Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  maggio 2012

 Per avere una famiglia felice

Come ristabilire un rapporto di fiducia

Come ristabilire un rapporto di fiducia

Steve: * “Non avrei mai immaginato che Jodie commettesse adulterio. Persi ogni fiducia in lei. È impossibile spiegare quanto sia stato difficile perdonarla”.

Jodie: “Non faccio fatica a capire perché Steve non si fidava più di me. Ci sono voluti anni per dimostrargli che mi dispiaceva”.

LA BIBBIA dà al coniuge tradito la facoltà di decidere se divorziare o meno. * (Matteo 19:9) Steve, citato sopra, decise di non divorziare. Sia lui che Jodie scelsero di salvare il loro matrimonio. Ma presto scoprirono che questo significava molto più che continuare a vivere insieme. Perché? Perché, come si nota dalle loro parole, l’infedeltà di Jodie aveva distrutto completamente il loro rapporto di fiducia. Dato che la fiducia reciproca è fondamentale per la felicità coniugale, avevano molto lavoro da fare.

Se voi e il vostro coniuge state cercando di salvare il vostro matrimonio dopo un dramma come quello dell’adulterio, vi si presenta di certo una grande sfida. I primi mesi dopo che la cosa è venuta fuori potrebbero essere particolarmente difficili. Ma non arrendetevi! Come potete ristabilire un rapporto di fiducia? La sapienza che si trova nella Bibbia può aiutarvi. Analizziamo i quattro suggerimenti che seguono.

1 Siate onesti l’uno con l’altro.

“Ora che avete allontanato la falsità, dite la verità”, scrisse l’apostolo Paolo. (Efesini 4:25) Le bugie, le mezze verità e perfino i silenzi possono minare la fiducia. Dovete quindi dialogare apertamente e onestamente.

Forse all’inizio voi e il vostro coniuge sarete troppo sconvolti per parlare del tradimento.  Col tempo, però, dovrete parlare francamente di ciò che è successo. Potreste decidere di non scendere in tutti i dettagli, ma non è saggio evitare del tutto l’argomento. “Dapprima parlarne fu incredibilmente difficile, mi ripugnava”, dice Jodie. “Ero profondamente rammaricata e volevo dimenticare del tutto la cosa”. Ma questa mancanza di dialogo causò problemi. Perché? Dice Steve: “Dato che Jodie non voleva parlare del tradimento, continuavo ad avere sospetti”. A posteriori Jodie riconosce: “Non parlarne con mio marito ha rallentato il processo di guarigione”.

Senza dubbio parlare del tradimento sarà doloroso. Debbie, il cui marito, Paul, commise adulterio con la segretaria, dice: “Avevo un sacco di domande. Com’era successo? Perché? Di cosa erano soliti parlare? Ero emotivamente a pezzi, non facevo che pensarci e col passare delle settimane avevo sempre più domande”. Paul ricorda: “Com’è normale, a volte le conversazioni tra me e Debbie si facevano accese. Ma poi ci chiedevamo sempre scusa. Questo dialogo aperto ci ha riavvicinato”.

Come potete rendere meno tese queste conversazioni? Ricordate che il vostro obiettivo principale non è punire il coniuge ma imparare dalla tragedia e rafforzare il matrimonio. Ad esempio, Chul Soo e sua moglie Mi Young analizzarono il loro rapporto cercando di capire cosa aveva portato all’infedeltà di Chul Soo. “Scoprii che ero stato troppo preso dai miei interessi”, dice Chul Soo. “Mi ero preoccupato troppo di compiacere gli altri ed essere all’altezza delle loro aspettative. Avevo dato loro il grosso del mio tempo e delle mie attenzioni. Così avevo finito per trascorrere poco tempo con mia moglie”. Queste valutazioni permisero a entrambi di fare cambiamenti che col tempo contribuirono a rafforzare il loro matrimonio.

PROVATE QUESTO: Se sei il coniuge infedele, evita di accampare scuse o di dare la colpa all’altro. Assumiti la responsabilità delle tue azioni e del dolore che hai causato. Se sei il coniuge tradito, non urlare e non insultare. Evitando un linguaggio offensivo, incoraggerai il tuo coniuge a continuare a parlarti apertamente. — Efesini 4:32.

2 Fate gioco di squadra.

“Due sono meglio di uno”, dice la Bibbia. Perché? “Perché hanno una buona ricompensa per il loro duro lavoro. Poiché se uno di loro cade, l’altro può rialzare il suo compagno”. (Ecclesiaste 4:9, 10) Questo principio è valido specialmente se vi state sforzando di ristabilire un rapporto di fiducia.

Voi e il vostro coniuge potete riuscire a combattere la sfiducia che si è insinuata nel vostro rapporto. Ma dovete impegnarvi entrambi per salvare il matrimonio. Se invece cercate di farlo da soli, potreste crearvi ancora più problemi. Dovete collaborare.

Questo è quello che hanno riscontrato Steve e Jodie. “C’è voluto del tempo”, dice Jodie, “ma io e Steve abbiamo fatto gioco di squadra per costruire un’unione solida. Ero decisa a non farlo mai più soffrire così. E benché fosse ferito, Steve era determinato a non permettere che il nostro matrimonio andasse a monte. Ogni giorno cercavo i modi per confermargli la mia fedeltà, e lui mi mostrava continuamente il suo amore. Gli sarò sempre grata per questo”.

PROVATE QUESTO: Prendete insieme la decisione di fare gioco di squadra per ripristinare un rapporto di fiducia.

3 Adottate nuove abitudini.

Dopo aver messo in guardia i suoi ascoltatori contro l’adulterio, Gesù consigliò: “Se ora il tuo occhio destro ti fa inciampare, cavalo e gettalo via da te”. (Matteo 5:27-29) Se sei il coniuge infedele, ti vengono in mente comportamenti o atteggiamenti che, per amore del  tuo matrimonio, dovresti ‘cavare e gettare via’?

Ovviamente devi troncare ogni rapporto con la persona con la quale hai commesso adulterio. * (Proverbi 6:32; 1 Corinti 15:33) Paul, già citato, cambiò orario di lavoro e numero di telefono per non avere più niente a che fare con l’altra donna. Ma questo non bastò a troncare ogni rapporto. Paul era così deciso a riguadagnare la fiducia della moglie che lasciò il lavoro. Si sbarazzò anche del cellulare e iniziò a usare solo quello della moglie. Ne è valsa la pena? La moglie, Debbie, dice: “Sono passati sei anni, e a volte ho ancora paura che lei si rifaccia viva. Ma ora ho fiducia che Paul non cederà alla tentazione”.

Se sei il coniuge colpevole, forse devi anche fare qualche cambiamento nella tua personalità. Per esempio, magari tendi a flirtare oppure con i tuoi modi dai quest’impressione. O può darsi che ti piaccia fantasticare su legami sentimentali con altri. In tal caso, ‘spogliati della vecchia personalità con le sue pratiche’. Sostituisci le vecchie abitudini adottandone di nuove che aiutino il tuo coniuge ad avere più fiducia in te. (Colossesi 3:9, 10) A causa dell’educazione che hai ricevuto, fai fatica a esprimere affetto? Anche se all’inizio non ti verrà naturale, sii prodigo di rassicurazioni nei confronti del tuo coniuge e digli di frequente che lo ami. Steve ricorda: “Jodie mi mostrava spesso affetto sfiorandomi la mano, e non mancava di dirmi che mi amava”.

Per un po’ faresti bene a raccontare al tuo coniuge tutto quello che fai durante la giornata. Mi Young, menzionata in precedenza, racconta: “Chul Soo si ripromise di dirmi tutto quello che gli succedeva ogni giorno, anche le cose meno importanti, perché voleva dimostrarmi che non aveva niente da nascondere”.

PROVATE QUESTO: Chiedete al vostro coniuge quali cose potrebbero contribuire a ristabilire un rapporto di fiducia fra voi. Fatene un elenco e poi agite. Inoltre includete nel vostro programma attività da svolgere insieme.

4 Sappiate quando voltare pagina.

Non affrettatevi a concludere che è tempo di iniziare a vivere come se tutto fosse tornato alla normalità. Proverbi 21:5 avverte: “Chi è frettoloso va sicuramente verso l’indigenza”. Avrete bisogno di tempo, forse di anni, per ristabilire un rapporto di fiducia.

Se sei il coniuge tradito, concediti del tempo per perdonare completamente. Mi Young ricorda: “Una volta mi sembrava strano che una moglie non riuscisse a perdonare il marito infedele. Non capivo perché dovesse rimanere così arrabbiata tanto a lungo. Ma quando mio marito mi tradì, capii perché è difficile perdonare”. Di solito il perdono, e la fiducia, arrivano un po’ alla volta.

Comunque Ecclesiaste 3:1-3 dice che c’è “un tempo per guarire”. (Nuova Riveduta) Dapprima potresti pensare che la cosa più sicura sia quella di isolarti emotivamente dal tuo coniuge. Ma farlo a tempo indeterminato non ti aiuterà a fidarti nuovamente di lui. Per sanare la ferita, perdonalo e mostra il tuo perdono esprimendogli i tuoi più intimi pensieri e sentimenti. Inoltre invitalo a parlarti delle sue gioie e preoccupazioni.

Non nutrire rancore, cerca di superarlo. (Efesini 4:32) Ti potrebbe essere utile riflettere sull’esempio di Dio. Quando i suoi adoratori dell’antico Israele gli voltarono le spalle, Geova ne fu profondamente addolorato; arrivò a paragonarsi a un coniuge tradito. (Geremia 3:8, 9; 9:2) Ma ‘non restò risentito a tempo indefinito’. (Geremia 3:12) Quando il suo popolo tornò a lui mostrando sincero pentimento, egli lo perdonò.

 Col tempo, quando sarete entrambi soddisfatti dei cambiamenti che avete apportato alla vostra relazione, proverete un senso di sicurezza. Allora, invece di pensare solo a salvare il vostro matrimonio, potrete concentrarvi insieme su altre mete. Anche in questo caso, però, prendetevi regolarmente del tempo per valutare i vostri progressi. Non dormite sugli allori. Affrontate le piccole battute d’arresto, e confermatevi l’impegno che vi siete assunti. — Galati 6:9.

PROVATE QUESTO: Invece di cercare di far tornare il matrimonio com’era, pensate a costruire un rapporto nuovo e più forte.

Potete farcela

Se non siete sicuri di farcela, ricordate una cosa: è stato Dio a dare origine al matrimonio. (Matteo 19:4-6) Quindi, con il suo aiuto, potete avere un matrimonio felice. Tutte le coppie menzionate in questo articolo hanno seguito i saggi consigli biblici e sono riuscite a salvare il loro matrimonio.

Sono passati ormai più di 20 anni dalla crisi matrimoniale di Steve e Jodie. Ciò che ha permesso loro di ricucire il rapporto è riassunto nelle parole di Steve: “I passi avanti più significativi li abbiamo fatti dopo aver iniziato a studiare la Bibbia con i testimoni di Geova. L’aiuto che abbiamo ricevuto è stato inestimabile. In questo modo siamo riusciti a superare quei momenti burrascosi”. Jodie dice: “Mi ritengo molto fortunata perché ce l’abbiamo fatta a venir fuori da quel periodo terribile. Grazie allo studio della Bibbia che abbiamo fatto insieme e al nostro duro lavoro, ora abbiamo un matrimonio meraviglioso”.

^ par. 3 I nomi sono stati cambiati.

^ par. 5 Per avere consigli in merito a una decisione del genere, vedi Svegliatevi! del 22 aprile 1999, p. 6, e dell’8 agosto 1995, pp. 10-11.

^ par. 17 Se per un certo periodo i contatti sono inevitabili (come al lavoro), questi dovrebbero essere limitati allo stretto indispensabile. Stai con l’altra persona solo in presenza di altri e dopo averne informato il tuo coniuge.

CHIEDETEVI . . .

  • Per quali ragioni ho deciso di salvare il mio matrimonio nonostante il tradimento?

  • Quali belle qualità vedo ora nel mio coniuge

  • Come dimostravo il mio amore con piccoli gesti quando eravamo fidanzati? Come posso dimostrarlo di nuovo?

 

Per saperne di più

COSA INSEGNA REALMENTE LA BIBBIA?

Una vita familiare felice

Mariti, mogli, genitori e figli dovrebbero imitare l’amore di Gesù. Cosa impariamo da lui?