Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  dicembre 2011

 Insegnatelo ai bambini

Li chiamavano “Figli del Tuono”

Li chiamavano “Figli del Tuono”

DURANTE i temporali a volte ci sono forti tuoni. Ti sei mai spaventato sentendoli?  * Gesù chiamò due suoi seguaci “Figli del Tuono”. Vediamo perché.

I seguaci di Gesù di cui stiamo parlando sono due fratelli, Giacomo e Giovanni. Sono figli di Zebedeo e di sua moglie Salome, che è probabilmente sorella di Maria, la madre di Gesù. Quindi Gesù, Giacomo e Giovanni potevano essere cugini e forse erano buoni amici sin da piccoli.

Zebedeo è un pescatore, e lo sono anche Giacomo e Giovanni. I due sono fra i primi che Gesù sceglie come seguaci. All’invito di Gesù, lasciano immediatamente la loro attività di pesca e lo seguono. Più avanti Gesù sceglie 12 dei suoi seguaci perché siano suoi apostoli. Giacomo e Giovanni sono due di loro.

Pochi mesi prima di essere ucciso, Gesù sta attraversando con i suoi apostoli il territorio montagnoso della Samaria. Si sta facendo tardi, e sono tutti molto stanchi. Ma i samaritani non vogliono che Gesù e i suoi apostoli trascorrano la notte nella loro città. Sai perché? — Scopriamolo.

Gesù e gli apostoli sono ebrei, e la maggioranza degli ebrei tratta piuttosto male i samaritani. Gesù naturalmente non si comporta mai così. È sempre gentile con loro, e dovrebbero esserlo anche Giacomo e Giovanni. Ma i  due si arrabbiano con i samaritani che non li hanno accolti e chiedono a Gesù: ‘Vuoi che diciamo al fuoco di scendere dal cielo e ucciderli?’ Secondo te, cosa risponde Gesù? — Dice loro che si sbagliano a proporre una cosa così cattiva. Giacomo e Giovanni devono imparare a essere più misericordiosi.

I due, comunque, hanno anche un altro grosso problema: vogliono essere i primi, i più importanti. Poco prima che Gesù muoia, mandano la loro madre a dirgli: “Di’ che questi miei due figli siedano, uno alla tua destra e uno alla tua sinistra, nel tuo regno”. Quando vengono a sapere cos’hanno fatto Giacomo e Giovanni, gli altri dieci apostoli si arrabbiano. Ti saresti arrabbiato anche tu? 

Probabilmente sì. Non è bello quando gli altri vogliono essere i primi e cercano di essere i più importanti. In seguito Giacomo e Giovanni capiscono di essersi veramente sbagliati e di essere stati davvero scorretti, e cambiano modo di fare. Diventano apostoli molto gentili e premurosi. Cosa possiamo imparare da questo? 

Una lezione che dovremmo imparare da Gesù è l’importanza di essere gentili. Gesù trattava bene le persone, che fossero uomini, donne o bambini. Farai sempre del tuo meglio per ricordare e seguire il suo esempio? 

^ par. 3 Se leggete questo articolo con un bambino, la lineetta vi ricorda di fermarvi e incoraggiarlo a esprimersi.