Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  ottobre 2008

 Insegnatelo ai bambini

A volte sei geloso? I fratelli di Giuseppe lo erano

A volte sei geloso? I fratelli di Giuseppe lo erano

PARLIAMO un po’ di cosa significa essere gelosi. Ti è mai capitato che una persona non ti sia simpatica solo perché gli altri dicono che è brava, bella o intelligente? * — Ecco, questo è quello che succede quando si è gelosi di qualcuno.

In famiglia si può diventare gelosi quando uno dei figli è il preferito dei genitori. La Bibbia parla di una famiglia in cui, a causa della gelosia, ci fu un grosso problema. Scopriamo di cosa si trattava e vediamo che cosa possiamo imparare dalla vicenda.

Giuseppe era l’undicesimo figlio di Giacobbe e i suoi fratellastri erano gelosi di lui. Sai perché? — Perché era il preferito di Giacobbe. Per esempio, Giacobbe gli fece fare una bellissima veste a righe. Gli voleva particolarmente bene perché Giuseppe “era il figlio della sua vecchiaia” ed era il primo figlio che aveva avuto dalla sua amata moglie Rachele.

La Bibbia dice che ‘quando i suoi fratelli videro che il loro padre lo amava più di tutti loro, odiarono Giuseppe’. Un giorno Giuseppe disse alla sua famiglia che aveva avuto un sogno in cui tutti loro, incluso il padre, si inchinavano a lui. “I suoi fratelli divennero gelosi di lui”, dice la Bibbia, e anche suo padre lo rimproverò per aver raccontato un sogno del genere. — Genesi 37:1-11.

Un po’ di tempo dopo, quando Giuseppe aveva 17 anni, i suoi fratelli portarono le pecore e le capre di proprietà della famiglia a pascolare molto lontano da casa. Giacobbe mandò Giuseppe a vedere come stavano i suoi fratelli. Sai cosa  volevano fargli quasi tutti loro quando lo videro arrivare? — Volevano ucciderlo! Ma due di loro, Ruben e Giuda, non erano d’accordo.

Passarono di là dei mercanti che andavano in Egitto, e Giuda disse: “Vendiamolo a loro!” E così fecero. Poi uccisero un capro e immersero la veste di Giuseppe nel sangue. Quando in seguito mostrarono la veste al loro padre, lui gridò: ‘Una feroce bestia selvaggia deve aver divorato Giuseppe!’ — Genesi 37:12-36.

Passò altro tempo, e Giuseppe diventò una persona molto stimata dal faraone, il governante dell’Egitto. Questo perché, con l’aiuto di Dio, Giuseppe era stato capace di spiegare il significato di due sogni del faraone. Nel primo sogno c’erano sette mucche sane seguite da sette mucche malate. Nel secondo c’erano sette belle spighe di grano e poi sette spighe rinsecchite. Entrambi i sogni, disse Giuseppe, significavano che ci sarebbero stati sette anni di raccolti abbondanti seguiti da sette anni di carestia. Su comando del faraone, a Giuseppe fu dato il compito di accumulare cibo durante gli anni di abbondanza per essere pronti quando sarebbe arrivata la carestia.

Quando arrivò la carestia, la famiglia di Giuseppe, che viveva a molti chilometri di distanza, ebbe bisogno di cibo. Giacobbe mandò i dieci fratelli più grandi di Giuseppe in Egitto a prendere del cibo. Si presentarono a Giuseppe, ma non lo riconobbero. Giuseppe non disse chi era e decise di metterli alla prova. Capì così che erano molto dispiaciuti di essersi comportati male con lui. Alla fine Giuseppe disse chi era e si abbracciarono. Com’erano felici di rivedersi! — Genesi, capitoli da 40 a 45.

Cosa puoi imparare sulla gelosia da questo racconto biblico? — La gelosia può provocare grossi guai, si può arrivare perfino a voler fare del male al proprio fratello! Leggiamo Atti 5:17, 18 e Atti 7:54-59, e vediamo cosa fecero alcune persone ai discepoli di Gesù, spinte dalla gelosia. — Ora che abbiamo letto questo, capisci perché dobbiamo stare attenti a non diventare gelosi? —

Giuseppe visse fino a 110 anni. Ebbe figli, nipoti e pronipoti. Possiamo essere sicuri che spesso avrà insegnato loro a volersi bene e a non essere gelosi. — Genesi 50:22, 23, 26.

^ par. 3 Se leggete questo articolo con un bambino, la lineetta serve a ricordare di fermarsi e incoraggiarlo a esprimersi.