Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  dicembre 2012

Passare del tempo con la famiglia

Passare del tempo con la famiglia

“Ecco, come è buono e come è piacevole che i fratelli dimorino insieme in unità!” — SALMO 133:1.

Un motivo per cui alcuni celebrano il Natale.

Visto che erano tutti discendenti di un uomo, Giacobbe (o Israele), gli israeliti erano “fratelli”, componenti della stessa famiglia. Per loro riunirsi a Gerusalemme in occasione delle feste era “buono” e “piacevole”. In modo simile oggi molte famiglie non vedono l’ora di stare insieme a Natale per passare momenti ‘buoni’ e ‘piacevoli’.

Il problema è che. . .

“Le tensioni familiari che per il resto dell’anno rimangono latenti molto spesso esplodono quando la famiglia si riunisce per le feste”, afferma un’enciclopedia. — Encyclopedia of Christmas and New Year’s Celebrations.

Cosa dice la Bibbia?

‘Continuate a rendere dovuto compenso ai vostri genitori e nonni’. (1 Timoteo 5:4) Per quanto è possibile, andate a trovare regolarmente i vostri familiari. Se avete parenti che vivono lontano potete comunque tenervi in contatto. Perché non scrivere lettere, telefonare, mandare mail o chattare online? Se comunicate regolarmente ridurrete al minimo le incomprensioni.

“Siete alle strette nei vostri propri teneri affetti. . . . Allargatevi”. (2 Corinti 6:12, 13) Se si vanno a trovare i parenti solo una volta all’anno, questi possono diventare ben presto degli estranei, specialmente per i bambini. Alcuni bambini pensano di non avere molto in comune con i nonni o i parenti lontani. Quindi incoraggiate i vostri figli ad ‘allargarsi nei loro affetti’ trascorrendo del tempo con i parenti anziani. * I bambini che passano regolarmente del tempo con persone anziane tendono a diventare più comprensivi e ad apprezzare maggiormente gli adulti.

“Com’è buona una parola al tempo giusto!” (Proverbi 15:23) Come potete evitare che incomprensioni o altri problemi rovinino i rapporti familiari? Ad esempio scegliendo il “tempo giusto” per parlare delle questioni che vanno affrontate. Se riducete al minimo gli attriti grazie a un buon dialogo, vi sarà più facile avvicinare i singoli componenti della famiglia per risolvere a quattr’occhi eventuali problemi e passare momenti ‘buoni’ e ‘piacevoli’ quando vi riunite tutti insieme.

^ par. 9 Vedi gli articoli “Perché dovrei conoscere meglio i miei nonni?” e “Come posso sentirmi più vicino ai miei nonni?”, nei numeri del 22 aprile e del 22 maggio 2001 di Svegliatevi!, rivista edita dai Testimoni di Geova.