Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio)  |  giugno 2013

Ricordate?

Ricordate?

Avete letto attentamente gli ultimi numeri della Torre di Guardia? Provate a vedere se sapete rispondere alle seguenti domande:

Cos’è la bibliomanzia, e qual è il punto di vista cristiano al riguardo?

La bibliomanzia è la pratica di aprire la Bibbia e leggere un versetto a caso nella convinzione che quel passo fornirà la giusta guida. I veri cristiani non traggono presagi. Studiano invece la Bibbia per acquistare accurata conoscenza e avere la guida divina. [15/12, pagina 3]

Cos’è il “mondo” che passerà?

Il “mondo” che passerà è l’insieme degli esseri umani che non vivono secondo la volontà di Dio (1 Giov. 2:17). La terra e coloro che si dimostrano fedeli sopravvivranno. [1/1, pagine 5-7]

In che modo Abele, benché morto, continua a parlarci? (Ebr. 11:4).

Lo fa per mezzo della sua fede. Noi possiamo imparare da lui e sforzarci di imitare tale fede. Il suo esempio è ancora vivo e incisivo. [1/1, pagina 12]

In quali campi non dobbiamo permettere a nulla di allontanarci da Dio?

Eccone alcuni: lavoro e carriera, tempo libero e divertimenti, rapporti con parenti disassociati, uso della tecnologia, cura della salute, concetto del denaro, opinione di noi stessi e delle nostre idee. [15/1, pagine 12-21]

Cosa possiamo imparare dall’umiltà di Mosè?

Mosè non si montò la testa a causa dell’autorità conferitagli; fece affidamento su Dio, e non su se stesso. Non permettiamo mai che potere, autorità o doti naturali ci diano alla testa; al contrario, confidiamo in Geova (Prov. 3:5, 6). [1/2, pagina 5]

Dove vivranno i risuscitati?

Alcuni di loro, cioè 144.000, vivranno in cielo. La maggioranza, però, sarà riportata in vita sulla terra con la prospettiva di viverci per sempre. [1/3, pagina 6]

In che senso gli israeliti erano ‘incirconcisi di cuore’? (Ger. 9:26).

Nel senso che il loro cuore era ostinato e ribelle; perciò dovevano eliminare tutto ciò che lo rendeva insensibile: i pensieri, i desideri o i motivi che erano in conflitto con quelli di Dio (Ger. 5:23, 24). [15/3, pagine 9-10]

Cosa rese significativa la vita di Gesù?

Gesù aveva uno scopo nella vita: fare la volontà di Dio. Amava intensamente il Padre e le persone. Di conseguenza sapeva di avere l’amore e l’approvazione del Padre. Queste sono condizioni essenziali per avere una vita significativa. [1/4, pagine 4-5]

Cosa comprende la parte terrena dell’organizzazione di Geova?

Comprende il Corpo Direttivo, i Comitati di Filiale, i sorveglianti viaggianti, i corpi degli anziani, le congregazioni e i singoli proclamatori. [15/4, pagina 29]

Perché si può dire che Dio non fu crudele nell’eseguire i suoi giudizi?

Geova non prova piacere nella morte dei malvagi (Ezec. 33:11). Il modo in cui si è comportato in passato dimostra che egli, amorevolmente, avverte le persone prima di eseguire i suoi giudizi. Questo ci dà la speranza di sopravvivere ai giudizi futuri. [1/5, pagine 5-6]

Gli israeliti giustiziavano i criminali mettendoli al palo?

No. Alcuni popoli lo facevano, ma presso gli israeliti, almeno all’epoca delle Scritture Ebraiche, il condannato veniva prima messo a morte, ad esempio tramite lapidazione (Lev. 20:2, 27). Poi il corpo poteva essere appeso a un palo come monito per gli altri. [15/5, pagina 13]

Perché la pace mondiale è così difficile da conseguire?

Anche se hanno fatto cose straordinarie, gli uomini non hanno la capacità di ‘dirigere i propri passi’ (Ger. 10:23). Il mondo è controllato da Satana, per cui gli esseri umani non possono portarvi la pace (1 Giov. 5:19). [1/6, pagina 16]