Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  luglio 2013

 ACCOSTIAMOCI A DIO

Dio ‘riempie i nostri cuori’

Dio ‘riempie i nostri cuori’

Geova si interessa davvero di noi, o è indifferente alla misera condizione degli esseri umani? La risposta della Bibbia ci rassicura: Dio si interessa dell’umanità e desidera che godiamo la vita. Ogni giorno egli permette agli uomini, anche ai più ingrati, di beneficiare della sua grande bontà. Consideriamo le parole dell’apostolo Paolo. (Leggi Atti 14:16, 17.)

Rivolgendosi agli abitanti della città di Listra che non adoravano Dio, Paolo disse: “Nelle generazioni passate [Dio] ha permesso a tutte le nazioni di seguire le loro vie, benché, in realtà, non si sia lasciato senza testimonianza in quanto ha fatto del bene, dandovi piogge dal cielo e stagioni fruttifere, riempiendo i vostri cuori di cibo e allegrezza”. Cosa significavano quelle parole per gli ascoltatori di Paolo?

Gli abitanti di Listra non dovevano lavorare tanto di fantasia per comprendere la fondatezza delle parole di Paolo. Facevano parte di una società agricola e vivevano in una regione fertile e irrigua. Ma, come ricordò loro Paolo, è da Dio che vengono piogge e “stagioni fruttifere”. Perciò, ogni raccolto abbondante e ogni pasto gustoso erano dimostrazioni della bontà di Dio.

Dalle parole di Paolo agli abitanti di Listra possiamo trarre alcuni importanti insegnamenti su Geova Dio.

Geova ci dà il libero arbitrio. Si noti che Geova permise alle nazioni gentili di “seguire le loro vie”. Un’opera di consultazione per traduttori della Bibbia afferma che questa espressione può significare “fare come volevano” o “fare come ritenevano meglio”. (A Handbook on the Acts of the Apostles) Geova non obbliga nessuno ad adorarlo: ci ha dotato del libero arbitrio, la facoltà di scegliere come vivere la nostra vita (Deuteronomio 30:19).

Geova desidera che lo conosciamo. ‘Non si è lasciato senza testimonianza’, spiegò Paolo. Secondo l’opera succitata, questa frase può essere resa anche “egli ha mostrato chiaramente agli uomini che tipo di Dio è”. Le opere di Dio forniscono una testimonianza eloquente delle sue “invisibili qualità”, tra cui bontà, sapienza, potenza e amore (Romani 1:20). Nella Bibbia Geova ci ha rivelato molte altre cose su di sé (2 Timoteo 3:16, 17). Non è evidente che desidera che lo conosciamo?

Ogni giorno Dio permette agli uomini, anche ai più ingrati, di beneficiare della sua grande bontà

Geova desidera che siamo felici. ‘Riempie i nostri cuori di cibo e allegrezza’, disse Paolo. Anche un peccatore che non riconosce Geova può mangiare a sazietà e provare una certa soddisfazione. Tuttavia, Dio desidera che proviamo una felicità vera e duratura. Questo è possibile solo se conosciamo la verità riguardo a lui e la viviamo (Salmo 144:15; Matteo 5:3).

Tutti beneficiamo ogni giorno della bontà di Geova. Perché non imparare qualcosa di più su come mostrargli gratitudine, visto che ‘riempie i nostri cuori di cibo e allegrezza’?

Lettura biblica suggerita per luglio

Atti 11-28