Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  agosto 2013

 LA BIBBIA HA CAMBIATO LA LORO VITA

“Cominciai a pensare seriamente alla piega che aveva preso la mia vita”

“Cominciai a pensare seriamente alla piega che aveva preso la mia vita”
  • ANNO DI NASCITA: 1941

  • PAESE DI ORIGINE: AUSTRALIA

  • TRASCORSI: FUMATORE E FORTE BEVITORE

IL MIO PASSATO:

Sono cresciuto a Warialda, una cittadina rurale del Nuovo Galles del Sud. Si tratta di una comunità agricola con vari tipi di allevamenti e coltivazioni. La cittadina è pulita e c’è poca criminalità.

Visto che la mia famiglia aveva difficoltà economiche e io ero il primo di dieci figli, quando avevo 13 anni dovetti andare a lavorare per dare una mano. Siccome avevo poca istruzione lavoravo nelle fattorie. A 15 anni facevo il mandriano e domavo cavalli.

Lavorare nelle fattorie aveva i suoi pro e i suoi contro. Il lavoro e l’ambiente in cui si svolgeva mi piacevano molto. La sera sedevo accanto al fuoco e guardavo la luna e le stelle mentre la brezza trasportava i profumi del bush (la boscaglia australiana). Ricordo di aver pensato che Qualcuno doveva aver creato tutte quelle cose meravigliose. D’altra parte, avevo a che fare con gente che non esercitava una buona influenza su di me. Ero circondato da persone che bestemmiavano e fumavano, e ben presto mi ritrovai a fare come loro.

Quando compii 18 anni mi trasferii a Sydney. Cercai di arruolarmi nell’esercito ma non fui accettato a causa della mia scarsa istruzione. Trovai lavoro e rimasi a Sydney per un anno. Fu in quel periodo che ebbi i miei primi contatti con i testimoni di Geova. Accettai l’invito ad assistere a una loro adunanza e capii immediatamente che quello che insegnavano era la verità.

Poco dopo, però, decisi di tornare nel bush. Mi stabilii a Goondiwindi, nel Queensland; trovai lavoro e mi sposai, ma purtroppo iniziai anche a bere.

Io e mia moglie avemmo due figli. Dopo la loro nascita  cominciai a pensare seriamente alla piega che aveva preso la mia vita. Ricordai quello che avevo sentito a quell’adunanza dei Testimoni a Sydney e decisi che dovevo fare qualcosa.

Trovai un vecchio numero della Torre di Guardia contenente l’indirizzo della filiale australiana dei testimoni di Geova. Scrissi per chiedere aiuto, e un Testimone gentile e premuroso mi fece visita. Iniziai subito a studiare la Bibbia con lui.

LA BIBBIA HA CAMBIATO LA MIA VITA:

Mentre studiavo la Bibbia mi rendevo conto che dovevo fare grossi cambiamenti. Un versetto biblico che mi colpì particolarmente fu quello di 2 Corinti 7:1 che ci incoraggia a ‘purificarci da ogni contaminazione di carne’.

Decisi che avrei smesso di fumare e di bere. Non fu facile cambiare, perché avevo quei vizi da molti anni. Ma ero deciso a vivere nel modo che piace a Dio. La cosa che mi aiutò maggiormente fu applicare il principio contenuto in Romani 12:2: “Cessate di conformarvi a questo sistema di cose, ma siate trasformati rinnovando la vostra mente”. Capii che per cambiare il mio modo di vivere dovevo cambiare il mio modo di pensare e vedere i miei vizi come li vedeva Dio, vale a dire come qualcosa di nocivo. Con il suo aiuto riuscii a smettere di fumare e di bere.

“Capii che per cambiare il mio modo di vivere dovevo cambiare il mio modo di pensare”

La cosa più difficile, però, fu smettere di bestemmiare. Conoscevo il consiglio riportato nella Bibbia in Efesini 4:29: “Non esca dalla vostra bocca nessuna parola corrotta”. Eppure, non imparai immediatamente a usare un linguaggio pulito. Trovai utile meditare sulle parole di Isaia 40:26. Riguardo ai cieli stellati, questo versetto dice: “Alzate gli occhi in alto e vedete. Chi ha creato queste cose? Colui che ne fa uscire l’esercito perfino a numero, che tutte chiama perfino per nome. A motivo dell’abbondanza di energia dinamica, essendo egli anche vigoroso in potenza, non ne manca nessuna”. Ragionai che, se Dio aveva avuto il potere di creare il vasto universo che mi piaceva tanto contemplare, avrebbe potuto anche darmi la forza di fare i cambiamenti necessari per piacergli. Con molte preghiere e molti sforzi, imparai poco a poco a controllare il mio linguaggio.

I BENEFÌCI:

Facendo il mandriano non avevo avuto molte opportunità di conversare con le persone, perché nelle fattorie dove lavoravo non c’era tanta gente in giro. Ma tramite l’istruzione ricevuta alle adunanze dei testimoni di Geova ho imparato a esprimermi. Fra le altre cose, grazie a quell’istruzione sono in grado di parlare ad altri della buona notizia del Regno di Dio (Matteo 6:9, 10; 24:14).

Da alcuni anni ho il privilegio di servire come anziano di congregazione. È un onore fare tutto quello che posso per aiutare i miei compagni di fede. Comunque la cosa che apprezzo di più è servire Geova insieme alla mia cara e fedele moglie e ai nostri bei figli.

Ringrazio Geova di avermi permesso, malgrado la mia poca istruzione, di essere ammaestrato da lui (Isaia 54:13). Sono pienamente d’accordo con le parole di Proverbi 10:22 dove si legge: “La benedizione di Geova, questo è ciò che rende ricchi”. Io e la mia famiglia attendiamo con ansia il tempo in cui potremo conoscere meglio Geova e servirlo per sempre.