Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  N. 3 2016

 LA BIBBIA HA CAMBIATO LA LORO VITA

Ho imparato a rispettare me stesso e le donne

Ho imparato a rispettare me stesso e le donne
  • ANNO DI NASCITA: 1960

  • PAESE DI ORIGINE: FRANCIA

  • TRASCORSI: VIOLENTO TOSSICODIPENDENTE, SENZA RISPETTO PER LE DONNE

IL MIO PASSATO:

Sono nato a Mulhouse, nella Francia nord-orientale, in un quartiere operaio tristemente noto per la sua violenza. Della mia infanzia ricordo i violenti conflitti tra le famiglie della zona. Nella nostra famiglia le donne erano disprezzate e raramente tenute in considerazione dagli uomini. Mi era stato insegnato che il posto di una donna era in cucina, al servizio degli uomini e dei figli.

Non ho avuto un’infanzia facile. Quando avevo 10 anni mio padre morì a causa dell’alcolismo. Cinque anni più tardi uno dei miei fratelli maggiori si suicidò. Lo stesso anno fui testimone di un omicidio durante una violenta lite all’interno della mia famiglia; quell’episodio mi sconvolse profondamente. I miei familiari mi insegnarono a maneggiare coltelli e pistole, e a battermi ogni volta che se ne presentava l’occasione. Ero un giovane inquieto e cominciai a ricoprirmi di tatuaggi e a bere.

All’età di 16 anni bevevo tra le 10 e le 15 bottiglie di birra al giorno, e presto cominciai a fare uso di droga. Per pagare i miei vizi vendevo rottami metallici e ricorrevo al furto. A 17 anni ero già stato in prigione. In totale ho ricevuto 18 condanne per furto e violenza.

Quando ero poco più che ventenne la mia situazione peggiorò. Fumavo fino a 20 spinelli di marijuana al giorno e assumevo eroina e altre sostanze illegali. Rischiai diverse volte di morire per overdose. Cominciai a spacciare, per cui ero costantemente armato di coltelli e pistole. Una volta sparai a un uomo, ma fortunatamente il proiettile rimbalzò sulla fibbia della sua cintura. Quando avevo 24 anni mia madre morì, e la mia rabbia aumentò. Vedendomi, le persone erano spesso terrorizzate e attraversavano la strada per evitarmi. A motivo delle liti spesso passavo i fine settimana alla stazione di polizia o all’ospedale per farmi curare le ferite.

A 28 anni mi sposai. Come potete intuire, non rispettavo mia moglie: la insultavo e la picchiavo. Non facevamo nulla insieme come coppia. Pensavo che ricoprirla di gioielli rubati fosse già abbastanza. Poi successe qualcosa di inaspettato. Mia moglie cominciò a studiare la Bibbia con i Testimoni di Geova e già dopo il primo incontro smise di fumare, cominciò a rifiutare i soldi rubati e mi restituì i gioielli. Ero furibondo. Non volevo che studiasse la Bibbia, le soffiavo in faccia il fumo di sigaretta e la mettevo in ridicolo davanti a tutto il vicinato.

 Una sera, intorpidito dall’alcol, diedi fuoco alla casa. Mia moglie salvò sia me che nostra figlia di cinque anni. Quando tornai a essere lucido fui assalito dai sensi di colpa. Ero profondamente convinto che Dio non avrebbe mai potuto perdonarmi. Mi ricordai di quello che una volta aveva detto un prete, che i cattivi vanno all’inferno. Persino il mio psichiatra mi aveva detto: “Non c’è niente da fare. Sei proprio irrecuperabile!”

LA BIBBIA HA CAMBIATO LA MIA VITA:

Dopo l’incendio ci trasferimmo dai miei suoceri. Quando i Testimoni vennero a visitare mia moglie chiesi loro: “Dio può perdonarmi per tutti i miei peccati?” Mi fecero leggere dalla Bibbia 1 Corinti 6:9-11. Quel passo elenca alcuni comportamenti che Dio condanna, ma aggiunge: “Questo eravate alcuni di voi”. Quelle parole mi fecero capire che era possibile cambiare. Inoltre, mostrandomi 1 Giovanni 4:8, i Testimoni mi rassicurarono del fatto che Dio mi amava. Rincuorato chiesi loro di studiare la Bibbia con me due volte a settimana, e cominciai a frequentare le adunanze cristiane. Pregavo Geova in continuazione.

Nell’arco di un mese, decisi di smetterla con la droga e con l’alcol. Ben presto cominciai ad avere orribili incubi, mal di testa, crampi e altri sintomi di astinenza: era come se dentro di me fosse scoppiata una guerra! Eppure nello stesso tempo sentivo che Geova mi teneva per mano e mi dava forza. Quello che provavo era simile a quanto descritto dall’apostolo Paolo, che riguardo all’aiuto ricevuto da Dio disse: “Per ogni cosa ho forza in virtù di colui che mi impartisce potenza” (Filippesi 4:13). Con il passare del tempo riuscii anche a smettere di fumare le sigarette (2 Corinti 7:1).

Oltre ad aiutarmi a riprendere il controllo della mia vita, la Bibbia ha avuto un effetto positivo sulla nostra famiglia. Ho cambiato atteggiamento nei confronti di mia moglie. Ho cominciato a mostrarle più rispetto e a usare espressioni come “per favore” e “grazie”. Ho anche iniziato a essere un vero padre per nostra figlia. Dopo aver studiato la Bibbia per un anno, seguendo l’esempio di mia moglie ho dedicato la mia vita a Geova e mi sono battezzato.

I BENEFÌCI:

Sono sicuro che i princìpi biblici mi abbiano salvato la vita. Anche i miei parenti non Testimoni pensano che a quest’ora probabilmente sarei già morto per l’abuso di droga o che sarei rimasto ucciso in qualche lite.

La mia vita familiare è stata completamente trasformata dagli insegnamenti biblici che mi hanno indicato le mie responsabilità di marito e padre (Efesini 5:25; 6:4). Abbiamo iniziato a fare le cose insieme come famiglia. Adesso, invece di relegare mia moglie in cucina, sono felice di sostenerla nella sua attività di evangelizzatrice a tempo pieno. Lei, da parte sua, è felice di sostenermi mentre svolgo il mio incarico di anziano di congregazione.

L’amore e la misericordia di Dio hanno avuto un profondo impatto sulla mia vita. Provo il forte desiderio di far conoscere le qualità di Geova a chi è considerato un caso disperato, perché è così che molti vedevano me. So che la Bibbia ha il potere di aiutare chiunque ad avere una vita pulita e significativa. La Bibbia non solo mi ha insegnato ad amare e rispettare gli altri, sia uomini che donne, ma mi ha anche aiutato ad avere rispetto di me stesso.

Per saperne di più

DIO CI DÀ UNA BUONA NOTIZIA

Perché i princìpi biblici sono per il nostro bene?

Gesù spiegò perché abbiamo bisogno di una guida e quali due princìpi biblici sono di primaria importanza.