Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  gennaio 2014

 IN COPERTINA | LA MORTE È LA FINE DI TUTTO?

La battaglia dell’uomo contro la morte

La battaglia dell’uomo contro la morte

L’IMPERATORE QIN SHI HUANGDI

L’ESPLORATORE PONCE DE LEÓN

La morte è una nemica terribile. La combattiamo con tutte le nostre forze. Quando colpisce un nostro caro potremmo rifiutarci di accettarla. O forse, nel rigoglio della giovinezza, pensiamo che non verrà mai a cercarci: un’illusione alla quale ci aggrappiamo finché possiamo.

Pochi sono stati ossessionati dal pensiero dell’immortalità più dei faraoni, che spesero gran parte della loro vita nel tentativo di sconfiggere la morte, sacrificando quella di migliaia di schiavi. Le piramidi sono una testimonianza eloquente di questa loro ricerca e del loro fallimento.

Anche gli imperatori cinesi inseguivano il sogno dell’immortalità, ma attraverso un altro percorso: la ricerca del leggendario elisir di lunga vita. L’imperatore Qin Shi Huangdi chiese ai suoi alchimisti di preparare una pozione magica per tenere lontana la morte. Molti dei loro intrugli però contenevano mercurio, un elemento tossico, ed è probabile che sia stato uno di quei miscugli a uccidere l’imperatore.

Nel XVI secolo l’esploratore spagnolo Juan Ponce de León solcò le acque del Mar delle Antille alla ricerca, si dice, della fonte dell’eterna giovinezza. Scoprì la Florida, ma morì alcuni anni più tardi in seguito a un combattimento con i nativi americani. E la fonte dell’eterna giovinezza non è stata mai trovata.

Faraoni, imperatori ed esploratori cercavano di sconfiggere la morte. E chi di noi, pur eccependo sui loro metodi, non avrebbe voluto raggiungere quell’obiettivo? Nel nostro intimo, praticamente tutti desideriamo continuare a vivere.

SI PUÒ SCONFIGGERE LA MORTE?

Perché ci ribelliamo alla morte? La Bibbia ne spiega la ragione. Del nostro Creatore, Geova Dio, * dice: “Egli ha fatto ogni cosa bella nel suo tempo; ha persino messo l’eternità nel loro cuore”, ovvero nel cuore degli uomini (Ecclesiaste 3:11, La Nuova Diodati).  Vorremmo godere della bellezza della terra per sempre, non solo per 70-80 anni (Salmo 90:10). Questo è il desiderio che abbiamo nel cuore.

Perché Dio ha messo l’“eternità” nel nostro cuore? Solo per farci provare un senso di frustrazione? Una cosa del genere è impensabile. Dio invece ci promette che la morte sarà sconfitta. La Bibbia parla più volte sia dell’eliminazione della morte che della vita eterna promessa da Dio. (Vedi il riquadro “ Sconfitta la morte!”)

Gesù Cristo stesso disse chiaramente: “Questo significa vita eterna, che acquistino conoscenza di te, il solo vero Dio, e di colui che tu hai mandato, Gesù Cristo” (Giovanni 17:3). La battaglia contro la morte, quindi, non è persa in partenza. Come conferma Gesù, però, solo Dio può vincere questa battaglia per noi.

^ par. 9 Geova è il nome di Dio rivelato nella Bibbia.