Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  luglio 2013

Religione e guerre

Religione e guerre

Alberto, che ha prestato servizio nell’esercito per una decina d’anni, ricorda: “Il cappellano ci dava la benedizione dicendo: ‘Dio è con voi’. Io però pensavo: ‘Sto andando a uccidere, eppure la Bibbia dice: “Non uccidere”’”.

Ray era in marina durante la seconda guerra mondiale. Una volta disse al cappellano: “Lei viene sulla nave a pregare per i soldati e per la vittoria. Non fa la stessa cosa anche il nemico?” Il cappellano rispose che il Signore opera in modi misteriosi.

Forse anche voi, come molti altri, non siete soddisfatti di questa risposta.

COSA INSEGNA LA BIBBIA?

Gesù disse che uno dei più grandi comandamenti di Dio è: “Devi amare il tuo prossimo come te stesso” (Marco 12:31). Questo amore per gli altri dovrebbe forse dipendere dal luogo in cui vivono o dalla loro nazionalità? No. Gesù disse ai discepoli: “Da questo tutti conosceranno che siete miei discepoli, se avrete amore fra voi” (Giovanni 13:34, 35). Il loro amore reciproco sarebbe stato così straordinario da contraddistinguerli. Invece di togliere la vita agli altri, i seguaci di Gesù sarebbero stati disposti a dare la vita per gli altri.

I primi cristiani vissero in armonia con le succitate parole di Gesù. Un’enciclopedia afferma: “I primi padri della chiesa, fra cui Tertulliano e Origene, sostenevano che ai cristiani era vietato uccidere un essere umano, principio che impediva loro di far parte dell’esercito romano” (The Encyclopedia of Religion).

CHE DIRE DEI TESTIMONI DI GEOVA?

Dato che sono presenti in quasi tutti i paesi del mondo, in certi casi i testimoni di Geova potrebbero ritrovarsi a vivere in due nazioni in conflitto tra loro. Comunque sia, fanno tutto il possibile per conservare il loro tratto distintivo, quello dell’amore.

I leader religiosi hanno insegnato a manifestare vero amore cristiano?

Per esempio, durante il conflitto etnico fra hutu e tutsi scoppiato in Ruanda nel 1994, i testimoni di Geova si mantennero assolutamente neutrali. I Testimoni di una tribù protessero quelli dell’altra tribù, spesso a rischio della loro stessa vita. Quando due Testimoni hutu che avevano nascosto i loro fratelli tutsi furono scoperti, la milizia hutu Interahamwe disse: “Dovete morire perché avete aiutato i tutsi a scappare”. Purtroppo entrambi i Testimoni hutu furono uccisi (Giovanni 15:13).

Non pensate che il comportamento dei testimoni di Geova sia in armonia con le parole di Gesù sull’amore altruistico?