Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio)  |  giugno 2014

“Appiana il percorso del tuo piede” per crescere spiritualmente

“Appiana il percorso del tuo piede” per crescere spiritualmente

QUANDO nel 537 a.E.V. gli ebrei lasciarono Babilonia alla volta di Gerusalemme, Geova si preoccupò della strada che avrebbero dovuto percorrere. Infatti disse loro: “Sgombrate la via del popolo. Elevate, elevate la strada maestra. Liberatela dalle pietre” (Isa. 62:10). Immagina cosa poteva comportare questo. Forse alcuni ebrei sarebbero andati avanti per preparare la strada, riempiendo le buche e livellando le asperità. In tal modo avrebbero agevolato i loro fratelli che li seguivano nel viaggio verso la patria.

Possiamo usare questo episodio come un’efficace metafora per descrivere il cammino verso le mete spirituali. Geova desidera che tutti i suoi servitori compiano tale viaggio con meno ostacoli possibile. La sua Parola ci esorta: “Appiana il percorso del tuo piede, e tutte le tue proprie vie siano fermamente stabilite” (Prov. 4:26). Che tu sia giovane o meno giovane, puoi sperimentare la saggezza di questo consiglio divino.

PREPARA LA STRADA PRENDENDO BUONE DECISIONI

Forse hai sentito frasi del tipo: “Quella ragazza ha tutte le carte in regola per diventare qualcuno”. Oppure: “Quel ragazzo farà strada”. Di solito i giovani godono di buona salute, hanno la mente sveglia e aspirano ad avere successo nella vita. Appropriatamente la Bibbia dice: “La bellezza dei giovani è la loro potenza” (Prov. 20:29). Se usano i propri doni e le proprie energie per servire Geova possono conseguire mete spirituali ed essere veramente felici.

Sai bene però che le capacità dei giovani cristiani sono estremamente apprezzate anche dal mondo. Quando un Testimone è bravo a scuola, tutor, insegnanti o altri studenti potrebbero insistere perché vada all’università in modo da farsi strada in questo sistema di cose. Oppure, se riesce bene in uno sport, potrebbe essere indotto a praticarlo a livello  agonistico. Magari ti sei trovato anche tu in una situazione simile, o conosci qualcuno che subisce queste pressioni. Cosa aiuterà un cristiano a prendere decisioni sagge in tal senso?

Gli insegnamenti biblici possono prepararti a percorrere la strada migliore in assoluto. “Ricorda, ora, il tuo grande Creatore nei giorni della tua giovinezza”, afferma Ecclesiaste 12:1. Ma come è possibile, per te o per un giovane in generale, ‘ricordare il grande Creatore’?

Nota cosa accadde a Eric, * un giovane dell’Africa occidentale che amava giocare a calcio. A soli 15 anni fu selezionato per entrare in una squadra di livello nazionale. A quel punto poteva sperare di fare esperienza in Europa, opportunità riservata a pochi, e magari diventare un calciatore professionista. Ma come sarebbe entrata in gioco nel suo caso l’esortazione a ‘ricordare il grande Creatore’? E cosa puoi imparare dalla sua esperienza?

Nel frattempo Eric iniziò a studiare la Bibbia con i Testimoni di Geova. Apprese così che il Creatore risolverà i problemi dell’umanità in modo permanente, e capì l’importanza di usare tempo ed energie per fare la sua volontà. In virtù di questa realtà, Eric saggiamente scelse di non perseguire una carriera agonistica. Invece si battezzò e si impegnò sotto il profilo spirituale. Col tempo, venne nominato servitore di ministero e in seguito fu invitato a frequentare la Scuola biblica per fratelli non sposati.

Anche se rincorrere una carriera sportiva gli avrebbe potuto dare fama e ricchezza, Eric comprese quanto sia vero il principio biblico: “Le cose di valore del ricco sono la sua città forte, e nella sua immaginazione sono come un muro protettivo” (Prov. 18:11). Già, la sicurezza che una persona crede di ottenere diventando ricca è in effetti un’illusione. Per di più, chi persegue accanitamente la ricchezza di solito ‘si ferisce con molte pene’ (1 Tim. 6:9, 10).

Al contrario, è bello constatare che tanti giovani hanno trovato sicurezza durevole e gioia dedicandosi al servizio a tempo pieno. Eric dice: “Sono entrato a far parte di una grande ‘squadra’ composta da persone che servono Geova a tempo pieno. È la squadra migliore a cui potrei mai appartenere, e ringrazio Geova per avermi mostrato la strada che conduce alla vera felicità e al successo nella vita”.

Che dire di te? Invece di inseguire mete mondane, perché anche tu non ‘stabilisci fermamente le tue vie’ dinanzi a Geova intraprendendo il servizio di pioniere? (Vedi il riquadro “ Risultati che non si ottengono con l’università”.)

SGOMBRA LA STRADA DAGLI OSTACOLI

Durante una visita alla filiale degli Stati Uniti, una coppia si rese conto di quanto erano felici i beteliti. In seguito la moglie scrisse: “Ci eravamo adagiati in uno stile di vita piuttosto comodo”. I due decisero quindi che avrebbero fatto miglior uso del loro tempo e delle loro energie per servire Geova.

A un certo punto, i cambiamenti che volevano fare sembrarono un po’ troppo per loro. In seguito, però, considerando la scrittura del giorno, si trovarono a riflettere su ciò che disse Gesù, riportato in Giovanni 8:31: “Se rimanete nella mia parola, siete realmente miei discepoli”. Pertanto ragionarono: “Qualunque sacrificio facciamo per semplificarci la vita, ne varrà la pena”. Così vendettero la loro grande casa, si liberarono di altri pesi e si trasferirono in una congregazione in cui c’era più bisogno. Ora sono pionieri, ma partecipano anche a progetti di costruzione di Sale del Regno e svolgono il servizio volontario in occasione delle assemblee di distretto. Come si sentono? “È incredibile”, dicono, “quanta gioia ci dia vivere una vita più semplice, facendo proprio ciò che l’organizzazione di Geova ci incoraggia a fare”.

RIMANI SULLA STRADA CHE TI FA CRESCERE SPIRITUALMENTE

Salomone scrisse: “In quanto ai tuoi occhi, devono guardare diritto, sì, i tuoi propri occhi brillanti devono guardare fisso davanti a te” (Prov. 4:25). Proprio come un automobilista rimane concentrato sulla strada che ha dinanzi, anche noi dobbiamo evitare quelle distrazioni che potrebbero impedirci di prefiggerci e raggiungere mete spirituali.

Quali sono alcune di queste? Ad esempio, puoi porti l’obiettivo di intraprendere il servizio a tempo pieno. Inoltre, potresti renderti disponibile per servire in una congregazione vicina in cui c’è bisogno  di predicatori esperti che diano una mano a coprire un vasto territorio; oppure trasferirti in una congregazione che ha molti bravi proclamatori ma pochi anziani e servitori di ministero. Perché non chiedi al sorvegliante di circoscrizione se puoi essere utile in tal senso? Se invece vorresti servire ancora più lontano da casa, puoi richiedere informazioni riguardo a congregazioni più distanti che hanno bisogno di aiuto. *

Torniamo alla scena descritta in Isaia 62:10. Alcuni ebrei avranno lavorato sodo per spianare e preparare la strada che avrebbe permesso al popolo di Dio di ritornare a Gerusalemme. Se anche tu ti stai impegnando strenuamente per raggiungere mete spirituali, non arrenderti! Con l’aiuto di Geova ce la potrai fare. Continua a chiedergli la sapienza necessaria per rimuovere ogni ostacolo sulla tua strada. A suo tempo vedrai come lui ti aiuterà ad ‘appianare il percorso del tuo piede’ (Prov. 4:26).

^ par. 8 Il nome è stato cambiato.

^ par. 18 Vedi Organizzati per fare la volontà di Geova, pagine 111-112.