Alcuni si chiedono se l’episodio relativo a Davide e Golia sia realmente accaduto o se invece sia solo un racconto mitologico. Ve lo siete chiesto anche voi mentre leggevate l’articolo precedente? In caso affermativo, esaminate le seguenti tre domande.

1 | È possibile che un uomo fosse alto circa 2,9 metri?

Parlando di Golia, la Bibbia dice che “la sua altezza era di sei cubiti e una spanna” (1 Samuele 17:4). Il cubito in questione misurava 44,5 centimetri e la spanna 22,2 centimetri. Calcolando l’altezza in metri si arriva a un totale di 2,9 metri. Alcuni sostengono che è impossibile che Golia fosse così alto. Ma riflettete: nei tempi moderni l’uomo più alto di cui si abbia notizia misurava 2,7 metri. È quindi davvero impossibile che Golia fosse una ventina di centimetri più alto di quest’uomo? Golia era della tribù dei refaim, uomini conosciuti per la loro altezza fuori dal comune. Un documento egizio del XIII secolo a.E.V. (ovvero a.C.) menziona che alcuni guerrieri della regione di Canaan erano alti 2,4 metri. Per quanto la sua statura fosse insolita, perciò, non è impossibile che Golia fosse così alto.

2 | Davide è un personaggio realmente esistito?

In passato alcuni studiosi consideravano il re Davide un personaggio mitologico, ma ormai è difficile sostenere una tesi simile. Gli archeologi hanno ritrovato un’antica iscrizione che menziona la “casa di Davide”. Gesù Cristo, inoltre, si riferì a Davide come a una persona reale (Matteo 12:3; 22:43-45). L’identità di Gesù come Messia è sostenuta da due dettagliate genealogie che dimostrano che egli discendeva dal re Davide (Matteo 1:6-16; Luca 3:23-31). È quindi chiaro che Davide è un personaggio realmente esistito.

3 | Gli eventi descritti nel racconto accaddero in un luogo realmente esistito?

La Bibbia dice che la battaglia ebbe luogo nella valle di Ela. È anche più specifica, affermando che i filistei erano accampati su una collina che si trovava tra due città, Soco e Azeca, e che gli israeliti si trovavano sul pendio opposto della valle. I luoghi che vengono menzionati sono realmente esistiti?

Ecco cosa racconta un uomo che di recente ha visitato quella zona: “La nostra guida, che non era una persona religiosa, ci ha portato nella valle di Ela. Siamo saliti in cima a una collina percorrendo un sentiero. Mentre guardavamo la valle, lui ci ha fatto leggere 1 Samuele 17:1-3. Poi ha indicato la parte opposta della valle e ha detto: ‘Là, alla vostra sinistra, si trovano le rovine di Soco’. Indicando poi da un’altra parte, ha detto: ‘Laggiù, alla vostra destra, ci sono le rovine di Azeca. I filistei erano accampati tra queste due città sulle colline davanti a voi. Probabilmente, quindi, noi ci troviamo dove erano accampati gli israeliti’. Ho pensato che forse Saul e Davide si erano trovati proprio dove mi trovavo io. Poi siamo scesi a fondovalle; lì abbiamo attraversato il letto di un torrente quasi asciutto che era pieno di pietre. Non ho potuto fare a meno di immaginarmi Davide che si chinava per raccogliere cinque pietre lisce, una delle quali avrebbe ucciso Golia”. Questo turista, come molti altri, è stato molto colpito dall’accuratezza dei dettagli riportati nel racconto della Bibbia.

Non ci sono quindi validi motivi per dubitare dell’autenticità di questo racconto storico. Menziona personaggi e luoghi realmente esistiti. Cosa ancora più importante, fa parte dell’ispirata Parola di Dio. È un racconto che viene dal Dio di verità, Colui che “non può mentire” (Tito 1:2; 2 Timoteo 3:16).