Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  gennaio 2015

 IN COPERTINA | UN GOVERNO SENZA CORRUZIONE

Il Regno di Dio: Un governo senza corruzione

Il Regno di Dio: Un governo senza corruzione

“In definitiva, gli amministratori pubblici rimangono pur sempre cittadini e siamo tutti il medesimo prodotto della società”. Così si è espresso il presidente dei revisori dei conti della Repubblica del Nicaragua spiegando perché, secondo lui, eliminare la corruzione dalle istituzioni pubbliche è impossibile.

Non siete d’accordo che se una società è corrotta, allora anche i suoi amministratori, che sono parte di quella società, saranno corrotti? Se è così, un governo con delle istituzioni oneste non può venire dalla società umana. D’altra parte la Bibbia descrive un governo senza corruzione, il Regno di Dio, per il quale Gesù disse ai suoi seguaci di pregare (Matteo 6:9, 10).

Il Regno di Dio è un governo a tutti gli effetti che opera dal cielo, e che prenderà il posto di tutti i governi umani (Salmo 2:8, 9; Rivelazione [Apocalisse] 16:14; 19:19-21). Tra i vantaggi che porterà all’umanità c’è anche l’eliminazione della corruzione. Sei caratteristiche di questo governo ce ne forniscono la prova.

1. IL POTERE

PROBLEMA: I governi umani sono finanziati dai cittadini, generalmente attraverso un sistema di tassazione. Questo flusso di denaro induce alcuni amministratori al furto, e altri ad accettare tangenti da cittadini che chiedono di pagare meno tasse. Così si innesca un circolo vizioso: il governo aumenta le tasse per sopperire alle perdite e questo a sua volta genera ancor più corruzione. In un sistema simile, i cittadini onesti sono quelli che ne risentono maggiormente.

SOLUZIONE: Il Regno di Dio riceve il potere dall’Iddio Onnipotente, Geova * (Rivelazione 11:15). Non  ha bisogno di tassare i cittadini per finanziare la realizzazione dei suoi programmi. Sono la straordinaria potenza di Dio e la sua incondizionata generosità a permettere a questo Regno di provvedere in modo più che abbondante a tutte le necessità dei suoi sudditi (Isaia 40:26; Salmo 145:16).

2. IL GOVERNANTE

PROBLEMA: L’impegno per eliminare la corruzione “deve cominciare dall’alto”, osserva Susan Rose-Ackerman, citata nel precedente articolo. I governi perdono credibilità quando tentano di sradicare la corruzione tra forze di polizia o funzionari di dogana, e allo stesso tempo la tollerano nelle alte sfere. Inoltre, anche il governante umano più onesto è comunque soggetto agli effetti dell’imperfezione innata. E la Bibbia lo conferma: “Non c’è infatti sulla terra un uomo così giusto che faccia solo il bene” (Qoèlet [Ecclesiaste] 7:20, CEI).

Gesù rifiutò la più grossa tangente che sia mai stata offerta

SOLUZIONE: A differenza degli esseri umani imperfetti, Gesù Cristo, che Dio ha scelto come governante del Regno, non si lascia tentare a fare il male, e lo ha già dimostrato rifiutando la più grossa tangente che sia mai stata offerta: “tutti i regni del mondo e la loro gloria”. Questo fu quanto il governante del mondo, il Diavolo, gli aveva promesso in cambio di un atto di falsa adorazione (Matteo 4:8-10; Giovanni 14:30). Perfino mentre affrontava una terribile agonia, fu talmente determinato a mantenersi integro da rifiutare sostanze che gli avrebbero alleviato il dolore ma che gli avrebbero fatto perdere il pieno controllo dei suoi sensi (Matteo 27:34). Gesù, che è stato riportato alla vita in cielo da Dio, ha dato prova di essere pienamente qualificato per assumere il governo del Regno (Filippesi 2:8-11).

3. LA STABILITÀ

PROBLEMA: Molte nazioni indicono regolarmente elezioni, che in teoria dovrebbero permettere ai cittadini di mettere fuori gioco gli amministratori corrotti. In effetti, però, campagne elettorali ed elezioni sono terreno fertile per atti di corruzione, anche nelle cosiddette nazioni sviluppate. Offrendo contributi per le campagne elettorali, o attraverso altri mezzi, chi ha grosse disponibilità economiche può esercitare indebite influenze su chi riveste, o potrà rivestire, una carica pubblica.

Il giudice John Paul Stevens, della Corte Suprema degli Stati Uniti, ha scritto che questo tipo di influenze sono una minaccia “non solo alla legittimità e alla qualità di un governo, ma anche alla fiducia che i cittadini vi ripongono”. Non sorprende che molte persone in tutto il mondo pensino che i partiti politici siano le istituzioni più corrotte in assoluto.

SOLUZIONE: Il Regno di Dio è un governo stabile e permanente, quindi non lascia spazio a possibili  frodi elettorali (Daniele 7:13, 14). Dal momento che il capo del governo è scelto direttamente da Dio, il Regno non ottiene legittimità grazie a delle elezioni e non può essere rovesciato. La sua stabilità è una garanzia del fatto che i suoi provvedimenti sono sempre nei migliori interessi dei cittadini.

4. LE LEGGI

Il Regno di Dio è un governo a tutti gli effetti che opera dal cielo

PROBLEMA: A volte si pensa che produrre nuove leggi possa migliorare le cose. Tuttavia alcuni esperti hanno riscontrato che aumentare il numero delle leggi spesso fa aumentare i casi di corruzione. Inoltre, le leggi volte a ridurre la corruzione generalmente richiedono molte risorse per essere applicate e producono pochi risultati.

SOLUZIONE: Le leggi del Regno di Dio sono di gran lunga superiori a quelle dei governi umani. Ad esempio, invece di redigere una lunga lista di obblighi e divieti, Gesù pronunciò quella che viene spesso definita la regola aurea: “Tutte le cose dunque che volete che gli uomini vi facciano, anche voi dovete similmente farle loro” (Matteo 7:12). Cosa ancor più degna di nota, le leggi del Regno riguardano non solo le azioni ma anche i motivi. “Devi amare il tuo prossimo come te stesso”, disse Gesù (Matteo 22:39). Ovviamente un comando come questo può essere fatto rispettare solo da Dio, che legge i cuori (1 Samuele 16:7).

5. I MOTIVI

PROBLEMA: Dietro alla corruzione ci sono avidità ed egoismo. Amministratori pubblici e cittadini manifestano spesso queste qualità negative. Nel crollo del centro commerciale di Seoul, menzionato nell’articolo precedente, i costruttori avevano offerto tangenti sapendo che, a conti fatti, avrebbero speso di più se avessero usato materiali da costruzione di buona qualità e rispettato gli standard edilizi.

Per eliminare la corruzione, quindi, si dovrebbe insegnare alle persone a estirpare sentimenti profondamente radicati come avidità ed egoismo. Ma questo è un programma educativo che i governi  umani non hanno né la volontà né la capacità di offrire ai cittadini.

SOLUZIONE: Il Regno di Dio affronta il problema della corruzione alla radice insegnando alle persone a eliminare i sentimenti e i motivi errati che la provocano. * Grazie a questa istruzione le persone sono aiutate ‘ad essere rinnovate nella forza che fa operare la loro mente’ (Efesini 4:23). Imparano così a sostituire l’avidità e l’egoismo con il sapersi accontentare e l’interesse per il prossimo (Filippesi 2:4; 1 Timoteo 6:6).

6. I CITTADINI

PROBLEMA: Anche nel migliore dei contesti e con la più alta educazione morale, alcuni deciderebbero comunque di essere disonesti e corrotti. Esperti fanno osservare che è questo il motivo per cui i governi umani non riescono a eliminare la corruzione. Quello che si può sperare quindi è che la diffusione e gli effetti distruttivi della corruzione vengano, tutt’al più, limitati.

SOLUZIONE: Secondo la Convenzione delle Nazioni Unite contro la corruzione, per combattere il problema i governi dovrebbero promuovere “integrità, onestà e responsabilità”. Si tratta certamente di un nobile obiettivo, ma il Regno di Dio fa più che semplicemente promuovere queste qualità: richiede dai suoi cittadini di manifestarle. La Bibbia dice che “avidi” e “bugiardi” non hanno le credenziali per ereditare il Regno (1 Corinti 6:9-11; Rivelazione 21:8).

Le persone possono imparare ad adeguarsi a queste elevate norme morali, e la storia dei primi cristiani lo dimostra. Ad esempio, quando un discepolo di nome Simone tentò di corrompere gli apostoli offrendo del denaro per comprare il dono dello spirito santo, loro rifiutarono la sua offerta e gli dissero: “Pentiti [...] di questa tua malizia”. Simone capì la pericolosità del suo desiderio sbagliato e, per combatterlo, chiese agli apostoli di pregare a suo favore (Atti 8:18-24).

DIVENTARE CITTADINI DEL REGNO

A prescindere dalla vostra nazionalità, potete diventare cittadini del Regno di Dio (Atti 10:34, 35). Grazie al programma di istruzione del Regno, già disponibile in tutto il mondo, capirete cosa fare per riuscirci. I Testimoni di Geova saranno felici di mostrarvi come tengono i loro gratuiti corsi biblici, che possono durare anche solo 10 minuti alla settimana. Tra le altre cose, imparerete di più riguardo alla “buona notizia del regno di Dio” e al modo in cui eliminerà la corruzione (Luca 4:43). Vi invitiamo a contattare i Testimoni della vostra zona o a visitare il nostro sito, jw.org.

Vorresti un corso biblico gratuito?

^ par. 8 Geova è il nome di Dio rivelato nella Bibbia.

^ par. 22 Ad esempio, vedi l’articolo “È possibile essere onesti in un mondo corrotto?”, nel numero del 1° ottobre 2012 della Torre di Guardia.

Per saperne di più

DIO CI DÀ UNA BUONA NOTIZIA

Qual è questa buona notizia?

Scopri qual è la notizia che ci dà Dio, perché è importante e cosa dovresti fare.