Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio)  |  febbraio 2015

Un regalo inaspettato per il Giappone

Un regalo inaspettato per il Giappone

IL 28 APRILE 2013, a un’adunanza speciale tenutasi nella città giapponese di Nagoya, Anthony Morris, membro del Corpo Direttivo, ha sorpreso l’uditorio presentando una nuova pubblicazione in giapponese intitolata La Bibbia: Il Vangelo secondo Matteo. Gli oltre 210.000 presenti, che hanno seguito il programma di persona o in streaming, hanno risposto con un fragoroso applauso.

Ristampata dalla Traduzione del Nuovo Mondo, questa edizione di 128 pagine del Vangelo di Matteo è unica. Il fratello Morris ha spiegato che è stata pensata per “venire incontro ai bisogni del territorio giapponese”. Quali caratteristiche presenta questa nuova edizione? Perché è stata concepita? E quali sono state le reazioni di chi l’ha ricevuta?

QUALI CARATTERISTICHE PRESENTA?

Il formato di Matteo ha sorpreso l’uditorio. Il giapponese può essere scritto sia in verticale che in orizzontale, e diverso materiale stampato, incluse le nostre pubblicazioni recenti, utilizza la scrittura in orizzontale. Tuttavia questa nuova pubblicazione usa il testo in verticale e ha uno stile di impaginazione comune nei giornali e nelle opere letterarie giapponesi. Molti lettori giapponesi considerano questo stile facile da leggere. Inoltre le intestazioni di pagina sono state spostate nel testo come sottotitoli, in modo che i lettori possano facilmente identificare i punti principali.

I fratelli e le sorelle del Giappone hanno apprezzato subito le caratteristiche di Matteo. “Avevo già letto il Vangelo di Matteo molte volte”, ha riferito una sorella sull’ottantina, “ma lo stile verticale e i sottotitoli mi hanno aiutata a capire meglio il Sermone del Monte”. Una giovane sorella ha scritto: “Ho letto Matteo tutto d’un fiato. Io sono abituata allo stile orizzontale, ma molti giapponesi preferiscono quello verticale”.

CONCEPITA PER IL TERRITORIO GIAPPONESE

Perché questo libro biblico è particolarmente utile per il campo giapponese? Sebbene non abbiano familiarità con la Bibbia, molti giapponesi sono disposti a leggerla. Questa versione del Vangelo di Matteo darà a coloro che non hanno mai visto una Bibbia l’opportunità di tenere tra le mani e di leggere una porzione di questo libro sacro.

Perché è stato scelto il libro di Matteo? La maggior parte dei giapponesi associa la parola “Bibbia” a Gesù Cristo. Quindi è stato scelto il libro di Matteo perché contiene un resoconto della genealogia e della nascita di Gesù, il suo famoso Sermone del Monte e la sua straordinaria profezia relativa agli ultimi giorni, argomenti di interesse per molti giapponesi.

I proclamatori del Regno hanno zelantemente iniziato a distribuire questa nuova pubblicazione di  casa in casa e alle visite ulteriori. “Ora ho più opportunità di lasciare la Parola di Dio alle persone nel nostro territorio”, ha scritto una sorella. “Sono riuscita a lasciare una copia di Matteo proprio lo stesso pomeriggio dell’adunanza speciale!”

LE REAZIONI DI CHI L’HA RICEVUTA

In che modo i proclamatori presentano Matteo? Molti giapponesi conoscono espressioni come “porta stretta”, “perle davanti ai porci” e “non siate mai ansiosi del domani” (Matt. 6:34; 7:6, 13). Rimangono sorpresi quando apprendono che sono parole di Gesù Cristo. Vedendo tali parole nel Vangelo di Matteo molti dicono: “Ho sempre desiderato leggere la Bibbia almeno una volta nella vita”.

Quando i proclamatori tornano a visitare coloro che hanno accettato Matteo, questi ultimi spesso dicono di averlo iniziato a leggere subito o addirittura di averlo letto per intero. Un uomo sulla sessantina ha detto a un proclamatore: “L’ho letto diverse volte e mi sono sentito confortato. Per favore, insegnami qualcos’altro riguardo alla Bibbia”.

Il Vangelo di Matteo viene offerto anche nella testimonianza pubblica. Mentre partecipava a quest’attività, una Testimone diede il suo indirizzo e-mail a una giovane donna che aveva accettato Matteo. Dopo un’ora la donna scrisse un’e-mail alla sorella dicendo che ne aveva letto una parte e che desiderava saperne di più. Una settimana dopo cominciò a studiare la Bibbia e ben presto iniziò a frequentare le adunanze.

Alle congregazioni del Giappone sono state spedite oltre 1.600.000 copie del libro La Bibbia: Il Vangelo secondo Matteo e ogni mese i Testimoni ne stanno distribuendo decine di migliaia. La prefazione di questa edizione, descrivendo i sentimenti degli editori, afferma: “Speriamo sinceramente che la lettura di questo libro accresca il vostro interesse per la Bibbia”.