Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio)  |  giugno 2014

Ricordate?

Ricordate?

Avete letto attentamente gli ultimi numeri della Torre di Guardia? Provate a vedere se sapete rispondere alle seguenti domande:

A che ora doveva essere scannato l’agnello pasquale il 14 nisan?

Alcune traduzioni bibliche dicono, nel testo o in nota, che doveva essere scannato “fra le due sere”; altre dicono “sull’imbrunire” o “al crepuscolo”. In pratica bisognava farlo dopo il tramonto ma prima che diventasse buio (Eso. 12:6). [15/12, pagine 18-19]

Quali princìpi biblici possono aiutare i giovani a fare scelte sagge?

Eccone tre: (1) cercare prima il Regno di Dio e la sua giustizia (Matt. 6:19-34), (2) provare la felicità che deriva dal servire altri (Atti 20:35), e (3) provare la gioia che deriva dal servire Dio da giovani (Eccl. 12:1). [15/1, pagine 19-20]

Quali quattro cavalieri cavalcano dal 1914?

Gesù, il cavaliere del cavallo bianco, ha agito per ripulire i cieli da Satana e dai suoi demoni. Il cavaliere del cavallo color fuoco simboleggia le guerre che hanno afflitto l’umanità. Il cavaliere del cavallo nero rappresenta la carestia. Il cavaliere del cavallo pallido miete milioni di vittime con una “piaga mortale” (Riv. 6:2-8). [1/2, pagine 6-7]

Quando ha luogo “il matrimonio dell’Agnello”? (Riv. 19:7).

“Il matrimonio dell’Agnello” avrà luogo dopo che il Re, Gesù Cristo, avrà completato la sua vittoria, ovvero dopo la distruzione di Babilonia la Grande e la guerra di Armaghedon. [15/2, pagina 10]

Perché gli ebrei del I secolo erano “in aspettazione” del Messia? (Luca 3:15).

Non possiamo affermare con certezza che gli ebrei del I secolo avessero l’intendimento che abbiamo noi oggi della profezia di Daniele relativa al Messia (Dan. 9:24-27). Tuttavia, è probabile che avessero sentito parlare dell’annuncio fatto dall’angelo ad alcuni pastori, o di ciò che aveva detto la profetessa Anna vedendo il piccolo Gesù nel tempio. Inoltre, degli astrologi erano venuti a cercare “il re dei giudei che [era] nato” (Matt. 2:1, 2). In seguito, Giovanni il Battezzatore aveva indicato che il Cristo sarebbe apparso di lì a poco. [15/2, pagine 26-27]

Come possiamo evitare che il nostro “Sì” diventi “No”? (2 Cor. 1:18).

È vero che circostanze che sfuggono al nostro controllo potrebbero talvolta impedirci di mantenere la parola. Ma se facciamo una promessa o prendiamo un impegno, dovremmo fare tutto il possibile per mantenerli. [15/3, pagina 32]

Come possiamo resistere alla tentazione di guardare materiale pornografico?

Ecco tre modi utili: (1) se ci capita di vedere un’immagine erotica, allontaniamo subito lo sguardo, (2) controlliamo i nostri pensieri concentrandoci su cose positive e pregando Dio, e (3) controlliamo i nostri passi evitando film o siti Internet che contengono materiale pornografico. [1/4, pagine 10-12]

Quali conseguenze impreviste possono verificarsi quando un cristiano si separa dalla famiglia per andare a lavorare all’estero?

Quando un genitore non vive con la famiglia, i figli ne risentono sia sul piano emotivo che morale. Potrebbero arrivare a provare ostilità nei confronti del genitore (o dei genitori). Inoltre, marito e moglie che vivono lontani l’uno dall’altra potrebbero essere soggetti a tentazioni di natura sessuale. [15/4, pagine 19-20]

Perché ai criminali che subivano l’esecuzione su un palo potevano essere rotte le gambe?

In alcuni casi i romani giustiziavano i criminali mettendoli al palo. I giudei richiesero che ai malfattori accanto a Gesù fossero rotte le gambe perché ciò avrebbe reso loro più difficile respirare, accelerandone la morte. In tal modo non sarebbero dovuti rimanere sul palo per tutta la notte (Deut. 21:22, 23). [1/5, pagina 11]

Quali sono quattro domande che dovremmo farci quando svolgiamo il ministero?

Chi sono le persone a cui predico? Dove le contatto? Quando le contatto? Come dovrei contattarle? [15/5, pagine 12-15]

Quante persone sono morte a causa del fumo?

Nell’ultimo secolo il fumo ha ucciso 100.000.000 di persone. Porta via 6.000.000 di vite ogni anno. [1/6, pagina 3]