare lavoro. Si sono spesso ritrovati a nascondersi dalla polizia e a dormire per strada. Non hanno dato a Dio la possibilità di aiutarli. Ma noi abbiamo deciso di affrontare i problemi economici insieme come famiglia, con l’aiuto di Dio”.

SEGUIRE I CONSIGLI DI GESÙ

Paul continua: “Gesù disse: ‘Non siate mai ansiosi del domani, poiché il domani avrà le proprie ansietà. Basta a ciascun giorno il proprio male’. Quindi ogni giorno pregavo Dio di aiutarci a sopravvivere. Gli chiedevo semplicemente: ‘Dacci oggi il nostro pane per questo giorno’. E lui ci ha aiutato, proprio come Gesù aveva promesso. Non sempre avevamo quello che ci piaceva di più. Una volta mi misi in fila per prendere del cibo senza sapere cosa veniva venduto. Quando arrivò il mio turno, mi resi conto che si trattava di yogurt. A me non piace lo yogurt. Ma era cibo, quindi quella sera mangiammo yogurt. Sono grato a Dio che durante tutto quel periodo la mia famiglia non andò mai a letto a stomaco vuoto. *

Dio ha promesso: “Non ti lascerò affatto né in alcun modo ti abbandonerò” (Ebrei 13:5)

“Al momento le cose vanno un po’ meglio dal punto di vista economico. Ma l’esperienza ci ha insegnato che il miglior antidoto contro l’ansia è confidare in Dio. Finché ci sforziamo di fare la sua volontà, Geova * ci aiuterà sempre. Abbiamo riscontrato la veracità delle parole del Salmo 34:8: ‘Gustate e vedete che Geova è buono; felice è l’uomo robusto che si rifugia in lui’. Di conseguenza l’idea di dover affrontare nuovamente situazioni economiche difficili non ci spaventa.

Dio aiuta chi gli è fedele ad avere il “pane per questo giorno”

“Adesso capiamo chiaramente che per sopravvivere abbiamo bisogno di cibo, non di lavoro o soldi. Non vediamo l’ora che arrivi il tempo in cui si adempirà la promessa di Dio: ‘Ci sarà abbondanza di grano sulla terra’. Nel frattempo, ‘avendo nutrimento e di che coprirci, di queste cose saremo contenti’. Ci incoraggiano le parole della Bibbia: ‘La vostra maniera di vivere sia libera dall’amore del denaro, accontentandovi delle cose presenti. Poiché egli ha detto: “Non ti lascerò affatto né in alcun modo ti abbandonerò”. Così possiamo aver coraggio e dire: “Geova è il mio soccorritore; non avrò timore”’”. *

Ci vuole vera fede per ‘camminare con Dio’ come stanno facendo Paul e la sua famiglia (Genesi 6:9). Sia che stiamo affrontando una grave crisi economica o che ci capiterà di affrontarne una in futuro, l’esempio di fede e di saggezza di Paul ci insegna importanti lezioni.

Ma che dire se a causarci l’ansia sono i problemi familiari?

^ par. 10 Geova è il nome di Dio rivelato nella Bibbia.

Per saperne di più

SVEGLIATEVI!

Tre cose che non si comprano con i soldi

Col denaro si possono acquistare molte cose necessarie, ma nella vita la soddisfazione più grande deriva da cose che non si possono comprare.