Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia  |  N. 1 2016

 IN COPERTINA | PERCHÉ ESSERE ONESTI?

I vantaggi dell’onestà

I vantaggi dell’onestà

“Confidiamo di avere un’onesta coscienza, desiderando comportarci onestamente in ogni cosa” (Ebrei 13:18).

Nella Bibbia, la parola greca a volte tradotta “onestà” letteralmente richiama l’idea di qualcosa di intrinsecamente buono. Può anche trasmettere l’idea di bello in senso morale.

Come cristiani prendiamo sul serio le ispirate parole dell’apostolo Paolo e desideriamo “comportarci onestamente in ogni cosa”. Cosa implica questo?

UNA LOTTA INTERIORE

Quasi tutti si danno un’occhiata allo specchio ogni mattina prima di uscire. Perché? Vogliono apparire al meglio. C’è però qualcosa di gran lunga più importante di un vestito o di un taglio alla moda: ciò che siamo interiormente. Questo, infatti, può dare o togliere valore al nostro aspetto esteriore.

La Parola di Dio dice chiaramente che siamo inclini a sbagliare. “L’inclinazione del cuore dell’uomo è cattiva fin dalla sua giovinezza”, dice Genesi 8:21. Per comportarci in modo onesto, quindi, dobbiamo combattere contro la nostra innata tendenza a peccare. L’apostolo Paolo descrisse vividamente la sua lotta interiore contro il peccato, dicendo: “Realmente mi diletto nella legge di Dio secondo l’uomo che sono interiormente, ma vedo nelle mie membra un’altra legge che combatte contro la legge della mia mente e mi conduce prigioniero alla legge del peccato che è nelle mie membra” (Romani 7:22, 23).

Ad esempio, quando il nostro cuore ci spinge a fare qualcosa di sbagliato e abbiamo una forte inclinazione a essere disonesti, non siamo in balìa degli impulsi del nostro cuore. Possiamo scegliere. Se decidiamo di rigettare un pensiero sbagliato, possiamo mantenerci onesti nonostante la disonestà che ci circonda.

VINCERE LA LOTTA

Per essere onesti abbiamo bisogno di un forte senso morale. Purtroppo, però, molte persone si preoccupano più del proprio codice di abbigliamento che di quello morale. Considerano perciò accettabile un certo grado di disonestà in base alle situazioni in cui si trovano. In un libro, infatti, leggiamo: “In pratica imbrogliamo fino a un limite che ci permette di continuare a considerarci persone ragionevolmente oneste” (The Honest Truth About Dishonesty). C’è un criterio affidabile che ci può aiutare a capire qual è il limite, se esiste, entro il quale la disonestà è accettabile? Sì!

Milioni di persone in tutto il mondo hanno riscontrato che la Bibbia è proprio ciò che serve al riguardo. Contiene il codice morale per eccellenza (Salmo 19:7). Fornisce una guida affidabile in merito a vita familiare, lavoro, moralità e spiritualità. Ha resistito alla prova del tempo. Le leggi e i princìpi che espone sono validi per ogni nazione, razza, tribù  e popolo. Se leggiamo attentamente la Bibbia, meditiamo su di essa e mettiamo in pratica i suoi consigli, possiamo indurre il nostro cuore a essere onesto e retto.

Comunque non basta avere una profonda conoscenza della Bibbia per vincere la lotta contro la disonestà. Viviamo in una società moralmente depravata che ci spinge ad accettare i suoi standard corrotti. Per questo motivo abbiamo bisogno di pregare Dio affinché ci aiuti e ci sostenga (Filippesi 4:6, 7, 13). Così facendo, possiamo avere il coraggio di lottare per ciò che è giusto e di essere onesti in ogni cosa.

LE RICOMPENSE DELL’ONESTÀ

Hitoshi, menzionato nel primo articolo, ha tratto vantaggio dalla reputazione di onesto lavoratore. Adesso lavora per qualcuno che apprezza la sua onestà. “Sono grato”, dice Hitoshi, “di aver trovato un lavoro che mi permette di mantenere la coscienza pulita”.

Anche altri la pensano allo stesso modo. Consideriamo alcuni esempi di persone che sono state ricompensate per aver applicato il principio biblico di comportarsi “onestamente in ogni cosa”.

  • Una coscienza pulita

    “Ho lasciato la scuola a 13 anni e ho iniziato a ‘lavorare’ con i ladri. In pratica il 95 per cento del mio guadagno proveniva da attività illecite. Poi mi sono sposata, e con mio marito abbiamo cominciato a studiare la Bibbia con i testimoni di Geova. Abbiamo imparato che Geova * Dio odia la disonestà, quindi abbiamo deciso di cambiare stile di vita. Nel 1990 abbiamo dedicato la nostra vita a Geova e ci siamo battezzati come testimoni di Geova” (Proverbi 6:16-19).

    “In passato casa mia era piena di oggetti rubati, ma adesso è libera da cose del genere, e questo mi fa avere una coscienza pulita. Quando ripenso ai tanti anni in cui sono stata disonesta, non posso che ringraziare Geova per la sua grande misericordia. Che soddisfazione andare a letto ogni sera sapendo che Geova si compiace di me!” (Cheryl, Irlanda).

    “Quando il mio capo ha saputo che avevo rifiutato una bustarella da un potenziale cliente mi ha detto: ‘Il tuo Dio ti rende una persona proprio affidabile! Siamo davvero fortunati ad averti nella nostra azienda’. Essere onesto in ogni cosa mi fa avere una coscienza pulita davanti a Geova. Inoltre mi permette di aiutare la mia famiglia a fare altrettanto” (Sonny, Hong Kong).

  • Pace mentale

    “Lavoro come assistente esecutivo presso una banca internazionale. Negli affari l’onestà viene soffocata dal desiderio di diventare ricchi. Il punto di vista comune è: ‘Che c’è di male in un pizzico di disonestà se serve a diventare ricchi e a sostenere l’economia?’ Io invece, essendo onesto, ho pace mentale. Sono deciso a rimanere onesto e ad affrontare qualunque conseguenza dovesse derivarne. I miei superiori sanno che non mentirei mai né a loro né per loro” (Tom, Stati Uniti).

  • Rispetto di sé

    “Al lavoro il mio supervisore mi fece pressioni perché mentissi riguardo ad alcune provviste mancanti, ma io mi rifiutai. Quando poi si scoprì chi erano i ladri, il mio capo mi ringraziò per essere stata onesta. Ci vuole coraggio per essere onesti in un mondo disonesto. Ma alla fine riusciamo a guadagnarci la fiducia e il rispetto degli altri” (Kaori, Giappone).

Una coscienza pulita, pace mentale e rispetto di sé: queste ricompense dimostrano che vale la pena essere onesti. Non siete d’accordo?

^ par. 18 Geova è il nome di Dio rivelato nella Bibbia.

Per saperne di più

SVEGLIATEVI!

Valori fatti su misura e senza tempo: onestà

Raquel avrebbe potuto arricchirsi accettando qualche bustarella, ma ritiene che rifiutandole ha guadagnato qualcosa di più prezioso.

DIO CI DÀ UNA BUONA NOTIZIA

Perché i princìpi biblici sono per il nostro bene?

Gesù spiegò perché abbiamo bisogno di una guida e quali due princìpi biblici sono di primaria importanza.