Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  marzo 2015

 IN COPERTINA | GESÙ CI SALVA: DA COSA?

Perché abbiamo bisogno di essere salvati

Perché abbiamo bisogno di essere salvati

“L’uomo, nato di donna, è di breve vita e sazio di agitazione. Come un fiore, è venuto su ed è reciso, e fugge come l’ombra e non continua a esistere” (Giobbe 14:1, 2).

Sin dai tempi più remoti l’uomo sogna l’eterna giovinezza, una vita meravigliosa in perfetta salute. Purtroppo, però, la cruda realtà è un’altra: tutti moriamo. Le succitate parole di Giobbe, pronunciate più di tremila anni fa, sono vere ancora oggi.

Il desiderio di vivere per sempre è profondamente radicato ed è universale. La Bibbia dice che Dio ha messo nel nostro cuore il pensiero dell’eternità e il desiderio di comprenderla (Ecclesiaste 3:11). Stando così le cose, vi sembra logico che un Dio amorevole abbia messo in noi un desiderio irrealizzabile? Se rispondete no, siete nel giusto. Infatti la Parola di Dio definisce la morte un nemico e promette che “sarà ridotta a nulla” (1 Corinti 15:26).

Che la morte sia un nemico è evidente. A nessuna persona ragionevole piace l’idea di morire. Se si presenta un pericolo lo evitiamo, ci nascondiamo o scappiamo. Quando ci ammaliamo, cerchiamo i modi per guarire. Facciamo di tutto pur di evitare le cose che potrebbero farci perdere la vita.

C’è qualche ragione per credere che questo antichissimo nemico sarà ridotto a nulla? Effettivamente sì. Geova Dio non creò l’uomo perché vivesse solo pochi anni per poi morire. Nel suo proposito originale la morte dell’uomo non era prevista. Dio voleva che gli esseri umani vivessero in eterno sulla terra, e il suo proposito si adempie sempre (Isaia 55:11).

Come, dunque, si porrà fine alla morte? Nel corso della storia gli uomini hanno lottato per eliminare la nemica morte, ma inutilmente. Questi tentativi continuano anche oggi. Gli scienziati hanno prodotto vaccini e farmaci che tengono sotto controllo certe malattie. Hanno studiato a fondo la struttura genetica degli organismi viventi. In molti luoghi, le persone vivono mediamente più a lungo rispetto a un secolo fa. Eppure la morte è tutt’altro che sconfitta. Come fa notare la Bibbia, “tutti tornano alla polvere” (Ecclesiaste 3:20).

Ma ci sono buone notizie: per cambiare una volta per tutte questa situazione non dobbiamo fare affidamento sull’ingegno umano. A salvarci, o liberarci dalla morte, ci ha già pensato Geova Dio con un provvedimento che ha come figura cardine Gesù Cristo.