Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  luglio 2014

Bibbia: domande e risposte

Bibbia: domande e risposte

Perché dovremmo pregare?

Geova Dio vuole che ci sentiamo liberi di parlargli regolarmente di ciò che ci preoccupa (Luca 18:1-7). Ci ascolta perché si interessa di noi. Visto che è il nostro Padre celeste a invitarci calorosamente a pregare, perché non accettare l’invito? (Leggi Filippesi 4:6.)

La preghiera non è semplicemente un modo per chiedere aiuto. È piuttosto un mezzo per avvicinarci a Dio (Salmo 8:3, 4). Esprimendo regolarmente a Dio i nostri sentimenti, stringiamo con lui un’amicizia sempre più forte. (Leggi Giacomo 4:8.)

Come dovremmo pregare?

Quando preghiamo, Dio non vuole che usiamo paroloni o che ripetiamo preghiere imparate a memoria. Non ci chiede nemmeno di assumere una posizione particolare. Geova ci invita piuttosto a pregare di cuore (Matteo 6:7). Nell’antico Israele, ad esempio, Anna pregò per un angosciante problema familiare. Più tardi, quando l’angoscia si tramutò in gioia, ringraziò Dio con una preghiera sentita. (Leggi 1 Samuele 1:10, 12, 13, 26, 27; 2:1.)

Che privilegio meraviglioso abbiamo! Possiamo avvicinarci al Creatore esprimendogli le nostre preoccupazioni. Possiamo anche lodarlo e ringraziarlo per ciò che fa. Di certo, non dovremmo trascurare un privilegio così prezioso. (Leggi Salmo 145:14-16.)