QUANDO si parla di vita e di morte, ci sono vari punti di vista. Alcuni pensano che dopo la morte continueranno a vivere, magari in un’altra forma o in un luogo diverso. Altri credono che rinasceranno a una nuova condizione di esistenza. Altri ancora ritengono che la morte sia semplicemente la fine di tutto.

Forse anche voi avete un’opinione in merito, dovuta al vostro retaggio culturale o all’ambiente in cui siete cresciuti. Ma dato che le opinioni su cosa accade alla morte variano così tanto, dove possiamo trovare una risposta affidabile e veritiera su una questione così spinosa?

Da secoli i leader religiosi insegnano la dottrina dell’immortalità dell’anima umana. I fedeli di quasi tutte le religioni principali (cristiani, indù, ebrei, musulmani e altri) credono nell’esistenza di un’anima immortale che sopravvive alla morte del corpo e continua a vivere nel reame spirituale. I buddisti invece credono che, attraverso innumerevoli rinascite, la forza o energia mentale di un individuo possa raggiungere uno stato di beatitudine chiamato Nirvana.

A causa di questi insegnamenti, la maggioranza delle persone in tutto il mondo si è convinta che la morte è il passaggio a una vita in un’altra dimensione. Molti considerano quindi la morte una fase importante del ciclo della vita e credono che si muoia per volontà di Dio. Ma cosa dice la Bibbia su questo argomento? Vi invitiamo a leggere l’articolo che segue. La risposta potrebbe sorprendervi.