Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  ottobre 2010

Pregare: Perché?

Pregare: Perché?

PREGHIERA: pochi argomenti biblici suscitano tanto interesse e curiosità. Prendiamo in esame sette domande sollevate di frequente al riguardo, poi esaminiamo insieme le risposte della Bibbia. Questi articoli sono stati scritti per aiutarvi, sia che vogliate cominciare a pregare sia che desideriate rendere più efficaci le vostre preghiere.

IN OGNI cultura e religione gli esseri umani pregano. Pregano quando sono soli o in gruppo. Pregano nelle chiese, nei templi, nelle sinagoghe, nelle moschee, nei santuari. Forse usano tappeti, rosari, mulinelli, icone, libri o preghiere scritte su tavolette che appendono a bacheche.

La preghiera distingue l’uomo da tutte le altre forme di vita sulla terra. È vero che abbiamo molto in comune con gli animali: come loro abbiamo bisogno di cibo, aria e acqua, e come loro nasciamo, viviamo e moriamo. (Ecclesiaste 3:19) Ma solo l’uomo prega. Perché?

Forse la risposta più semplice è che ne abbiamo bisogno. Dopo tutto la preghiera è considerata in genere un modo per mettersi in contatto con il reame spirituale, con qualcosa che si ritiene santo, o sacro, ed eterno. La Bibbia mostra che il desiderio di tali cose è innato in noi. (Ecclesiaste 3:11) Una volta Gesù Cristo disse: “Felici quelli che si rendono conto del loro bisogno spirituale”. — Matteo 5:3.

Un “bisogno spirituale”: come si spiegherebbero diversamente tutti gli edifici, gli oggetti religiosi e le innumerevoli ore dedicate alla preghiera? Certo, per soddisfare i bisogni spirituali alcuni contano su se stessi o si rivolgono ai propri simili. Ma non è forse vero che l’uomo è troppo limitato per essere di vero aiuto? La nostra vita è così fragile e breve, e i nostri orizzonti così ristretti! Solo qualcuno più saggio, potente e longevo di noi può darci quello di cui abbiamo bisogno. E quali sono i bisogni spirituali che ci spingono a pregare?

Riflettete: avete mai desiderato guida, sapienza o risposte a domande che trascendono l’umana comprensione? Vi siete mai sentiti bisognosi di conforto dopo una terribile perdita, di guida davanti a una decisione delicata o di perdono a motivo del senso di colpa?

Secondo la Bibbia, queste sono tutte ragioni valide per pregare. La Bibbia è il libro più autorevole sull’argomento e riporta le preghiere di molti uomini e donne fedeli in cerca di conforto, guida e perdono, nonché di risposte alle domande più spinose. — Salmo 23:3; 71:21; Daniele 9:4, 5, 19; Abacuc 1:3.

Tali preghiere, per quanto diverse fra loro, avevano qualcosa in comune. Furono tutte pronunciate da persone in possesso di un elemento fondamentale che rendeva efficaci le loro invocazioni, elemento che nel mondo di oggi viene spesso dimenticato o trascurato: sapevano a chi quelle preghiere andavano indirizzate.