Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio, facile lettura)  |  marzo 2017

Esercitiamo fede: prendiamo decisioni sagge!

Esercitiamo fede: prendiamo decisioni sagge!

Continuate a chiedere con fede, non dubitando affatto (GIACOMO 1:6)

CANTICI: 118, 35

1. Perché Caino prese la decisione sbagliata, e quali furono le conseguenze?

CAINO doveva prendere una decisione importante. Poteva scegliere di controllare i suoi pensieri sbagliati, e in questo caso le conseguenze sarebbero state positive. Oppure poteva lasciare che i suoi sentimenti controllassero le sue azioni, e in quest’altro caso le conseguenze sarebbero state negative. La Bibbia dice che Caino prese la decisione sbagliata. Le conseguenze della sua scelta furono la morte di suo fratello Abele e la fine dell’amicizia che Caino aveva con il suo Creatore (Genesi 4:3-16).

2. Perché è importante prendere buone decisioni?

2 Anche noi dobbiamo fare delle scelte e prendere delle decisioni. Alcune sono molto importanti, altre invece no. Ma spesso quello che decidiamo ha un notevole effetto sulla nostra vita. Se prendiamo delle buone decisioni potremmo avere meno problemi e una vita più tranquilla. Se invece le decisioni che prendiamo sono sbagliate, nella vita potremmo  avere tanti problemi e delusioni (Proverbi 14:8).

3. (a) Per prendere sagge decisioni, in cosa dobbiamo avere fede? (b) A quali domande risponderemo?

3 Cosa ci aiuterà a prendere sagge decisioni? Dobbiamo avere fede in Dio, essere sicuri che lui vuole aiutarci e che ci darà la saggezza necessaria per prendere delle buone decisioni. Dobbiamo anche avere fede nella sua Parola e fidarci dei suoi consigli. (Leggi Giacomo 1:5-8.) Avvicinandoci a Geova e amando sempre di più la sua Parola saremo sempre più convinti che lui sa cosa è meglio per noi. Quindi, prima di prendere una decisione, esamineremo la sua Parola. Ma come possiamo diventare più bravi a prendere decisioni? E poi, dovremmo cambiare una decisione che abbiamo già preso?

TUTTI DOBBIAMO PRENDERE DECISIONI

4. Quale scelta dovette fare Adamo, e quale fu il risultato?

4 Gli esseri umani hanno dovuto prendere decisioni importanti fin dall’inizio della loro storia. Il primo uomo, Adamo, dovette fare una scelta: ascoltare il suo Creatore Geova, o ascoltare sua moglie Eva. Adamo scelse di ascoltare Eva, che lo spinse a prendere una decisione completamente sbagliata. Quale fu il risultato? Geova cacciò Adamo dal giardino di Eden, e in seguito Adamo morì. Anche noi oggi soffriamo per colpa della decisione sbagliata che prese Adamo.

Geova ci ha dato la sua Parola, che ci insegna come prendere sagge decisioni

5. Come dobbiamo considerare la responsabilità di prendere decisioni?

5 Alcuni forse pensano che sarebbe più facile vivere senza dover mai prendere decisioni. Magari anche tu la pensi così. Ma facciamo bene a ricordare che Geova non ci ha creato come dei robot che non sono capaci di pensare e di fare scelte. Lui ci ha dato la sua Parola, che ci insegna come prendere sagge decisioni. Geova vuole che prendiamo decisioni, e questa è un’importante responsabilità. Consideriamo degli esempi che ci aiuteranno a capirlo.

6, 7. Quale decisione dovevano prendere gli israeliti, e perché per loro era difficile prenderla? (Vedi l’immagine iniziale.)

6 Quando gli israeliti si trovavano nella Terra Promessa dovettero scegliere se adorare Geova o servire altri dèi. (Leggi Giosuè 24:15.) Anche se quella poteva sembrare una scelta facile, in realtà avrebbe avuto delle importanti conseguenze: significava vita o morte. Al tempo dei giudici, gli israeliti fecero più volte delle scelte sbagliate. Smisero di adorare Geova e iniziarono ad adorare falsi dèi (Giudici 2:3, 11-23). In seguito, ai giorni del profeta Elia, il popolo di Dio dovette prendere una decisione: servire Geova o il falso dio Baal (1 Re 18:21). Questa poteva sembrare una decisione facile da prendere, visto che servire Geova è sempre la cosa migliore. E poi, una persona saggia non vorrebbe mai servire un dio senza  vita. Il popolo però non riusciva a prendere una decisione, e infatti Elia disse agli israeliti: “Fino a quando zoppicherete su due differenti opinioni?” E in modo saggio li incoraggiò a fare la scelta giusta: adorare il vero Dio, Geova.

7 Perché per quegli israeliti era difficile prendere una saggia decisione? Primo, perché non avevano fede in Geova e non volevano ascoltarlo. Non si fidavano di Geova, e non usavano il loro tempo per imparare di più su di lui e sulla sua sapienza. Se lo avessero fatto, quello che avrebbero imparato li avrebbe aiutati a prendere sagge decisioni (Salmo 25:12). Secondo, gli israeliti erano stati influenzati dalle persone delle nazioni vicine. Quelle persone avevano influenzato il modo di pensare degli israeliti e avevano addirittura preso decisioni al posto loro. Di conseguenza, gli israeliti cominciarono a imitare quei popoli e ad adorare i loro falsi dèi. Geova li aveva avvertiti di quel pericolo già molti anni prima (Esodo 23:2).

DOVREMMO LASCIARE CHE ALTRI DECIDANO AL POSTO NOSTRO?

8. Quale importante lezione impariamo dagli israeliti?

8 L’esempio degli israeliti ci insegna che, se vogliamo prendere sagge decisioni, dobbiamo usare la Parola di Dio. Galati 6:5 ci ricorda che ognuno è responsabile delle proprie scelte. Quindi non dovremmo dare a nessun altro la responsabilità di decidere al posto nostro. Al contrario, ognuno di noi deve imparare cosa Dio considera giusto e decidere di farlo.

Se permettiamo ad altri di prendere decisioni al posto nostro significa che abbiamo deciso di seguire loro

9. Perché è pericoloso permettere ad altri di decidere al posto nostro?

9 In che senso potremmo lasciare che altri decidano al posto nostro? Lasciando che ci spingano a fare una scelta sbagliata (Proverbi 1:10, 15). Questo è pericoloso. Seguire la nostra coscienza addestrata secondo la Bibbia è una nostra responsabilità. Se permettiamo ad altri di prendere decisioni al posto nostro significa che abbiamo deciso di seguire loro. E questa scelta potrebbe causarci grossi problemi.

10. Quale avvertimento diede Paolo ai galati?

10 L’apostolo Paolo avvertì i fratelli che abitavano nella Galazia di non lasciare che altri prendessero decisioni al posto loro. (Leggi Galati 4:17.) Nella congregazione dei galati c’erano alcuni che cercavano di prendere decisioni per altri fratelli. Perché lo facevano? Erano uomini egoisti, e volevano che i fratelli seguissero loro e non gli apostoli. Non erano umili e non rispettavano il diritto dei loro fratelli di prendere le proprie decisioni.

11. In che modo possiamo aiutare altri quando devono prendere una decisione?

11 L’apostolo Paolo sapeva che i fratelli avevano il diritto di prendere le proprie decisioni, e rispettava quel diritto.  Tutti noi possiamo imparare dal suo ottimo esempio. (Leggi 2 Corinti 1:24.) In particolare gli anziani possono imitare il suo esempio quando danno consigli su questioni che prevedono una scelta personale. Sono felici di esaminare con i fratelli informazioni basate sulla Parola di Dio. Però si assicurano che ogni cristiano prenda la propria decisione da solo, perché poi sarà lui ad affrontare in prima persona le conseguenze di quella scelta. Quindi impariamo un’importante lezione: anche se possiamo aiutare gli altri a capire quali princìpi biblici si applicano alla loro situazione, dobbiamo ricordare che tutti hanno il diritto e la responsabilità di prendere le proprie decisioni. E i fratelli, quando prendono una decisione saggia da soli, ne vedono gli effetti positivi. È chiaro che non dovremmo mai pensare di avere l’autorità di decidere quello che i fratelli e le sorelle devono fare.

Gli anziani premurosi aiutano gli altri a prendere decisioni da soli (Vedi il paragrafo 11)

NON FACCIAMOCI GUIDARE DAI SENTIMENTI QUANDO PRENDIAMO DECISIONI

12, 13. Perché è pericoloso prendere decisioni quando siamo arrabbiati o scoraggiati?

12 Quando prendono decisioni, oggi molti seguono il loro cuore. Questo però può essere pericoloso. La Bibbia infatti dice di non lasciarci guidare dal nostro cuore imperfetto, cioè dai nostri sentimenti (Proverbi 28:26). Non possiamo fidarci del nostro cuore, perché “il cuore è più ingannevole di qualunque altra cosa ed è difficile da correggere” (Geremia 17:9). Nella Bibbia ci sono molti esempi che dimostrano quali conseguenze negative possiamo avere se ci fidiamo del nostro cuore imperfetto (1 Re 11:9; Geremia 3:17; 13:10). Cosa potrebbe quindi succedere se prendessimo delle decisioni seguendo il nostro cuore?

13 Per noi cristiani il cuore è importante,  infatti Geova ci ha comandato di amarlo con tutto il cuore, e di amare il nostro prossimo come noi stessi (Matteo 22:37-39). Ma dobbiamo stare attenti. I versetti esaminati nel paragrafo precedente dimostrano che è pericoloso permettere ai sentimenti di controllare i nostri pensieri e le nostre azioni. Ad esempio, è difficile prendere una buona decisione quando siamo arrabbiati (Proverbi 14:17; 29:22). È anche difficile prendere una decisione saggia quando siamo scoraggiati (Numeri 32:6-12; Proverbi 24:10). Dovremmo quindi lasciarci guidare dalla “legge di Dio” (Romani 7:25). Quando prendiamo decisioni importanti non dobbiamo lasciare che i sentimenti controllino quello che facciamo.

QUANDO DOVREMMO CAMBIARE LE NOSTRE DECISIONI

14. Da cosa capiamo che a volte cambiare decisione è giusto?

14 È importante prendere sagge decisioni. Però una persona saggia sa che a volte deve ripensare a una decisione presa in passato e forse cambiarla. In questo Geova Dio ci ha dato l’esempio perfetto. Vediamo come si comportò con gli abitanti di Ninive ai giorni di Giona: “E il vero Dio vedeva le loro opere, che si erano convertiti dalla loro cattiva via; e il vero Dio provò dunque rammarico della calamità che aveva proferito di causare loro; e non la causò” (Giona 3:10). Quando vide che i niniviti erano cambiati e avevano smesso di fare cose sbagliate, Geova modificò la sua decisione. In questo modo dimostrò di essere ragionevole, umile e misericordioso. A differenza di molti esseri umani, Geova non prende mai decisioni senza riflettere, neanche quando è arrabbiato.

Quando vide che i niniviti erano cambiati e avevano smesso di fare cose sbagliate, Geova modificò la sua decisione

15. Perché a volte è meglio cambiare decisione?

15 In certi casi potrebbe essere buono ripensare a una decisione presa, ad esempio quando le circostanze cambiano. Non dimentichiamo che Geova a volte ha modificato le sue decisioni (1 Re 21:20, 21, 27-29; 2 Re 20:1-5). Potremmo cambiare decisione anche quando riceviamo nuove informazioni. Pensiamo all’esempio del re Davide. Aveva preso una decisione riguardo a Mefiboset, il nipote di Saul, ma si era basato su informazioni sbagliate. In seguito Davide ricevette informazioni più precise, e così cambiò la decisione che aveva preso (2 Samuele 19:24-29). A volte potrebbe essere saggio fare la stessa cosa.

16. (a) Cosa può aiutarci quando dobbiamo prendere delle decisioni? (b) Perché a volte dobbiamo ripensare a delle decisioni già prese, e come possiamo farlo?

16 La Bibbia dice di non avere fretta quando dobbiamo prendere decisioni importanti (Proverbi 21:5). Bisogna prendersi il tempo di pensare con attenzione a tutti gli aspetti che riguardano una decisione. Così riusciremo a prenderla in modo saggio (1 Tessalonicesi 5:21).  Prima di decidere cosa fare, un capofamiglia dovrebbe prendersi il tempo di fare ricerche nelle Scritture e nelle nostre pubblicazioni. Sarebbe anche utile ascoltare quello che pensa il resto della famiglia. Ricordiamo che Dio incoraggiò Abraamo ad ascoltare sua moglie (Genesi 21:9-12). Anche gli anziani dovrebbero prendersi il tempo di fare ricerche. Forse devono cambiare una decisione già presa perché ci sono nuove informazioni al riguardo. Quando questo succede non hanno paura di perdere il rispetto degli altri. Se necessario, gli anziani sono pronti a cambiare il loro modo di pensare e le decisioni già prese. Così dimostrano di essere ragionevoli e modesti. E, se tutti noi ci sforziamo di seguire il loro esempio, la congregazione sarà unita e in pace (Atti 6:1-4).

FACCIAMO QUELLO CHE ABBIAMO DECISO DI FARE

17. Come possiamo prendere decisioni che abbiano buoni risultati?

17 Alcune scelte che dobbiamo fare sono molto importanti, più di altre. Ad esempio: sposarci o no, chi sposare, oppure quando iniziare il servizio a tempo pieno. Prima di prendere decisioni di questo tipo dobbiamo riflettere con attenzione sulla situazione e pregare Geova per ricevere il suo aiuto. È vero, fare questo richiede del tempo. Ma, se vogliamo prendere una saggia decisione, dobbiamo avere fiducia in Geova, ascoltare le sue istruzioni e seguire la sua guida (Proverbi 1:5). Geova ci ha dato la sua Parola, che contiene i consigli migliori. È quindi importante che facciamo ricerche e che preghiamo Geova di guidarci. Lui può darci le qualità di cui abbiamo bisogno per prendere decisioni in armonia con la sua volontà. Prima di prendere un’importante decisione dovremmo sempre chiederci: “Questa decisione dimostra che amo Geova? Farà avere gioia e pace alla mia famiglia? Dimostra che sono paziente e che penso al bene degli altri?”

18. Perché Geova vuole che prendiamo decisioni da soli?

18 Geova non ci obbliga ad amarlo e a servirlo. Al contrario, ci ha dato la libertà di scegliere. Lui rispetta la nostra responsabilità e il nostro diritto di scegliere se servirlo oppure no (Giosuè 24:15; Ecclesiaste 5:4). E quando prendiamo decisioni basate sulla sua Parola, Geova vuole che facciamo quello che abbiamo deciso di fare. Se abbiamo fede nella sua guida e mettiamo in pratica i suoi princìpi, riusciremo a prendere sagge decisioni. Così dimostreremo di essere decisi in tutto quello che facciamo (Giacomo 1:5-8; 4:8).