Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio)  |  agosto 2014

State ricevendo “cibo a suo tempo”?

State ricevendo “cibo a suo tempo”?

VIVIAMO nel periodo più difficile di tutta la storia umana (2 Tim. 3:1-5). Il nostro amore per Geova e la determinazione a vivere secondo le sue giuste norme sono messi alla prova tutti i giorni. Prevedendo questi tempi travagliati, Gesù assicurò ai suoi seguaci che avrebbero ricevuto l’incoraggiamento necessario a perseverare sino alla fine (Matt. 24:3, 13; 28:20). Per rafforzarli, costituì uno schiavo fedele che avrebbe provveduto “cibo [spirituale] a suo tempo” (Matt. 24:45, 46).

Dal 1919, anno in cui fu costituito lo schiavo fedele, milioni di “domestici” di ogni lingua sono entrati a far parte dell’organizzazione di Dio e vengono cibati spiritualmente (Matt. 24:14; Riv. 22:17). Non tutto però è disponibile in ogni lingua, e non tutti hanno accesso alle nostre pubblicazioni in formato elettronico. Per esempio, molti non hanno a disposizione i video e gli articoli pubblicati solo su jw.org. Ma questo vuol dire che alcuni perdono una parte del cibo di cui hanno bisogno per stare bene spiritualmente? Per arrivare alla giusta conclusione, diamo risposta a quattro domande fondamentali.

 1. Qual è l’ingrediente principale del cibo provveduto da Geova?

Quando Satana lo tentò dicendogli di trasformare delle pietre in pani, Gesù rispose: “L’uomo non deve vivere di solo pane, ma di ogni espressione che esce dalla bocca di Geova” (Matt. 4:3, 4). Le espressioni di Geova sono scritte nella Bibbia (2 Piet. 1:20, 21). Perciò è la Bibbia il principale ingrediente del nostro cibo spirituale (2 Tim. 3:16, 17).

L’organizzazione di Geova ha reso disponibile, per intero o in parte, la Traduzione del Nuovo Mondo delle Sacre Scritture in oltre 120 lingue, e altre se ne aggiungono ogni anno. Oltre a questa traduzione, miliardi di copie di altre versioni della Bibbia, o di parti d’essa, sono disponibili in migliaia di lingue. Questo sorprendente risultato è in armonia con la volontà di Geova, “il quale vuole che ogni sorta di uomini siano salvati e vengano all’accurata conoscenza della verità” (1 Tim. 2:3, 4). E dal momento che “non c’è creazione che non sia manifesta alla sua vista”, possiamo star certi che Geova attirerà alla sua organizzazione “quelli che si rendono conto del loro bisogno spirituale” e provvederà loro cibo spirituale (Ebr. 4:13; Matt. 5:3, 6; Giov. 6:44; 10:14).

2. Che ruolo hanno le nostre pubblicazioni nel provvedere cibo spirituale?

Per poter sviluppare una forte fede, una persona non può limitarsi a leggere la Bibbia: deve capire ciò che legge e applicare ciò che impara (Giac. 1:22-25). Un eunuco etiope del I secolo capì di dover fare proprio questo. Stava leggendo la Parola di Dio quando l’evangelizzatore Filippo gli chiese: “Capisci effettivamente quello che leggi?” L’eunuco rispose: “Realmente, come posso, se qualcuno non mi guida?” (Atti 8:26-31). Filippo allora lo aiutò ad acquistare accurata conoscenza della Parola di Dio. Ciò che imparò lo colpì così tanto che si battezzò (Atti 8:32-38). Allo stesso modo, le nostre pubblicazioni basate sulla Bibbia ci hanno aiutato a conoscere più accuratamente la verità. Hanno toccato i nostri sentimenti e ci hanno spinto ad applicare quello che impariamo (Col. 1:9, 10).

Attraverso le pubblicazioni, ai servitori di Geova viene fornita un’abbondante provvista di cose spirituali da mangiare e da bere (Isa. 65:13). Per esempio La Torre di Guardia, disponibile in più di 210 lingue, spiega le profezie bibliche, affina la nostra comprensione delle verità spirituali più profonde e ci motiva a vivere secondo i princìpi biblici. Svegliatevi!, pubblicata in circa 100 lingue, ci permette di ampliare la nostra conoscenza delle opere creative di Geova e ci mostra come applicare i pratici consigli della Bibbia (Prov. 3:21-23; Rom. 1:20). Lo schiavo fedele provvede materiale basato sulla Parola di Dio in più di 680 lingue! Riservate del tempo ogni giorno per leggere la Bibbia? Leggete tutte le riviste e le nuove pubblicazioni rese disponibili ogni anno nella vostra lingua?

Oltre a produrre pubblicazioni, l’organizzazione di Geova prepara gli schemi dei discorsi basati sulla Bibbia pronunciati alle adunanze, alle assemblee e ai congressi. Vi piacciono le dimostrazioni, le interviste, i drammi e i discorsi presentati in queste occasioni? Geova ci prepara un vero e proprio banchetto spirituale! (Isa. 25:6).

 3. Se nella vostra lingua non avete a disposizione tutte le pubblicazioni che sono state prodotte, diventerete spiritualmente denutriti?

La risposta è no. E il fatto che alcuni servitori di Geova a volte possano avere del cibo spirituale in più rispetto ad altri non dovrebbe sorprenderci. A questo riguardo pensiamo al caso degli apostoli. Essi furono istruiti in misura maggiore in paragone a molti altri discepoli del I secolo (Mar. 4:10; 9:35-37). Nondimeno, questi altri non erano spiritualmente denutriti; ricevettero ciò di cui avevano bisogno (Efes. 4:20-24; 1 Piet. 1:8).

Vale anche la pena di ricordare che i Vangeli non riportano molte delle cose che Gesù disse e fece mentre era sulla terra. L’apostolo Giovanni scrisse: “Ci sono, in effetti, molte altre cose che Gesù fece, le quali, se fossero scritte nei minimi particolari, suppongo che il mondo stesso non potrebbe contenere i rotoli scritti” (Giov. 21:25). È vero, rispetto a noi i cristiani del I secolo avevano più informazioni relative al perfetto uomo Gesù, ma questo non ci pone in una posizione di svantaggio. Geova ha fatto in modo che avessimo sufficienti informazioni su suo Figlio da poterne seguire le orme (1 Piet. 2:21).

Inoltre, pensate alle lettere che gli apostoli inviarono alle congregazioni del I secolo. Almeno una di quelle scritte da Paolo non è stata preservata nella Bibbia (Col. 4:16). Il cibo spirituale di cui disponiamo è forse insufficiente solo perché non abbiamo questa lettera? No. Geova sa di cosa abbiamo bisogno e ci dà quello che ci serve per rimanere spiritualmente forti (Matt. 6:8).

Geova sa di cosa abbiamo bisogno e ci dà quello che ci serve per rimanere spiritualmente forti

Oggi, alcuni servitori di Geova hanno più cibo spirituale rispetto ad altri. Parlate una lingua in cui ci sono solo poche pubblicazioni? In tal caso, sappiate che Geova si prende cura di voi. Studiate quello che avete a disposizione e, se possibile, assistete alle adunanze in una lingua che capite. Potete star certi che Geova vi farà rimanere spiritualmente forti (Sal. 1:2; Ebr. 10:24, 25).

4. Se non avete la possibilità di accedere al materiale pubblicato su jw.org, vi indebolirete spiritualmente?

Sul nostro sito pubblichiamo copie delle nostre riviste e altri ausili per lo studio della Bibbia. Il sito provvede anche informazioni utili a coppie, ragazzi e a chi ha figli piccoli. Le famiglie possono avvalersi di questo materiale per tenere l’adorazione in famiglia. Il nostro sito, inoltre, contiene rapporti relativi a eventi speciali, come il conferimento dei diplomi di Galaad e l’adunanza annuale, e ci aggiorna su disastri naturali e sviluppi legali che riguardano il popolo di Geova (1 Piet. 5:8, 9). Infine è anche un potente strumento per predicare, dal momento che rende la buona notizia disponibile anche in quei paesi in cui la nostra opera è soggetta a restrizioni o vietata del tutto.

Quindi, potete rimanere spiritualmente forti sia che abbiate accesso al nostro sito o meno. Lo schiavo ha lavorato duramente per provvedere abbastanza materiale stampato da nutrire adeguatamente in senso spirituale ogni domestico. Pertanto non dovreste sentirvi obbligati a comprare un dispositivo elettronico solo per poter accedere a jw.org. Alcuni potrebbero prendere l’iniziativa di stampare un quantitativo limitato di ciò che è disponibile sul sito e darlo personalmente a chi non ha Internet, ma non è necessario che lo si faccia a livello di congregazione.

Siamo davvero grati a Gesù per il fatto che sta mantenendo la promessa di soddisfare i nostri bisogni spirituali. Mentre questi difficili ultimi giorni volgono al termine, possiamo essere sicuri che Geova continuerà a provvedere “cibo [spirituale] a suo tempo”.