Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  ottobre 2013

Che effetto hanno i colori su di voi?

Che effetto hanno i colori su di voi?

Quando vi guardate intorno, occhi e cervello interagiscono per raccogliere informazioni. Vedete un frutto e decidete se mangiarlo o no. Date uno sguardo al cielo e concludete che oggi non pioverà. Leggete queste parole e ne comprendete il significato. In effetti il colore gioca un ruolo importante in tutto questo. In che senso?

Il colore del frutto che avete visto vi dice se è maturo e magari vi fa venire l’acquolina in bocca. Il colore del cielo e delle nuvole vi aiuta a capire che tempo farà. Grazie al giusto contrasto cromatico tra il testo e lo sfondo riuscite a leggere questo articolo senza sforzo. Quasi senza accorgervene, vi servite in continuazione dei colori per elaborare informazioni sul mondo che vi circonda. Ma i colori hanno anche un impatto emotivo.

L’IMPATTO EMOTIVO DEI COLORI

Mentre vi muovete fra gli scaffali di un supermercato vedete intorno a voi le confezioni più disparate, tutte concepite per catturare lo sguardo. Che ve ne rendiate conto o no, i pubblicitari scelgono con attenzione i colori e le combinazioni cromatiche per far leva sugli specifici desideri dei clienti, tenendo conto del sesso e della fascia d’età. Anche arredatori, stilisti e artisti sanno bene che i colori possono produrre reazioni emotive.

Le persone attribuiscono un significato diverso ai colori a seconda della cultura e delle usanze. Ad esempio, alcuni in Asia associano il rosso con la fortuna e i festeggiamenti, mentre in certe zone dell’Africa il rosso è il colore del lutto. Comunque, ci sono determinati colori che suscitano la stessa reazione emotiva in qualsiasi essere umano, a prescindere dalla sua provenienza. Consideriamo tre colori e vediamo come possono influire su di voi.

Il ROSSO è un colore piuttosto vistoso. È stato spesso associato all’energia, alla guerra e al pericolo. È un colore che suscita emozioni intense e può stimolare il metabolismo, accelerare il respiro e far salire la pressione sanguigna.

Nella Bibbia il termine ebraico per “rosso” viene da una parola che significa “sangue”. La Bibbia usa il rosso acceso, o scarlatto, per ritrarre un’immagine difficile da dimenticare, quella di una prostituta sanguinaria, vestita di porpora e scarlatto, che cavalca “una bestia selvaggia di colore scarlatto [...] piena di nomi blasfemi” (Rivelazione [Apocalisse] 17:1-6).

Il VERDE suscita una reazione opposta a quella del rosso, perché rallenta il metabolismo e ha l’effetto di calmare. È un colore riposante e viene spesso associato alla tranquillità. La vista di giardini e colline verdeggianti ha un effetto rilassante. Il racconto della creazione riportato in Genesi dice che fu Dio a provvedere al genere umano l’erba verde e la vegetazione (Genesi 1:11, 12, 30).

Il BIANCO è spesso associato alla luce, alla sicurezza e alla pulizia. Viene anche messo in relazione con bontà, innocenza e purezza. Il bianco è il colore menzionato più spesso nella Bibbia. Quando vengono descritte delle visioni, uomini e angeli sono rappresentati con vesti bianche, per indicare la giustizia e  la purezza spirituale (Giovanni 20:12; Rivelazione 3:4; 7:9, 13, 14). Cavalli bianchi e cavalieri vestiti di lino bianco e puro simboleggiano la guerra giusta (Rivelazione 19:14). Dio si serve del colore bianco per sottolineare che è disposto a perdonare i peccati: “Benché i vostri peccati siano come lo scarlatto, saranno resi bianchi proprio come la neve” (Isaia 1:18).

IL COLORE AIUTA A RICORDARE

L’uso che fa la Bibbia dei colori dimostra che Dio comprende le reazioni emotive che i colori producono nell’uomo. Ad esempio, descrivendo le condizioni in cui si sarebbe trovato il genere umano nei nostri giorni, il libro biblico di Rivelazione predice fra l’altro la guerra, la carestia e la morte dovuta a mancanza di cibo e malattie. Per aiutarci a ricordare tutto questo, una visione straordinaria ci mostra dei cavalieri in sella a cavalli caratterizzati ognuno da un colore specifico.

Per primo c’è un cavallo completamente bianco che simboleggia la guerra giusta combattuta da Cristo Gesù. Poi vediamo un cavallo rosso fuoco che rappresenta la guerra fra le nazioni. A seguire c’è un inquietante cavallo nero che sta a indicare la carestia. Vediamo quindi “un cavallo pallido; e colui che vi sedeva sopra aveva nome la Morte” (Rivelazione 6:1-8). Il colore di ciascun cavallo è in grado di suscitare in noi una reazione emotiva che corrisponde a ciò che il cavallo simboleggia. È facile ricordare questi cavalli colorati e ciò che ci insegnano riguardo ai nostri giorni.

I colori sono usati spesso nel vivido linguaggio figurato della Bibbia. Il Creatore della luce, del colore e dell’occhio umano utilizza con maestria i colori come strumento didattico per dipingere nella mente dei lettori immagini facilmente comprensibili e difficili da dimenticare. I colori ci permettono di raccogliere ed elaborare informazioni. Influiscono sulle nostre emozioni. Ci aiutano a ricordare concetti importanti. I colori sono davvero un amorevole dono del nostro Creatore per farci godere la vita.