Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio)  |  settembre 2012

Come giungerà alla sua fine questo mondo?

Come giungerà alla sua fine questo mondo?

“Non siete nelle tenebre, così che quel giorno venga su di voi come su dei ladri”. — 1 TESS. 5:4.

1. Cosa può aiutarci a essere vigilanti e a far fronte alle prove?

PRESTO si verificheranno avvenimenti sconvolgenti. L’adempimento delle profezie bibliche lo conferma, quindi dobbiamo essere vigilanti. Come possiamo riuscirci? L’apostolo Paolo ci esorta a ‘rivolgere lo sguardo alle cose che non si vedono’. Dobbiamo tenere a mente la ricompensa della vita eterna, sia essa in cielo o sulla terra. Come mostra il contesto, Paolo scrisse queste parole per incoraggiare i compagni di fede a concentrarsi sul felice esito della loro condotta fedele. Questo li avrebbe anche aiutati a far fronte a prove e persecuzioni. — 2 Cor. 4:8, 9, 16-18; 5:7.

2. (a) Cosa dobbiamo fare se vogliamo che la nostra speranza rimanga salda? (b) Cosa esamineremo in questo articolo e nel successivo?

2 Il monito di Paolo racchiude un importante principio: se vogliamo che la nostra speranza rimanga salda dobbiamo vedere oltre ciò che abbiamo davanti agli occhi. Dobbiamo concentrarci su eventi importanti che ancora non si vedono. (Ebr. 11:1; 12:1, 2) Esaminiamo quindi dieci avvenimenti futuri che sono strettamente legati alla nostra speranza di vivere per sempre. *

COSA ACCADRÀ SUBITO PRIMA DELLA FINE?

3. (a) Di quale sviluppo ancora futuro si parla in 1 Tessalonicesi 5:2, 3? (b) Cosa faranno i leader politici, e chi potrebbe unirsi a loro?

3 Uno sviluppo futuro è menzionato da Paolo nella sua lettera ai Tessalonicesi. (Leggi 1 Tessalonicesi 5:2, 3). Egli richiama l’attenzione sul “giorno di Geova”.  Qui l’espressione “giorno di Geova” si riferisce al periodo che inizierà con la distruzione della falsa religione e culminerà nella guerra di Armaghedon. Tuttavia, subito prima dell’inizio del giorno di Geova i leader mondiali diranno: “Pace e sicurezza!” Questo potrà riferirsi a un avvenimento o a una serie di avvenimenti. Forse le nazioni penseranno di essere vicine alla soluzione di alcuni grossi problemi che le affliggono. Che dire dei leader religiosi? Essi fanno parte del mondo, quindi è possibile che si uniscano ai leader politici. (Riv. 17:1, 2) Se così fosse, il clero imiterebbe i falsi profeti dell’antico regno di Giuda, che dicevano: “C’è pace! C’è pace!”, mentre secondo Geova non c’era “nessuna pace”. — Ger. 6:14; 23:16, 17.

4. A differenza dell’umanità in generale, cosa comprendiamo?

4 A prescindere da chi parteciperà alla proclamazione di “Pace e sicurezza!”, tale sviluppo indicherà che il giorno di Geova sta per iniziare. Paolo poté quindi affermare: “Fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno venga su di voi come su dei ladri, poiché siete tutti figli della luce”. (1 Tess. 5:4, 5) A differenza dell’umanità in generale, noi comprendiamo il significato che gli avvenimenti attuali hanno alla luce delle Scritture. Comunque, per sapere come si adempirà nei particolari questa profezia sulla proclamazione di “Pace e sicurezza!” non possiamo che attendere. Pertanto, a tutti i costi, “stiamo svegli e siamo sobri”. — 1 Tess. 5:6; Sof. 3:8.

UNA “REGINA” CHE HA FATTO MALE I SUOI CALCOLI

5. (a) Cosa segnerà l’inizio della “grande tribolazione”? (b) In che senso la “regina” di Rivelazione 18:7 avrà fatto male i suoi calcoli?

5 Quali altri avvenimenti “che non si vedono” si verificheranno dopo? Paolo affermò: “Quando diranno: ‘Pace e sicurezza!’ allora un’improvvisa distruzione sarà istantaneamente su di loro”. La prima fase di questa “improvvisa distruzione” sarà l’attacco sferrato contro “Babilonia la Grande”, l’impero mondiale della falsa religione, chiamata anche “la meretrice”. (Riv. 17:5, 6, 15) Tale attacco contro ogni forma di falsa religione, compresa la cristianità, segnerà l’inizio della “grande tribolazione”. (Matt. 24:21; 2 Tess. 2:8) Questo avvenimento coglierà molti di sorpresa. Perché? Perché fino a quel momento, sicura di sé, la meretrice si sarà considerata una ‘regina che non avrebbe visto mai lutto’. Ma improvvisamente scoprirà di aver fatto male i calcoli circa le sue possibilità di sopravvivenza. Sarà  spazzata via rapidamente, come “in un sol giorno”. — Riv. 18:7, 8.

6. Chi distruggerà la falsa religione?

6 La Parola di Dio rivela che a sferrare l’attacco contro la meretrice sarà una “bestia selvaggia” con “dieci corna”. Dallo studio del libro di Rivelazione si evince che la bestia selvaggia simboleggia l’ONU, l’Organizzazione delle Nazioni Unite. Le “dieci corna” rappresentano tutte le potenze politiche attuali che sostengono questa “bestia selvaggia di colore scarlatto”. * (Riv. 17:3, 5, 11, 12) Quanto sarà devastante l’attacco? Le nazioni che formano l’ONU saccheggeranno le ricchezze della meretrice, mostreranno la sua vera natura, la divoreranno e “la bruceranno completamente”. La sua distruzione sarà definitiva. — Leggi Rivelazione 17:16.

7. Cosa farà scattare l’attacco da parte della “bestia selvaggia”?

7 Le profezie della Bibbia indicano anche da cosa sarà innescato questo attacco. In qualche modo Geova metterà nel cuore dei leader politici “di eseguire il suo pensiero”, cioè di devastare la meretrice. (Riv. 17:17) La religione continua a fomentare guerre e divisioni nel mondo; pertanto le nazioni potrebbero ritenere che distruggere la meretrice sia nel loro interesse. Quando i governi sferreranno l’attacco, infatti, penseranno di agire secondo il loro “unico pensiero”. In realtà, però, staranno agendo come strumento di Dio per cancellare tutta la falsa religione. Così, con uno sbalorditivo colpo di scena, una parte del sistema satanico ne attaccherà un’altra, e Satana non potrà impedirlo. — Matt. 12:25, 26.

ATTACCATO IL POPOLO DI DIO

8. Cos’è l’attacco di “Gog del paese di Magog”?

8 Dopo la distruzione della falsa religione, i servitori di Dio continueranno a ‘dimorare al sicuro, senza mura’. (Ezec. 38:11, 14) Cosa accadrà a questo gruppo di adoratori di Geova apparentemente inerme? Sembra proprio che sarà oggetto di un attacco furioso da parte di “molti popoli”. La Parola di Dio lo descrive come l’attacco sferrato da “Gog del paese di Magog”. (Leggi Ezechiele 38:2, 15, 16). Come dovremmo considerare questo attacco?

9. (a) Che cos’è che sta più a cuore a un cristiano? (b) Cosa dobbiamo fare sin d’ora per rafforzare la nostra fede?

9 Sapere in anticipo che il popolo di Dio subirà questo attacco non ci causa eccessiva ansietà. Quello che ci sta più  a cuore non è la nostra salvezza, ma la santificazione del nome di Geova e la rivendicazione della sua sovranità. In effetti Geova ha dichiarato più di 60 volte: “Dovrete conoscere che io sono Geova”. (Ezec. 6:7; vedi la nota in calce). Guardiamo pertanto con grande interesse all’adempimento di questo eccezionale aspetto della profezia di Ezechiele, certi che “Geova sa liberare le persone di santa devozione dalla prova”. (2 Piet. 2:9) Nel frattempo vogliamo cogliere ogni opportunità per rafforzare la nostra fede, in modo da riuscire a mantenere la nostra integrità di fronte a qualsiasi prova. Che cosa dobbiamo fare? Dobbiamo pregare, studiare la Parola di Dio, meditare su di essa e parlare ad altri del messaggio del Regno. In questo modo manteniamo salda “come un’àncora” la nostra speranza della vita eterna. — Ebr. 6:19; Sal. 25:21.

LE NAZIONI DOVRANNO RICONOSCERE GEOVA

10, 11. Cosa segnerà l’inizio di Armaghedon, e cosa accadrà allora?

10 L’attacco ai servitori di Geova darà luogo a un avvenimento sconvolgente: Geova, per mezzo di Gesù e degli eserciti celesti, interverrà a favore del suo popolo. (Riv. 19:11-16) Tale intervento sarà la “guerra del gran giorno dell’Iddio Onnipotente”, Armaghedon. — Riv. 16:14, 16.

11 A proposito di quella guerra Ezechiele riportò la seguente dichiarazione di Geova: “‘Certamente chiamerò contro [Gog] in tutta la mia regione montagnosa la spada’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova. ‘La spada di ciascuno sarà contro il suo proprio fratello’”. In preda al panico e alla confusione, quelli che saranno dalla parte di Satana rivolgeranno le armi gli uni contro gli altri uccidendosi a vicenda. L’intervento divino colpirà l’intero sistema di Satana. Geova affermò: “Farò piovere . . . fuoco e zolfo su [Gog] e sulle sue schiere e sui molti popoli che saranno con lui”. (Ezec. 38:21, 22) Quale sarà il risultato di questo atto divino?

12. Cosa saranno costrette a fare le nazioni?

12 Le nazioni dovranno riconoscere che la loro schiacciante sconfitta è avvenuta per ordine di Geova stesso. Forse allora, proprio come fecero nell’antichità gli egiziani che inseguirono gli israeliti al Mar Rosso, le forze di Satana grideranno disperate: “Geova certamente combatte per loro”! (Eso. 14:25) Le nazioni saranno costrette a riconoscere Geova. (Leggi Ezechiele 38:23). Ma quanto manca all’inizio di questa catena di avvenimenti?

NON SORGERÀ NESSUN’ALTRA POTENZA MONDIALE

13. Cosa sappiamo dell’ultima parte della statua di Daniele?

13 Una profezia contenuta nel libro di Daniele ci permette di capire quanto siamo vicini alla grande tribolazione. Daniele descrive una statua dalle sembianze umane composta di metalli diversi. (Dan. 2:28, 31-33) Tale statua rappresenta la successione di potenze mondiali che hanno influito in modo significativo sul popolo di Dio, sia nel passato che nel presente: Babilonia, Media-Persia, Grecia, Roma e l’ultima che arriva ai nostri giorni. Dallo studio delle profezie di Daniele si comprende che quest’ultima potenza mondiale è raffigurata dai piedi e dalle dita dei piedi della statua. Durante la prima guerra mondiale, Gran Bretagna e Stati Uniti strinsero un’alleanza speciale. Si può affermare, dunque, che l’ultima parte della statua di Daniele simboleggia la potenza mondiale anglo-americana. I piedi costituiscono l’ultima parte dell’immagine, e questo indica che sulla scena mondiale  non apparirà nessun’altra potenza. Il fatto che i piedi e le dita dei piedi siano di ferro e argilla ben raffigura l’intrinseca debolezza della potenza mondiale anglo-americana.

14. Quale sarà la potenza mondiale dominante quando si abbatterà Armaghedon?

14 La stessa profezia indica che il Regno di Dio, raffigurato da una grossa pietra, fu ‘tagliato’ dalla montagna della sovranità di Geova nel 1914. Quella pietra sfreccia ora a tutta velocità verso il suo obiettivo: i piedi della statua. Ad Armaghedon i piedi, insieme al resto della statua, saranno distrutti. (Leggi Daniele 2:44, 45). Pertanto, la potenza anglo-americana sarà ancora la potenza mondiale dominante quando si abbatterà Armaghedon. Sarà veramente emozionante vedere con i nostri occhi il completo adempimento di questa profezia! * Ma cos’ha in serbo Geova per Satana stesso?

CHE NE SARÀ DEL PRINCIPALE AVVERSARIO DI DIO?

15. Cosa accadrà a Satana e ai suoi demoni dopo Armaghedon?

15 In primo luogo Satana dovrà assistere all’annientamento della sua intera organizzazione terrena. Poi arriverà il suo turno. L’apostolo Giovanni riferisce cosa accadrà a quel punto. (Leggi Rivelazione 20:1-3). Gesù Cristo, l’“angelo con la chiave dell’abisso”, afferrerà Satana e i suoi demoni e li scaglierà nell’abisso, dove saranno relegati per mille anni. (Luca 8:30, 31; 1 Giov. 3:8) Quell’azione costituirà la prima fase dello schiacciamento della testa del serpente. * — Gen. 3:15.

16. Cosa significherà per Satana essere nell’“abisso”?

16 Cos’è l’“abisso” in cui saranno scagliati Satana e i demoni? Il termine greco àbyssos usato da Giovanni si riferisce a qualcosa “senza fondo; infinito; immenso”. (L. Rocci, Vocabolario greco-italiano) Può anche essere reso “insondabile, sconfinato” e “il vuoto infinito”. (H. G. Liddell e R. Scott, A Greek-English Lexicon, Londra, 1968) Quindi l’abisso è un luogo completamente al di fuori della portata di chiunque, a parte Geova e il suo “angelo con la chiave dell’abisso”. Lì Satana sarà in uno stato di inattività simile alla morte “affinché non [svii] più le nazioni”. Quel “leone ruggente” sarà messo a tacere! — 1 Piet. 5:8.

AVVENIMENTI CHE PRELUDONO A UN PERIODO DI PACE

17, 18. (a) Quali avvenimenti che ancora non si vedono abbiamo esaminato finora? (b) Dopo questi avvenimenti, che periodo comincerà?

17 Fra breve vedremo sviluppi importanti e avvenimenti sconvolgenti. Attendiamo con ansia di scoprire come si dichiarerà “Pace e sicurezza!” Poi assisteremo alla distruzione di Babilonia la Grande, all’attacco di Gog di Magog e alla battaglia di Armaghedon. Quindi, Satana e i demoni saranno imprigionati nell’abisso. Dopodiché, quando tutta la malvagità sarà scomparsa, si aprirà un nuovo capitolo: il Regno millenario di Cristo, caratterizzato dall’“abbondanza della pace”. — Sal. 37:10, 11.

18 Oltre ai cinque avvenimenti che abbiamo esaminato finora, ci sono altre “cose che non si vedono” alle quali è bene che “rivolgiamo lo sguardo”. Saranno prese in esame nel prossimo articolo.

^ par. 2 I dieci avvenimenti sono presi in esame in questo articolo e nel successivo.

^ par. 6 Vedi Rivelazione: Il suo grandioso culmine è vicino!, pp. 251-258.

^ par. 14 L’espressione “stritolerà tutti questi regni e porrà loro fine”, riportata in Daniele 2:44, si riferisce ai regni, o potenze mondiali, raffigurati dalle varie parti della statua. Tuttavia, una profezia parallela indica che i “re dell’intera terra abitata” saranno schierati contro Geova nel “gran giorno dell’Iddio Onnipotente”. (Riv. 16:14; 19:19-21) Quindi, non saranno solo i regni raffigurati dalla statua a essere distrutti ad Armaghedon, ma anche tutti gli altri regni di questo mondo.

^ par. 15 La testa del serpente sarà schiacciata definitivamente dopo la fine dei mille anni, quando Satana e i suoi demoni saranno scagliati “nel lago di fuoco e zolfo”. — Riv. 20:7-10; Matt. 25:41.