Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente all’indice

 ARTICOLO DI STUDIO 41

Rimaniamo fedeli durante la “grande tribolazione”

Rimaniamo fedeli durante la “grande tribolazione”

“Amate Geova, voi tutti suoi leali. Geova protegge chi gli è fedele” (SAL. 31:23)

CANTICO 129 Continueremo a perseverare

IN QUESTO ARTICOLO *

1-2. (a) Quale proclamazione faranno le nazioni tra breve? (b) A quali domande è necessario rispondere?

PENSIAMO a quando le nazioni faranno la tanto attesa proclamazione di “pace e sicurezza”. Probabilmente si vanteranno asserendo che il mondo non è mai stato così sicuro. Vorranno farci credere di avere la situazione sotto controllo. Ma in realtà non potranno affatto controllare ciò che accadrà dopo! Perché no? Come profetizzato nella Bibbia, “si abbatterà su di loro un’improvvisa distruzione, [...] e non potranno sfuggire in alcun modo” (1 Tess. 5:3).

2 A questo punto sorgono delle importanti domande a cui è necessario rispondere: Cosa accadrà durante la “grande tribolazione”? Cosa si aspetterà Geova da noi durante quel periodo? E come possiamo prepararci ora per rimanere fedeli durante la “grande tribolazione”? (Matt. 24:21).

COSA ACCADRÀ DURANTE LA “GRANDE TRIBOLAZIONE”?

3. Secondo Rivelazione 17:5, 15-18, in che modo Dio distruggerà “Babilonia la Grande”?

3 Leggi Rivelazione 17:5, 15-18. “Babilonia la Grande” sarà distrutta. Come abbiamo detto, le nazioni non potranno affatto controllare ciò che accadrà a quel punto. Perché no? Perché “Dio [metterà] nel loro cuore il desiderio di realizzare il suo intento”. Di che intento si tratta? Dio intende distruggere l’impero mondiale della falsa religione, di cui  fa parte la cristianità. * Metterà questo suo intento nel cuore delle “10 corna” della “bestia feroce di colore scarlatto”. Le “10 corna” rappresentano tutte le potenze politiche che sostengono la “bestia feroce”, cioè l’Organizzazione delle Nazioni Unite (Riv. 17:3, 11-13; 18:8). Quando quelle potenze politiche si rivolteranno contro la falsa religione, questo indicherà che la grande tribolazione è iniziata. Si tratterà di un evento davvero catastrofico che riguarderà l’intera terra.

4. (a) Cosa potrebbero dire le nazioni per giustificare il loro attacco a Babilonia la Grande? (b) Come è probabile che reagiscano coloro che facevano parte delle religioni false?

4 Non sappiamo quali motivazioni potrebbero dare le potenze politiche per giustificare il loro attacco a Babilonia la Grande. Potrebbero dire che le religioni sono un ostacolo alla pace e che si immischiano continuamente nella politica. Oppure potrebbero affermare che quelle organizzazioni religiose hanno accumulato troppa ricchezza e troppe proprietà (Riv. 18:3, 7). Sembra ragionevole concludere che in questo attacco non saranno distrutti tutti i membri di quelle religioni. A quanto pare, le nazioni elimineranno le organizzazioni religiose. A quel punto coloro che ne facevano parte si renderanno conto che i loro leader religiosi hanno deluso le loro aspettative, e probabilmente cercheranno di prendere le distanze da quelle religioni.

5. Cosa ha promesso Geova riguardo alla grande tribolazione, e perché?

5 La Bibbia non dice quanto ci vorrà per distruggere Babilonia la Grande, ma sappiamo che questo avverrà in un tempo relativamente breve (Riv. 18:10, 21). Geova ha promesso di “[abbreviare] i giorni” della tribolazione affinché i suoi “eletti” e la vera religione sopravvivano (Mar. 13:19, 20). Ma cosa si aspetterà Geova da noi durante il periodo compreso tra l’inizio  della grande tribolazione e la guerra di Armaghedon?

CONTINUIAMO A PRATICARE LA PURA ADORAZIONE

6. Perché non basta troncare i legami con la falsa religione?

6 Come abbiamo detto nell’articolo precedente, Geova si aspetta che i suoi servitori si separino da Babilonia la Grande. Questo, però, significa più che troncare i legami con la falsa religione. Dobbiamo anche essere decisi a praticare la vera religione, cioè la pura adorazione. Vediamo due modi in cui possiamo farlo.

Non dobbiamo trascurare di riunirci insieme, nemmeno in tempi difficili (Vedi il paragrafo 7) *

7. (a) Come possiamo continuare a sostenere le giuste norme morali di Geova? (b) In che modo Ebrei 10:24, 25 sottolinea l’importanza di riunirci, specialmente ora?

7 Primo, dobbiamo continuare a sostenere le giuste norme morali di Geova. Non possiamo accettare i valori e le norme del mondo. Per esempio, non approviamo nessuna forma di immoralità sessuale, inclusi i matrimoni tra persone dello stesso sesso e altri comportamenti omosessuali (Matt. 19:4, 5; Rom. 1:26, 27). Secondo, dobbiamo continuare a riunirci per l’adorazione con i nostri compagni di fede. Ci riuniamo indipendentemente dal luogo in cui è possibile farlo, che sia in una Sala del Regno, in casa di fratelli o in altri posti, se necessario anche di nascosto. Qualsiasi cosa accada, non possiamo smettere di radunarci per l’adorazione. Anzi, abbiamo bisogno di riunirci, “tanto più che [vediamo] avvicinarsi il giorno”. (Leggi Ebrei 10:24, 25.)

8. Come cambierà probabilmente il messaggio che proclamiamo?

8 Durante la grande tribolazione il messaggio che proclamiamo probabilmente cambierà. Oggi predichiamo la buona notizia del Regno e ci impegniamo per fare discepoli. Ma è probabile che in quel periodo trasmetteremo un messaggio forte, paragonabile a una violenta grandinata (Riv. 16:21). Forse proclameremo la fine imminente del mondo di Satana. Col tempo capiremo esattamente quale sarà il nostro messaggio e in che modo lo trasmetteremo. Useremo gli stessi metodi che stiamo usando da più di 100 anni per svolgere il nostro ministero? O ne utilizzeremo altri? Al momento non lo sappiamo. In ogni caso pare che avremo il privilegio di proclamare coraggiosamente il messaggio di giudizio di Geova (Ezec. 2:3-5).

9. Come potrebbero reagire le nazioni al nostro messaggio, ma di cosa possiamo essere sicuri?

9 Molto probabilmente sarà a motivo del nostro messaggio che le nazioni cercheranno di metterci a tacere una volta per sempre. Proprio come confidiamo nell’aiuto di Geova per svolgere il nostro ministero ora, avremo bisogno di confidare nel suo aiuto anche in quel momento. Possiamo essere sicuri che Dio ci darà la forza necessaria per compiere la sua volontà (Mic. 3:8).

TENIAMOCI PRONTI PER L’ATTACCO DI GOG

10. In base a quanto predetto in Luca 21:25-28, come reagirà la maggioranza delle persone a ciò che accadrà durante la grande tribolazione?

10 Leggi Luca 21:25-28. Durante la grande tribolazione le persone rimarranno scioccate vedendo che tutto ciò che avevano considerato stabile comincerà a crollare. Trovandosi nel periodo più buio della storia umana, le persone “saranno in preda all’angoscia” e temeranno per la propria vita (Sof. 1:14, 15). A quel tempo le cose diventeranno più difficili anche per noi servitori  di Geova. Dato che continueremo a non far parte del mondo, è probabile che affronteremo delle difficoltà. Forse dovremo fare a meno di alcune cose necessarie.

11. (a) Perché a un certo punto i riflettori saranno puntati su di noi? (b) Perché non dobbiamo aver paura della grande tribolazione?

11 A un certo punto le persone che facevano parte delle religioni ormai distrutte probabilmente saranno infastidite vedendo che i Testimoni di Geova stanno ancora praticando la loro religione. Possiamo solo immaginare il subbuglio che questo potrebbe suscitare, anche sui social network. Le nazioni e il loro capo, Satana, ci odieranno perché la nostra sarà l’unica religione a essere sopravvissuta. I riflettori saranno puntati su di noi, perché le nazioni si renderanno conto di non essere riuscite a spazzare via tutte le religioni dalla faccia della terra. A quel punto assumeranno il ruolo di Gog di Magog. * Si alleeranno per lanciare un violento attacco contro il popolo di Geova (Ezec. 38:2, 14-16). Forse siamo un po’ preoccupati pensando a ciò che potrebbe accadere, dato che non ne conosciamo i dettagli. Ma una cosa è certa: non dobbiamo aver paura della grande tribolazione. Geova ci darà istruzioni che serviranno a salvarci la vita (Sal. 34:19). Potremo ‘alzarci e sollevare la testa’, perché sapremo che ‘la nostra liberazione si è avvicinata’. *

12. In che modo “lo schiavo fedele e saggio” ci sta preparando per ciò che accadrà nel prossimo futuro?

12 “Lo schiavo fedele e saggio” ci sta preparando affinché rimaniamo fedeli durante la grande tribolazione (Matt. 24:45). Lo sta facendo in molti modi, per esempio attraverso i congressi che si sono tenuti dal 2016 al 2018. Questi congressi ci hanno incoraggiato a coltivare sempre di più le qualità di cui abbiamo bisogno man mano che si avvicina il giorno di Geova. Parliamo brevemente di queste qualità.

CONTINUIAMO A COLTIVARE LEALTÀ, PERSEVERANZA E CORAGGIO

Prepariamoci ora per sopravvivere alla grande tribolazione (Vedi i paragrafi da 13 a 16) *

13. Come possiamo coltivare la lealtà a Geova, e perché dobbiamo farlo ora?

13 Lealtà. Il tema del congresso del 2016 era “Rimaniamo leali a Geova”. Questo congresso ci ha insegnato che riusciremo a rimanere leali a Geova se abbiamo una forte relazione con lui. Ci è stato ricordato che possiamo avvicinarci a Geova attraverso preghiere significative e uno studio diligente della sua Parola. In questo modo avremo la forza per superare anche gli ostacoli più grandi. Man mano che il mondo di Satana si avvicina alla sua fine, possiamo aspettarci che la nostra lealtà a Dio e al suo Regno venga messa alla prova in misura sempre maggiore. Probabilmente continueremo a essere oggetto di scherni (2 Piet. 3:3, 4). E questo potrebbe avvenire soprattutto perché continueremo a mantenere una posizione neutrale. Dobbiamo coltivare la lealtà ora, così da rimanere leali durante la grande tribolazione.

14. (a) Quale cambiamento ci sarà per quanto riguarda i fratelli che qui sulla terra ci guidano? (b) Perché dovremo mostrare lealtà?

14 Durante la grande tribolazione ci sarà un cambiamento per quanto riguarda i  fratelli che ci guidano. A un certo punto tutti gli unti ancora sulla terra saranno radunati in cielo per partecipare alla guerra di Armaghedon (Matt. 24:31; Riv. 2:26, 27). Questo significa che il Corpo Direttivo non sarà più con noi sulla terra. Comunque la grande folla continuerà a essere organizzata. Saremo guidati da fratelli qualificati che fanno parte delle altre pecore. Dovremo mostrare lealtà sostenendo quei fratelli e seguendo le istruzioni che ci daranno. La nostra sopravvivenza dipenderà da questo!

15. Come possiamo coltivare la perseveranza, e perché è importante farlo ora?

15 Perseveranza. Il tema del congresso del 2017 era “Non ti arrendere!” Questo congresso ci ha aiutato a sviluppare maggiormente la capacità di resistere alle prove. Abbiamo imparato che la perseveranza non dipende dall’avere circostanze favorevoli. Possiamo coltivare questa qualità confidando in Geova (Rom. 12:12). Non dovremmo mai dimenticare ciò che Gesù ha promesso: “Chi avrà perseverato sino alla fine sarà salvato” (Matt. 24:13). Questo significa che dobbiamo rimanere fedeli nonostante le difficoltà che affrontiamo. Perseverando nelle prove ora, possiamo diventare più forti prima dell’inizio della grande tribolazione.

16. Da cosa dipende il vero coraggio, e come possiamo coltivare questa qualità ora?

16 Coraggio. Il tema del congresso del 2018 era “Sii coraggioso!” Questo congresso ci ha ricordato che non sono le nostre capacità a determinare se siamo coraggiosi. Come nel caso della perseveranza, il vero coraggio dipende dal confidare in Geova. Come possiamo rafforzare la fiducia che abbiamo in lui? Possiamo farlo leggendo la Bibbia ogni giorno e meditando su come Geova ha salvato il suo popolo nel passato (Sal. 68:20; 2 Piet. 2:9). Quando le nazioni ci attaccheranno durante la grande tribolazione, avremo bisogno di essere coraggiosi e di confidare in Geova come mai prima (Sal. 112:7, 8; Ebr. 13:6). Se confidiamo in Geova ora, avremo il coraggio necessario per affrontare l’attacco di Gog. *

 IL NUOVO MONDO È VICINO!

Gesù e i suoi eserciti celesti presto combatteranno la guerra di Armaghedon per distruggere i nemici di Dio. (Vedi il paragrafo 17)

17. Perché non dobbiamo aver paura di Armaghedon? (Vedi l’immagine in copertina.)

17 Come abbiamo detto nell’articolo precedente, quasi tutti noi stiamo vivendo sin dalla nascita negli ultimi giorni. Ma abbiamo anche la prospettiva di sopravvivere alla grande tribolazione. La guerra di Armaghedon sarà il grandioso culmine della conclusione di questo sistema di cose. Comunque non abbiamo nulla da temere. Perché? Perché sarà la guerra di Dio (Prov. 1:33; Ezec. 38:18-20; Zacc. 14:3). Quando Geova darà l’ordine, Gesù Cristo condurrà gli eserciti celesti in battaglia. Avrà al suo fianco gli unti risuscitati e miriadi di angeli. Insieme combatteranno contro Satana, i demòni e i loro eserciti terreni (Dan. 12:1; Riv. 6:2; 17:14).

18. (a) Cosa ha promesso Geova? (b) In che modo Rivelazione 7:9, 13-17 vi dà ragione di aver fiducia nel futuro?

18 Geova ha promesso: “Nessun’arma fabbricata contro di te avrà successo” (Isa. 54:17). “Una grande folla” di fedeli servitori di Geova sopravvivrà alla “grande tribolazione” e continuerà a rendergli sacro servizio. (Leggi Rivelazione 7:9, 13-17.) La Bibbia ci dà ogni ragione per aver fiducia nel futuro. Sappiamo che “Geova protegge chi gli è fedele” (Sal. 31:23). Tutti coloro che amano e lodano Geova saranno felici di assistere al momento in cui rivendicherà il suo santo nome (Ezec. 38:23).

19. Quale meravigliosa prospettiva ci attende nel prossimo futuro?

19 Pensiamo a come potrebbe essere formulato il passo di 2 Timoteo 3:2-5 se dovesse descrivere le persone nel nuovo mondo, quando non ci sarà più l’influenza di Satana. (Vedi il riquadro “ Gli uomini saranno...”) Il fratello George Gangas, * che servì nel Corpo Direttivo, disse: “Come sarà bello il mondo quando tutti saranno fratelli e sorelle! Presto avrete il privilegio di vivere nel nuovo sistema di cose. Vivrete tanto quanto vive Geova. Vivremo per sempre”. Che meravigliosa prospettiva!

CANTICO 122 Saldi, incrollabili

^ par. 5 Sappiamo che presto una “grande tribolazione” si abbatterà sul genere umano. Cosa significa questo per noi? Cosa si aspetterà Geova da noi durante quel periodo? E quali qualità dobbiamo coltivare ora per rimanere fedeli? Troveremo le risposte in questo articolo.

^ par. 3 COSA SIGNIFICA: Con il termine cristianità ci riferiamo all’insieme delle religioni che asseriscono di essere cristiane ma non insegnano ad adorare Geova nel modo che lui ha stabilito.

^ par. 11 COSA SIGNIFICA: L’espressione Gog di Magog (o, in breve, Gog) si riferisce a una coalizione di nazioni che attaccherà il popolo di Geova durante la grande tribolazione.

^ par. 11 Per un approfondimento riguardo a tutti gli eventi che porteranno alla guerra di Armaghedon, vedi il capitolo 21 del libro Il Regno di Dio è già una realtà! Per maggiori dettagli sull’attacco di Gog di Magog e su come Geova difenderà il suo popolo ad Armaghedon, vedi i capitoli 17 e 18 del libro La pura adorazione di Geova: finalmente ristabilita!

^ par. 16 Il congresso del 2019, dal tema “L’amore non viene mai meno”, mette in risalto che sotto l’amorevole protezione di Geova siamo sempre al sicuro (1 Cor. 13:8).

^ par. 19 Vedi l’articolo “Le sue opere lo seguono” nella Torre di Guardia del 1° dicembre 1994.

^ par. 65 DESCRIZIONE DELL’IMMAGINE. Durante la grande tribolazione un piccolo gruppo di Testimoni si riunisce coraggiosamente in una foresta per tenere un’adunanza.

^ par. 67 DESCRIZIONE DELL’IMMAGINE. Una grande folla di fedeli servitori di Geova avrà la gioia di sopravvivere alla grande tribolazione.