Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio, facile lettura)  |  febbraio 2017

Il riscatto: un “regalo perfetto” che viene dal Padre

Il riscatto: un “regalo perfetto” che viene dal Padre

Ogni dono buono e ogni regalo perfetto viene dal Padre (GIACOMO 1:17)

CANTICI: 20, 15

1. Grazie al riscatto quali cose buone possiamo ricevere?

GRAZIE al sacrificio di riscatto di Gesù Cristo possiamo avere molte benedizioni. Ad esempio, il riscatto è l’elemento chiave che permette a tutti i figli di Adamo che amano la giustizia di far parte un giorno della famiglia di Dio. Un’altra cosa buona che riceveremo sarà la possibilità di vivere felici per sempre. Oltre a questo, il riscatto ha relazione con delle questioni davvero importanti per chi vive in cielo e per chi vive sulla terra (Ebrei 1:8, 9).

2. (a) Quali questioni davvero importanti, sia in cielo che sulla terra, Gesù incluse nella sua preghiera? (Vedi l’immagine iniziale.) (b) Cosa vedremo in questo articolo?

2 Circa due anni prima di morire, Gesù insegnò ai suoi discepoli a pregare dicendo: “Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome. Venga il tuo regno. Si compia la tua volontà, come in cielo, anche sulla terra” (Matteo 6:9, 10). Vediamo in che modo il riscatto ha relazione con la santificazione del nome di Geova, con il Regno di Dio e con la realizzazione della Sua volontà.

 “SIA SANTIFICATO IL TUO NOME”

3. Cosa rappresenta il nome di Geova, e in che modo Satana lo attaccò?

3 Nella sua preghiera, Gesù parlò per prima cosa del nome di Geova. Pregò che venisse santificato, cioè trattato come santo. Il nome di Geova rappresenta Geova stesso, descrive che tipo di Persona è. Lui è la Persona più potente e giusta di tutto l’universo. Gesù lo chiamò anche “Padre santo” (Giovanni 17:11). Geova è santo, perciò tutte le sue azioni e le sue leggi sono sante. Ma nel giardino di Eden Satana, con l’inganno, mise in dubbio il diritto che Dio ha di stabilire delle norme per gli esseri umani. Dicendo una bugia riguardo a Geova, Satana attaccò il nome, cioè la reputazione, di Dio (Genesi 3:1-5).

4. Perché possiamo dire che Gesù trattò come santo il nome di Dio?

4 Gesù, invece, amava davvero il nome di Geova e fece di tutto per santificarlo (Giovanni 17:25, 26). Con quello che faceva e che diceva, Gesù dimostrò che le norme stabilite da Geova sono giuste e per il nostro bene. (Leggi Salmo 40:8-10.) Gesù rimase leale a Geova anche quando, per colpa di Satana, dovette soffrire e affrontare una morte dolorosa. Così dimostrò che un uomo perfetto ha la capacità di ubbidire a Geova in modo completo.

5. Cosa possiamo fare per trattare come santo il nome di Geova?

5 Come possiamo dimostrare di amare il nome di Geova? Con il nostro comportamento. Geova richiede che siamo santi. (Leggi 1 Pietro 1:15, 16.) Questo vuol dire che adoriamo solo lui e che gli ubbidiamo con tutto il cuore. E facciamo del nostro meglio per vivere seguendo le norme stabilite da Geova, anche quando veniamo perseguitati. Comportandoci così, diamo gloria al suo nome (Matteo 5:14-16). Dimostriamo inoltre che le leggi di Geova sono buone e giuste, e che Satana è un bugiardo. Visto che non siamo perfetti, facciamo degli sbagli. Ma, quando questo succede, ci pentiamo e facciamo tutto il possibile per smettere di fare cose che disonorano il nome di Geova (Salmo 79:9).

6. Perché Geova può considerarci giusti anche se siamo imperfetti?

6 Se abbiamo fede nel riscatto, Geova perdona i nostri peccati sia che facciamo parte degli unti o delle “altre pecore”. Geova accetta come suoi adoratori quelli che si dedicano a lui. Dichiara, o considera, giusti i cristiani unti come suoi figli e i componenti delle “altre pecore” come suoi amici (Giovanni 10:16; Romani 5:1, 2; Giacomo 2:21-25). Quindi, già da ora, il riscatto ci permette di avere una buona relazione con il nostro Padre e di santificare il suo nome.

“VENGA IL TUO REGNO”

7. Quali benedizioni possiamo ricevere grazie al riscatto?

7 Nella preghiera modello Gesù disse: “Venga il tuo regno”. Che relazione ha il riscatto con il Regno di Dio? Il Regno di Dio è un governo composto da Gesù e dai 144.000 scelti tra gli esseri umani. Il riscatto permette a queste persone di essere risuscitate in cielo (Rivelazione 5:9, 10; 14:1). Saranno re e sacerdoti, e dal cielo regneranno sulla terra con Gesù per mille anni. Durante quel periodo di  tempo Geova, tramite il Regno, trasformerà la terra in un paradiso e aiuterà tutti gli uomini a diventare perfetti. I servitori di Geova che sono in cielo e quelli che sono sulla terra alla fine diventeranno una sola famiglia (Rivelazione 5:13; 20:6). Gesù eliminerà Satana e tutti i problemi che ha causato (Genesi 3:15).

8. (a) In che modo Gesù aiutò i suoi discepoli a capire che il Regno di Dio è importante? (b) Come dimostriamo oggi di sostenere il Regno?

8 Gesù aiutò i suoi discepoli a capire che il Regno di Dio è importante. In che modo? Subito dopo il suo battesimo, Gesù iniziò a predicare “la buona notizia del regno di Dio” ovunque andasse (Luca 4:43). Comandò anche ai discepoli di essere suoi testimoni “fino alla più distante parte della terra” (Atti 1:6-8). Oggi, grazie all’opera di predicazione del Regno, le persone hanno la possibilità di imparare la verità sul riscatto e di diventare sudditi del Regno di Dio. Aiutando gli unti a predicare la buona notizia in tutto il mondo, dimostriamo di essere leali sudditi del Regno (Matteo 24:14; 25:40).

“SI COMPIA LA TUA VOLONTÀ”

9. Perché possiamo essere sicuri che il proposito di Geova per gli uomini si avvererà?

9 Gesù poi aggiunse: “Si compia la tua volontà”. Cosa voleva dire? Quando Geova dice che una cosa succederà, allora succederà di sicuro (Isaia 55:11). La ribellione di Satana non può impedire a Geova di fare quello che vuole. Ma qual era la volontà di Geova per la terra? Voleva che fosse abitata dai figli perfetti di Adamo ed Eva (Genesi 1:28). Il proposito di Dio di riempire in questo modo la terra non si sarebbe realizzato se Adamo ed Eva fossero morti senza avere figli. Perciò Geova permise ad Adamo ed Eva di avere figli. Così, grazie al riscatto, tutti quelli che dimostrano di avere fede potranno diventare perfetti e vivere per sempre. Geova ci ama e vuole farci avere quella vita meravigliosa che aveva in mente per noi fin dall’inizio.

10. Quali benefìci avranno, grazie al riscatto, le persone che sono morte?

10 Che dire dei miliardi di persone che sono morte senza aver potuto conoscere Geova? Geova desidera che le persone vivano, perciò riporterà in vita i morti. Grazie al riscatto, questi torneranno in vita e avranno la possibilità di imparare la verità su Geova e di vivere per sempre (Atti 24:15). Geova è la Fonte della vita. Quando dà di nuovo la vita a quelli che sono morti, diventa loro Padre (Salmo 36:9). Nella preghiera modello Gesù si rivolse a Geova dicendo: “Padre nostro che sei nei cieli” (Matteo 6:9). Geova ha dato a Gesù un ruolo molto importante nel risuscitare i morti. Gesù disse: “Io sono la risurrezione e la vita” (Giovanni 6:40, 44; 11:25).

11. Qual è la volontà di Dio per la “grande folla”?

11 Gesù disse anche: “Chiunque fa la volontà di Dio mi è fratello e sorella e madre” (Marco 3:35). La volontà di Dio è che persone di ogni nazione, tribù e lingua diventino suoi adoratori. Nella Bibbia queste persone vengono descritte come “una grande folla, che nessun uomo poteva numerare”. Hanno fede nel riscatto e vogliono ubbidire a Dio. Infatti lo lodano e dicono: “La salvezza la dobbiamo  al nostro Dio, che siede sul trono, e all’Agnello” (Rivelazione 7:9, 10).

12. Dalla preghiera di Gesù, cosa capiamo sul proposito di Geova per gli esseri umani?

12 La preghiera modello di Gesù ci ha insegnato molto su Geova e sul suo proposito per gli esseri umani. Primo, dobbiamo fare tutto il possibile per onorare Geova e santificare il suo nome (Isaia 8:13). Il sacrificio di riscatto di Gesù ci permette di avere la salvezza, ma dà anche onore al nome di Dio. Infatti, il nome stesso di Gesù significa “Geova è salvezza”. Secondo, Geova userà il suo Regno per far avere agli uomini ubbidienti tutti i benefìci del riscatto. Terzo, siamo sicuri che niente potrà impedire a Geova di adempiere la sua volontà (Salmo 135:6; Isaia 46:9, 10).

DIMOSTRIAMO DI ESSERE GRATI PER IL RISCATTO

13. Perché ci battezziamo?

13 Come possiamo dimostrare di essere grati per il riscatto? Un modo in cui lo facciamo è dedicando la nostra vita a Geova e battezzandoci. Così dimostriamo che abbiamo fede nel riscatto e che “apparteniamo a Geova” (Romani 14:8). Quando ci battezziamo chiediamo a Geova di darci “una buona coscienza” (1 Pietro 3:21). Lui risponde applicando a noi i benefìci del riscatto. E siamo assolutamente certi che ci darà tutto quello che ha promesso (Romani 8:32).

Come dimostriamo di essere grati per il riscatto? (Vedi i paragrafi 13 e 14)

14. Perché Geova ci dà il comando di amare gli altri?

14 Tutto quello che Geova fa è motivato dall’amore, e lui vuole che i suoi adoratori lo imitino e si amino l’un l’altro (1 Giovanni 4:8-11). Se amiamo gli altri, dimostriamo chiaramente di voler essere ‘figli del Padre nostro che è nei cieli’ (Matteo 5:43-48). I comandamenti più grandi sono due: primo, amare Geova e, secondo, amare gli altri (Matteo 22:37-40). Qual è un modo per dimostrare di amare gli altri? Insegnare loro la buona notizia del Regno di Dio. Se ubbidiamo al comando di Geova di amare gli altri, specialmente i nostri fratelli, il nostro amore per lui sarà “reso perfetto” (1 Giovanni 4:12, 20).

 GEOVA CI BENEDICE GRAZIE AL RISCATTO

15. (a) Come ci benedice Geova già ora? (b) Come ci benedirà in futuro?

15 Geova può perdonare i nostri peccati in modo completo. Lui stesso ci assicura che, quando dimostriamo di avere fede nel riscatto, i nostri peccati vengono “cancellati”. (Leggi Atti 3:19-21.) Come abbiamo già visto, grazie al riscatto, Geova adotta alcuni esseri umani per farli diventare suoi figli in cielo. Questi sono gli unti (Romani 8:15-17). Geova invita altri esseri umani a far parte della sua famiglia sulla terra. Questi sono i componenti delle “altre pecore” che, dopo essere diventati perfetti, affronteranno una prova finale. Se rimarranno leali, Geova adotterà anche loro come suoi figli (Romani 8:20, 21; Rivelazione 20:7-9). Lui amerà sempre tutti i suoi figli. Continueremo a ricevere i benefìci del riscatto per l’eternità (Ebrei 9:12). Geova ci ha fatto un regalo davvero prezioso che nessuno potrà toglierci.

16. In che senso il riscatto ci libera?

16 Se ci pentiamo dei nostri peccati, il Diavolo non potrà mai impedirci alla fine di far parte della famiglia di Geova. Gesù morì “una volta per sempre”. Il riscatto quindi è stato pagato in modo definitivo (Ebrei 9:24-26). Per colpa di Adamo moriamo, ma grazie al sacrificio di Gesù avremo la vita eterna. Il riscatto può liberarci dal mondo di Satana e dalla paura della morte (Ebrei 2:14, 15).

17. Cosa significa per te l’amore di Geova?

17 Le promesse di Dio si avvereranno sempre. Le leggi che Geova ha stabilito per la creazione non cambiano mai, e neanche lui cambierà né ci deluderà mai (Malachia 3:6). Geova ci dà molto più del dono della vita: ci dà il suo amore. La Bibbia infatti dice: “Noi stessi abbiamo conosciuto e abbiamo creduto all’amore che Dio ha nel nostro caso. Dio è amore” (1 Giovanni 4:16). Presto la terra diventerà un bellissimo paradiso, e tutti i suoi abitanti imiteranno Geova e si ameranno. Allora tutti i suoi servitori, in cielo e sulla terra, diranno: “La benedizione e la gloria e la sapienza e il rendimento di grazie e l’onore e la potenza e la forza siano al nostro Dio per i secoli dei secoli. Amen” (Rivelazione 7:12).