Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio)  |  febbraio 2015

Geova guida la nostra opera di insegnamento a livello mondiale

Geova guida la nostra opera di insegnamento a livello mondiale

“Io, Geova, sono il tuo Dio, Colui che ti insegna per il tuo beneficio, Colui che ti fa calcare la via per la quale devi camminare” (ISA. 48:17)

1. Quali ostacoli all’opera di predicazione hanno affrontato i cristiani in epoca moderna?

TRA la fine del XIX e gli inizi del XX secolo, gli Studenti Biblici affrontarono molti ostacoli. * Al pari dei cristiani del I secolo, proclamavano un messaggio molto impopolare. Erano in pochi, e il mondo in generale non li considerava sufficientemente istruiti. Inoltre avrebbero dovuto affrontare la “grande ira” di Satana il Diavolo (Riv. 12:12). E la loro opera di predicazione avrebbe avuto luogo durante gli “ultimi giorni”, un’epoca caratterizzata da “tempi difficili” (2 Tim. 3:1).

2. Cos’ha fatto Geova nei nostri giorni per promuovere l’opera di predicazione?

2 Eppure Geova voleva che nei nostri giorni la buona notizia fosse proclamata in misura senza precedenti, e nulla può impedirgli di adempiere il suo proposito. Proprio come liberò l’antica nazione di Israele da Babilonia, Geova ha liberato i suoi servitori odierni da “Babilonia la Grande”, l’impero mondiale della falsa  religione (Riv. 18:1-4). Ci ha insegnato per il nostro bene, ci ha benedetto con la pace e ci ha aiutato a trasmettere i suoi insegnamenti ad altri. (Leggi Isaia 48:16-18.) Questo non significa che, al fine di promuovere l’opera di predicare il Regno, Geova eserciti la sua prescienza per conoscere le cose in anticipo e quindi influenzare ciò che accade sulla terra. Alcune condizioni hanno favorito l’attività di testimonianza, ma è solo grazie all’aiuto di Geova che siamo riusciti a perseverare di fronte alla persecuzione e ad altri ostacoli che rendono difficile assolvere il nostro incarico in questo mondo che giace nel potere di Satana (Isa. 41:13; 1 Giov. 5:19).

3. In che modo la “vera conoscenza” è divenuta abbondante?

3 Geova ispirò il profeta Daniele a predire che la “vera conoscenza” sarebbe divenuta abbondante nel tempo della fine. (Leggi Daniele 12:4.) Geova aiutò gli Studenti Biblici a capire verità fondamentali che erano state a lungo celate dalle dottrine della cristianità. Ora sta impiegando i suoi servitori per diffondere la vera conoscenza in tutta la terra. Oggi più che mai vediamo l’adempimento della profezia di Daniele. Quasi otto milioni di persone hanno accettato la verità della Bibbia e a loro volta la dichiarano in tutto il mondo. Quali sono alcuni fattori che hanno reso possibile questa proclamazione su scala mondiale?

LA TRADUZIONE DELLA BIBBIA

4. In quante lingue era disponibile la Bibbia nel XIX secolo?

4 L’ampia diffusione della Bibbia è uno dei fattori che hanno favorito la predicazione della buona notizia. Per secoli la cristianità si è opposta in ogni modo alla lettura della Bibbia, arrivando a far uccidere alcuni che l’avevano tradotta. Ma nel XIX secolo le società bibliche la resero disponibile, per intero o in parte, in circa 400 lingue. Entro la fine del secolo molti possedevano una copia della Bibbia, ma non avevano accurata conoscenza degli insegnamenti scritturali.

5. Cos’hanno realizzato i Testimoni di Geova nel campo della traduzione biblica?

5 Gli Studenti Biblici sapevano che dovevano predicare, ed è ciò che fecero spiegando instancabilmente gli insegnamenti biblici. Inoltre, i servitori di Geova hanno usato e distribuito varie versioni della Bibbia. Dal 1950 hanno pubblicato la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture, per intero o in parte, in più di 120 lingue. L’edizione inglese del 2013 renderà meno problematico tradurla in altre lingue. A sua volta l’impiego di una versione della Bibbia chiara e facile da leggere ci sarà d’aiuto nel compiere l’opera di predicazione.

LA PACE

6, 7. (a) Quali livelli ha raggiunto la guerra nei tempi moderni? (b) In che modo la relativa pace che c’è stata in alcuni paesi ha favorito l’opera di predicazione?

6 Ci si potrebbe chiedere fino a che punto ci sia stata pace nel mondo. Nel XX secolo, per esempio, le guerre hanno mietuto milioni di vittime, in particolare le due guerre mondiali. Ma nel 1942, mentre infuriava la seconda guerra mondiale, Nathan Knorr, che all’epoca soprintendeva all’opera dei Testimoni di Geova, pronunciò il discorso intitolato “Pace — Può essa durare?” Il discorso presentava prove tratte da Rivelazione capitolo 17 secondo le quali quella guerra avrebbe portato non ad Armaghedon, ma a un periodo di pace (Riv. 17:3, 11).

7 La fine della seconda guerra mondiale, comunque, non coincise con l’inizio di una pace totale. Secondo una stima, tra il 1946 e il 2013 ci sono stati 331 conflitti armati  che hanno causato la morte di milioni di persone. Tuttavia, nello stesso arco di tempo molti paesi hanno goduto di relativa pace e i servitori di Geova se ne sono avvalsi per predicare la buona notizia. Quali sono stati i risultati? Nel 1944 c’erano meno di 110.000 proclamatori del Regno in tutto il mondo; oggi ce ne sono circa 8.000.000! (Leggi Isaia 60:22.) Senza dubbio siamo molto grati di poter predicare la buona notizia in condizioni pacifiche.

LA FACILITÀ DI SPOSTARSI DA UN LUOGO ALL’ALTRO

8, 9. Quali sviluppi ci sono stati nel campo dei trasporti, e in che modo si sono rivelati utili per la nostra opera?

8 I passi avanti compiuti nel campo dei trasporti hanno facilitato l’opera di predicazione. Nel 1900, poco più di 20 anni dopo la stampa del primo numero della Torre di Guardia, negli Stati Uniti c’erano solo 8.000 automobili e poche centinaia di chilometri di strade decenti su cui farle circolare. Oggi in tutto il mondo ci sono più di un miliardo e mezzo di autoveicoli e milioni di chilometri di buone strade. Automobili e strade permettono a molti di noi di far arrivare la buona notizia a persone che vivono in zone remote. Ma anche se non abbiamo un mezzo di trasporto e dobbiamo percorrere grandi distanze a piedi, compiamo ogni sforzo per fare discepoli (Matt. 28:19, 20).

9 Anche altre forme di trasporto si sono dimostrate utili per la nostra opera. Camion, navi e treni permettono di far arrivare pubblicazioni bibliche in aree molto remote nel giro di poche settimane. Gli aerei consentono a sorveglianti di circoscrizione, membri di Comitati di Filiale, missionari e altri di raggiungere rapidamente i luoghi in cui si tengono i congressi o altre località in cui assolveranno diversi incarichi teocratici. Inoltre, membri del Corpo Direttivo e altri fratelli della sede mondiale si recano in aereo in molti paesi per dare incoraggiamento e istruzioni ai compagni di fede. Pertanto, i passi avanti fatti nel campo dei trasporti hanno contribuito all’unità del popolo di Geova (Sal. 133:1-3).

LA LINGUA

10. Perché si può affermare che l’inglese è una lingua internazionale?

10 Nel I secolo il greco comune, o koinè, era molto diffuso in tutto l’impero romano. Esiste oggi una lingua altrettanto diffusa?  Molti risponderebbero che è l’inglese. Un libro afferma: “Circa un quarto della popolazione mondiale parla già l’inglese correntemente, o comunque in modo soddisfacente” (English as a Global Language). La lingua straniera più insegnata è l’inglese, che viene usato per le comunicazioni internazionali di carattere commerciale, politico, scientifico e tecnologico.

11. Che impatto ha avuto l’inglese sul progresso della pura adorazione?

11 Il diffuso impiego della lingua inglese ha contribuito a promuovere la pura adorazione. Per anni La Torre di Guardia e altre pubblicazioni basate sulla Bibbia venivano stampate prima in inglese. L’inglese è parlato anche alla sede mondiale dei Testimoni di Geova ed è la lingua in cui in genere si insegna agli studenti presso il Watchtower Educational Center di Patterson, negli Stati Uniti.

12. In quante lingue sono state tradotte le nostre pubblicazioni, e in che modo vi ha contribuito la tecnologia?

12 Dato che abbiamo il privilegio di predicare la buona notizia del Regno a persone di tutte le nazioni, abbiamo tradotto le nostre pubblicazioni in circa 700 lingue. I progressi compiuti in campo informatico, tra cui lo sviluppo del MEPS (Sistema Multilingue per l’Editoria Elettronica), ci sono stati di aiuto in tale impresa colossale. Questi sforzi ci hanno aiutato a diffondere il messaggio del Regno e hanno promosso l’unità fra di noi a livello mondiale. Ma la nostra unità si deve specialmente al fatto che parliamo una lingua ancor più importante, la “lingua pura” della verità scritturale. (Leggi Sofonia 3:9.)

LEGGI E SENTENZE

13, 14. In che modo i cristiani odierni hanno tratto beneficio da disposizioni di legge e sentenze?

13 Come abbiamo visto nell’articolo precedente, i primi cristiani si avvalsero del diritto romano, che vigeva in tutto l’impero. Analogamente, i cristiani odierni si avvalgono delle disposizioni di legge. Per esempio negli Stati Uniti, nazione in cui si trova la sede mondiale, la Costituzione garantisce libertà di culto, di parola e di riunione. Questo ha permesso ai fratelli che vivono lì di riunirsi liberamente, di studiare la Bibbia apertamente e di parlare ad altri delle cose che imparano. Tuttavia, a volte è stato necessario ricorrere a tribunali per stabilire legalmente la libertà di esercitare certi  diritti (Filip. 1:7). Quando negli Stati Uniti sono state intentate cause ai danni dei servitori di Geova, questi hanno presentato appelli a tribunali di grado superiore che hanno ripetutamente sostenuto il diritto dei Testimoni di essere proclamatori del Regno.

14 Anche i tribunali di altri paesi hanno sostenuto la nostra libertà di culto e il nostro diritto di predicare pubblicamente. In alcuni paesi abbiamo perso delle battaglie legali, ma ci siamo appellati a tribunali internazionali. Per esempio, fino al giugno del 2014 la Corte europea dei diritti dell’uomo ha emesso 57 sentenze a nostro favore che sono vincolanti per tutti i paesi del Consiglio d’Europa. Anche se siamo “odiati da tutte le nazioni” i tribunali di molti paesi hanno emesso sentenze a favore del nostro diritto di praticare la vera adorazione (Matt. 24:9).

ALTRI FATTORI

Pubblicazioni bibliche vengono rese disponibili a persone di tutta la terra

15. Quali progressi sono stati fatti nel campo della stampa, e in che modo si sono rivelati utili per noi?

15 I progressi nel campo della stampa hanno agevolato la predicazione della buona notizia a livello mondiale. Per secoli il metodo di stampa a caratteri mobili inventato da Johann Gutenberg verso il 1450 rimase pressoché invariato. Ma negli scorsi due secoli ci sono state notevoli innovazioni nel settore. Le macchine da stampa sono diventate più grandi, più veloci e più sofisticate. La produzione di carta e i processi di rilegatura sono diventati meno costosi. La stampa offset ha sostituito il metodo di stampa tipografica accelerando il ciclo di produzione e migliorando la qualità delle illustrazioni. Come ha influito questo sulla nostra opera? Riflettiamo: il primo numero della Torre di Guardia (luglio 1879) fu prodotto in 6.000 copie, senza illustrazioni e in una sola lingua, l’inglese. Oggi, 136 anni dopo, La Torre di Guardia ha raggiunto una tiratura di oltre 50 milioni di copie, è corredata di bellissime illustrazioni a colori ed è disponibile in oltre 200 lingue.

16. Quali invenzioni ci hanno aiutato a predicare a livello mondiale? (Vedi l’illustrazione iniziale.)

16 Consideriamo alcune invenzioni degli ultimi 200 anni che i servitori di Dio hanno usato nella predicazione della buona notizia. Abbiamo già parlato di treni, automobili e aerei, ma possiamo menzionare anche biciclette, macchine da scrivere, dispositivi braille, telegrafi, telefoni, macchine fotografiche, registratori audio e video, radio, televisione, filmati, computer e Internet. Tutti questi ritrovati ci hanno aiutato in vari modi ad assolvere il nostro incarico di fare discepoli. In adempimento della profezia secondo cui il popolo di Geova avrebbe “[succhiato] il latte delle nazioni”, abbiamo fatto saggio uso delle risorse delle nazioni, tra cui i moderni mezzi tecnologici, per produrre in molte lingue la Bibbia e pubblicazioni basate su di essa. (Leggi Isaia 60:16.)

17. (a) A quale conclusione possiamo giungere? (b) Perché Geova ci permette di essere suoi “collaboratori”?

17 È più che mai evidente che Geova sta guidando l’opera di predicazione. Ovviamente non ha bisogno del nostro aiuto per adempiere il suo proposito. Ciò nondimeno il nostro amorevole Padre celeste ci permette di essere suoi “collaboratori”, consentendoci così di manifestare il nostro amore per lui e per il prossimo (1 Cor. 3:9; Mar. 12:28-31). Pertanto, cogliamo ogni occasione per proclamare il messaggio del Regno, la più importante opera che esista. Dimostriamo in ogni modo possibile la nostra gratitudine per il fatto che Geova sta guidando e benedicendo l’opera di insegnamento a livello mondiale!

^ par. 1 Gli Studenti Biblici adottarono il nome Testimoni di Geova nel 1931 (Isa. 43:10).