Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  N. 6 2016

 IN COPERTINA | VISIONI CHE SVELANO IL MONDO SPIRITUALE

Visioni dell’invisibile mondo spirituale

Visioni dell’invisibile mondo spirituale

La Bibbia presenta una serie di visioni affascinanti che ci danno un’idea dell’invisibile mondo spirituale. Vi invitiamo a considerarle con attenzione. Anche se non tutti i particolari sono da prendere alla lettera, queste visioni possono aiutarvi non solo a immaginarvi coloro che dimorano nel mondo spirituale, ma anche a capire come questi possono influire su di voi.

GEOVA È L’ALTISSIMO

“Un trono era nella sua posizione in cielo, e c’è uno seduto sul trono. E colui che sta seduto è nell’aspetto simile a pietra di diaspro e a pietra preziosa di color rosso, e intorno al trono c’è un arcobaleno dall’aspetto simile a smeraldo” (Rivelazione [Apocalisse] 4:2, 3).

“Aveva fulgore tutt’intorno. C’era qualcosa di simile all’aspetto dell’arco che compare nella massa di nuvole nel giorno del rovescio di pioggia. Così era l’aspetto del fulgore all’intorno. Era l’aspetto della somiglianza della gloria di Geova” (Ezechiele 1:27, 28).

In queste visioni, trasmesse all’apostolo Giovanni e al profeta Ezechiele, lo splendore dell’Iddio Altissimo, Geova, è rappresentato con cose che possiamo facilmente immaginare: gemme splendenti, un arcobaleno e un trono maestoso. Ci descrivono la spettacolare bellezza, piacevolezza e serenità della presenza di Geova.

Queste rappresentazioni di Dio sono in armonia con le parole del salmista che scrisse: “Geova è grande e da lodare assai. Egli è tremendo su tutti gli altri dèi. Poiché tutti gli dèi dei popoli sono dèi senza valore; ma in quanto a Geova, ha fatto i medesimi cieli. Dignità e splendore sono dinanzi a lui; forza e bellezza sono nel suo santuario” (Salmo 96:4-6).

Anche se Geova è il Supremo, ci invita ad avvicinarci a lui in preghiera e ci assicura che ci ascolterà (Salmo 65:2). Dio ci ama e ha cura di noi, al punto che l’apostolo Giovanni poté scrivere questa verità: “Dio è amore” (1 Giovanni 4:8).

GESÙ È CON DIO

Il discepolo cristiano Stefano, “essendo pieno di spirito santo, guardò fisso in cielo e scorse la gloria di Dio e Gesù in piedi alla destra di Dio, e disse: ‘Ecco, vedo i cieli aperti e il Figlio dell’uomo in piedi alla destra di Dio’” (Atti 7:55, 56).

Qualche tempo prima che Stefano avesse questa visione, Gesù era stato messo a morte per volontà delle stesse persone a cui Stefano stava parlando: i capi ebrei. La visione confermò che Gesù era vivo e che era stato risuscitato e glorificato. A questo  proposito l’apostolo Paolo scrisse: “[Geova] ha operato nel caso del Cristo, destandolo dai morti e facendolo sedere alla sua destra nei luoghi celesti, molto al di sopra di ogni governo e autorità e potenza e signoria e di ogni nome che si nomina non solo in questo sistema di cose, ma anche in quello avvenire” (Efesini 1:20, 21).

Oltre a descrivere la sua posizione elevata, le Scritture mostrano che Gesù, come Geova, si interessa profondamente degli esseri umani. Durante il suo ministero sulla terra, Gesù guarì i malati, curò gli infermi e risuscitò i morti. Offrendo la sua vita in sacrificio, dimostrò il suo profondo amore per Dio e per l’umanità (Efesini 2:4, 5). Dalla sua posizione alla destra di Dio, Gesù presto eserciterà la sua autorità e porterà grandi benedizioni a tutti gli esseri umani ubbidienti.

GLI ANGELI: MINISTRI DI DIO

Il profeta Daniele disse: “Continuai a guardare finché furono posti dei troni e l’Antico di Giorni [Geova] si sedette. [...] C’erano mille migliaia che lo servivano, e diecimila volte diecimila stavano in piedi proprio davanti a lui” (Daniele 7:9, 10).

In questa visione dei cieli Daniele non vide solo uno, ma moltissimi angeli. Che visione meravigliosa deve aver avuto! Gli angeli sono magnifiche persone spirituali, intelligenti e potenti. Tra le loro schiere ci sono i serafini e i cherubini. La Bibbia menziona gli angeli più di 250 volte.

Gli angeli non sono esseri umani andati in cielo dopo la morte. Dio creò gli angeli molto tempo prima degli uomini. Quando fu fondata la terra, gli angeli erano presenti e gridarono di gioia (Giobbe 38:4-7).

Un modo in cui gli angeli fedeli servono Dio è partecipando alla più importante opera che si compia oggi sulla terra: la proclamazione della buona notizia del Regno di Dio (Matteo 24:14). Il loro coinvolgimento in quest’opera fu rivelato in visione all’apostolo Giovanni, che scrisse: “Vidi un altro angelo volare in mezzo al cielo, e aveva un’eterna buona notizia da dichiarare come lieta novella a quelli che dimorano sulla terra, e ad ogni nazione e tribù e lingua e popolo” (Rivelazione 14:6). Anche  se oggi non parlano alle persone come a volte hanno fatto in passato, gli angeli aiutano quelli che predicano la buona notizia guidandoli da chi ha un cuore sincero.

SATANA SVIA MILIONI DI PERSONE

“Scoppiò la guerra in cielo: Michele [Gesù Cristo] e i suoi angeli guerreggiarono contro il dragone, e il dragone e i suoi angeli guerreggiarono, ma esso non prevalse, né fu più trovato posto per loro in cielo. E il gran dragone fu scagliato, l’originale serpente, colui che è chiamato Diavolo e Satana, che svia l’intera terra abitata; fu scagliato sulla terra, e i suoi angeli furono scagliati con lui” (Rivelazione 12:7-9).

Nei cieli non ha sempre regnato la pace. Agli albori della storia umana uno degli angeli, consumato dal desiderio di essere adorato, si ribellò a Geova diventando Satana, che significa “oppositore”. In seguito altri angeli si unirono alla ribellione e divennero noti come demoni. Sono estremamente malvagi, si oppongono con tenacia a Geova e hanno portato la maggior parte degli esseri umani a tenere una condotta contraria all’amorevole guida di Geova.

Satana e i suoi demoni sono perversi e crudeli. Sono nemici dell’umanità e hanno contribuito a molte delle sofferenze che ci sono sulla terra. Per esempio, Satana uccise il bestiame e i servitori del fedele Giobbe. Poi uccise tutti i suoi 10 figli sollevando “un gran vento” per far crollare la casa in cui si trovavano. In seguito colpì Giobbe con “foruncoli maligni dalla pianta del piede alla sommità del capo” (Giobbe 1:7-19; 2:7).

Tra breve, però, Satana sarà eliminato. Da quando è stato scagliato nelle vicinanze della terra, sa che “ha un breve periodo di tempo” (Rivelazione 12:12). Satana è già condannato, e questa è sicuramente una buona notizia!

QUELLI CHE VENGONO DALLA TERRA

“[Tu, Gesù,] comprasti a Dio persone di ogni tribù e lingua e popolo e nazione, e le hai fatte essere un regno e sacerdoti al nostro Dio, ed esse regneranno sulla terra” (Rivelazione 5:9, 10).

Gesù fu risuscitato e la sua vita fu trasferita dalla terra al cielo; questo sarebbe successo anche ad altri. Gesù disse ai suoi apostoli fedeli: “Vado a prepararvi un luogo. E [...] verrò di nuovo e vi riceverò a casa presso di me, affinché dove sono io siate anche voi” (Giovanni 14:2, 3).

Le persone che vanno in cielo hanno un compito  ben preciso. Insieme a Gesù formano un Regno che alla fine governerà sugli abitanti di tutta la terra e farà loro del bene. Nella preghiera modello Gesù disse ai suoi discepoli di pregare proprio per questo Regno: “Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra” (Matteo 6:9, 10).

COSA FARANNO QUELLI CHE SONO IN CIELO

L’apostolo Giovanni scrisse: “Udii un’alta voce dal trono dire: ‘Ecco, la tenda di Dio è col genere umano. [...] Ed egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e la morte non ci sarà più, né ci sarà più cordoglio né grido né dolore. Le cose precedenti sono passate’” (Rivelazione 21:3, 4).

Questa visione profetica fa riferimento al tempo in cui il Regno di Dio, formato da Gesù e dai risuscitati che provengono dalla terra, porrà fine al dominio di Satana e trasformerà la terra in un paradiso. Le cose che hanno causato così tanto dolore e sofferenza all’umanità non esisteranno più. Anche la morte sparirà.

E che dire dei miliardi di persone che sono morte e non saranno risuscitate in cielo? In futuro saranno riportate in vita con la prospettiva di vivere per sempre nel Paradiso sulla terra (Luca 23:43).

Queste visioni ci assicurano che Geova Dio e suo Figlio, Gesù Cristo, come pure gli angeli fedeli e le persone che sono state comprate dalla terra, si interessano profondamente di noi e vogliono il nostro bene. Per sapere di più su quello che faranno, vi invitiamo a mettervi in contatto con i Testimoni di Geova o a visitare il nostro sito, www.jw.org, e scaricare il libro Cosa insegna realmente la Bibbia?