Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  novembre 2013

 IN COPERTINA | MENZOGNE CHE DIFFAMANO DIO

La sfida di amare Dio

La sfida di amare Dio

“‘Devi amare Geova tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima e con tutta la tua mente’. Questo è il più grande e il primo comandamento” (Gesù Cristo, anno 33) *

Alcuni trovano difficile amare Dio. Lo considerano un Essere misterioso, distante o addirittura crudele. Leggete le testimonianze che seguono.

  • “Pregavo Dio di aiutarmi, ma allo stesso tempo lo consideravo lontano, quasi irraggiungibile. Per me era un’entità astratta senza sentimenti” (Marco, Italia).

  • “Volevo davvero servire Dio, ma mi sembrava così distante. Pensavo fosse severo e non facesse che punirci. Non credevo avesse dei sentimenti” (Rosa, Guatemala).

  • “Da bambina credevo che Dio fosse alla continua ricerca dei nostri errori, pronto a punirci al minimo sbaglio. In seguito cominciai a sentirlo distante. Per me Dio era come un primo ministro che governa la nazione ma che non ha veramente a cuore gli interessi dei cittadini” (Raymonde, Canada).

Credete anche voi che Dio sia distante o crudele? Da secoli i cristiani si pongono domande come questa. Durante il Medioevo moltissimi appartenenti alla cristianità nemmeno pregavano Dio. Perché? Perché erano terrorizzati dalla figura dell’Onnipotente. Lo storico Will Durant espresse il concetto in questi termini: “Come poteva un povero peccatore avere il coraggio di rivolgere le sue preghiere a un trono così terribile e distante?” *

Come mai Dio finì per essere considerato “terribile e distante”? Cosa insegna veramente la Bibbia riguardo a Dio? Conoscere la verità riguardo a Dio può aiutarvi ad amarlo?

^ par. 8 Storia della Civiltà, Parte IV, L’epoca della fede, trad. di M. Tassoni, Mondadori, Milano, 1957, pp. 827-828.