Vai direttamente al contenuto

Vai direttamente al menu secondario

Vai direttamente al sommario

Testimoni di Geova

Italiano

La Torre di Guardia (edizione per lo studio, facile lettura)  |  aprile 2016

Perché dovremmo riunirci per adorare Dio?

Perché dovremmo riunirci per adorare Dio?

Consideriamoci a vicenda non abbandonando la nostra comune adunanza (EBREI 10:24, 25)

CANTICI: 20, 119

1-3. (a) In che modo i cristiani hanno dimostrato che le adunanze sono importanti? (Vedi l’immagine iniziale.) (b) Cosa considereremo in questo articolo?

QUANDO Corinna aveva 17 anni, sua madre fu arrestata e mandata molto lontano, in un campo di lavoro. Poi anche Corinna fu portata a migliaia di chilometri da casa. Fu mandata in Siberia a lavorare in una fattoria, dove veniva trattata come una schiava. A volte veniva obbligata a lavorare all’aperto, anche se non aveva vestiti abbastanza pesanti per sopportare il gran freddo. Eppure Corinna e un’altra sorella presero la decisione di allontanarsi dalla fattoria per andare a un’adunanza.

2 Corinna dice: “In serata ci allontanammo dalla zona in cui lavoravamo e camminammo fino alla stazione ferroviaria distante circa 25 chilometri. Il treno partì alle due del mattino e viaggiammo per sei ore prima di scendere e rimetterci in cammino per altri 10 chilometri”. Corinna fu felicissima di aver fatto quel viaggio. Infatti racconta: “All’adunanza  studiammo La Torre di Guardia e cantammo cantici del Regno. Fu davvero un’esperienza edificante e rafforzante”. Le due sorelle tornarono alla fattoria solo tre giorni dopo. Ma il responsabile della fattoria non si era nemmeno accorto che erano state via.

3 I servitori di Geova sono sempre stati felici di radunarsi insieme. Ad esempio i primi cristiani erano ansiosi di radunarsi per adorare Geova e conoscerlo meglio (Atti 2:42). Sicuramente anche a te piace andare alle adunanze. Ma, come succede a tutti i fratelli e le sorelle, a volte forse fai fatica ad andarci. Magari devi lavorare tante ore, o hai molte cose da fare e ti senti sempre stanco. Cosa ti aiuterà a migliorare sotto questo aspetto? [1] (Vedi la nota.) Come puoi incoraggiare altri e chi studia la Bibbia con te ad andare regolarmente alle adunanze? Questo articolo spiegherà perché se andiamo alle adunanze (1) facciamo del bene a noi stessi, (2) aiutiamo altri, e (3) rendiamo felice Geova. [2] (Vedi la nota.)

LE ADUNANZE FANNO BENE A NOI

4. In che modo le adunanze ci aiutano a conoscere meglio Geova?

4 Le adunanze ci istruiscono. Ogni adunanza ci aiuta a conoscere meglio Geova. Ad esempio, da poco, allo studio biblico di congregazione, abbiamo studiato il libro Accostiamoci a Geova. Durante lo studio abbiamo parlato delle qualità di Geova. E grazie ai commenti dei fratelli abbiamo capito quali sono i loro sentimenti per lui. Che effetto ha avuto questo su di te? Sicuramente ora ami ancora di più Geova. Inoltre alle adunanze impariamo a conoscerlo sempre meglio tramite la Bibbia. Come? Seguendo con attenzione i discorsi, le dimostrazioni e le letture bibliche (Neemia 8:8). Pensiamo a quante cose scopriamo dalla lettura biblica ogni settimana quando ci prepariamo e ascoltiamo i commenti degli altri.

5. In che modo le adunanze vi hanno aiutato a mettere in pratica quello che avete imparato dalla Bibbia e a migliorare il vostro modo di predicare?

5 Le adunanze ci insegnano a mettere in pratica nella vita quello che impariamo dalla Bibbia (1 Tessalonicesi 4:9, 10). Ad esempio, hai mai assistito a uno studio Torre di Guardia che ti ha spinto a fare di più nel servizio a Geova? o forse a migliorare le tue preghiere? o a perdonare un fratello o una sorella? L’adunanza infrasettimanale ci insegna a predicare la buona notizia e ad aiutare altri a capire le verità della Bibbia (Matteo 28:19, 20).

6. In che modo le adunanze ci incoraggiano e ci aiutano a mantenerci forti?

6 Le adunanze ci incoraggiano. Il mondo di Satana cerca di indebolire la nostra fede e può farci sentire stressati e scoraggiati. Ma le adunanze ci incoraggiano e ci danno la forza che ci serve per  continuare a servire Geova. (Leggi Atti 15:30-32.) Spesso alle adunanze parliamo delle profezie della Bibbia e di come si sono avverate. Questo rafforza la nostra fiducia che anche le promesse di Geova per il futuro si avvereranno. I nostri fratelli e sorelle ci incoraggiano non solo facendo discorsi, ma anche commentando e cantando lodi a Geova con tutto il cuore (1 Corinti 14:26). Anche parlare con i fratelli prima e dopo le adunanze ci incoraggia, perché capiamo di avere tanti amici che si interessano davvero di noi (1 Corinti 16:17, 18).

Le adunanze ci incoraggiano e ci danno la forza che ci serve per continuare a servire Geova

7. Perché è così importante assistere alle adunanze?

7 Alle adunanze riceviamo l’aiuto dello spirito santo di Dio. Gesù usa lo spirito santo per guidare le congregazioni. Infatti ci dice che dovremmo ascoltare “ciò che lo spirito dice alle congregazioni” (Rivelazione 2:7). Lo spirito santo può aiutarci a resistere alle tentazioni e a predicare con coraggio. E può aiutarci anche a prendere buone decisioni. Quindi dobbiamo fare tutto il possibile per essere presenti alle adunanze e così ricevere l’aiuto dello spirito santo di Dio.

ALLE ADUNANZE AIUTIAMO GLI ALTRI

8. In che senso aiutiamo i nostri compagni di fede essendo presenti alle adunanze, commentando e cantando i cantici? (Vedi anche il riquadro “ Le adunanze lo fanno sentire meglio”.)

8 Alle adunanze abbiamo l’opportunità di dimostrare ai fratelli e alle sorelle che li amiamo. Forse anche nella nostra congregazione alcuni stanno sopportando gravi problemi. L’apostolo Paolo scrisse: “Consideriamoci a vicenda”. La parola “consideriamoci” significa che dobbiamo interessarci gli uni degli altri (Ebrei 10:24, 25). Possiamo dimostrare di interessarci dei fratelli andando alle adunanze con l’obiettivo di incoraggiarli. Andando alle adunanze dimostriamo ai fratelli che vogliamo stare con loro, parlare con loro e che ci interessiamo di come stanno. Un altro modo in cui li incoraggiamo è commentando e cantando con tutto il cuore (Colossesi 3:16).

9, 10. (a) Spiegate perché le parole di Gesù riportate in Giovanni 10:16 ci aiutano a capire perché è importante riunirsi con i fratelli. (b) Frequentando regolarmente le adunanze, come possiamo aiutare chi è stato respinto dalla propria famiglia?

 9 Quando andiamo alle adunanze, aiutiamo la congregazione a rimanere unita. (Leggi Giovanni 10:16.) Gesù paragonò sé stesso a un pastore e i suoi discepoli a un gregge di pecore. Immagina di vedere due pecore su una collina, due a valle e una da sola da qualche altra parte. Si può dire che queste cinque pecore siano un gregge? No. Le pecore diventano un gregge solo se stanno insieme e seguono il pastore. Allo stesso modo, dobbiamo evitare di stare lontano dai fratelli saltando le adunanze. Dobbiamo stare insieme, come “un solo gregge”, e seguire “un solo pastore”.

10 Le adunanze ci aiutano a rimanere uniti come una bella famiglia (Salmo 133:1). Alcuni fratelli della congregazione sono stati respinti dai loro parenti più stretti, forse dai loro genitori, fratelli o sorelle. Ma Gesù promise di dar loro una famiglia che li avrebbe amati e aiutati (Marco 10:29, 30). Se vai regolarmente alle adunanze, potresti diventare un padre, una madre, un fratello o una sorella per qualcuno nella tua congregazione. Pensare a questo ci spingerà a impegnarci al massimo per andare a tutte le adunanze.

RENDIAMO FELICE GEOVA

11. In che modo assistere alle adunanze ci aiuta a dare a Geova ciò che merita?

11 Alle adunanze diamo a Geova quello che merita. Geova è il nostro Creatore e quindi dovremmo ringraziarlo,  onorarlo e lodarlo. (Leggi Rivelazione 7:12.) Alle adunanze infatti preghiamo Geova, lo lodiamo con il canto e parliamo di lui. Che bella opportunità abbiamo ogni settimana di adorare Geova!

Geova nota che vogliamo veramente andare alle adunanze e apprezza tutti gli sforzi che facciamo per essere presenti

12. Come si sente Geova quando ubbidiamo al suo comando di andare alle adunanze?

12 Visto che Geova ci ha creato, dovremmo ubbidirgli. Ci ha comandato di continuare a riunirci, soprattutto adesso che siamo molto vicini alla fine. Perciò se ubbidiamo a questo comando, rendiamo felice Geova (1 Giovanni 3:22). Lui nota che vogliamo veramente andare alle adunanze e apprezza tutti gli sforzi che facciamo per essere presenti (Ebrei 6:10).

13, 14. In che senso alle adunanze ci avviciniamo a Geova e a Gesù?

13 Quando andiamo alle adunanze dimostriamo a Geova che vogliamo avvicinarci a lui e a suo Figlio. Alle adunanze studiamo la Bibbia e impariamo da Geova come dovremmo comportarci e come dovremmo vivere (Isaia 30:20, 21). Anche alcuni che non servono Geova, quando vengono alle adunanze, si accorgono che è lui a guidarci (1 Corinti 14:23-25). Geova guida le adunanze con il suo spirito santo, e tutto quello che impariamo lì viene da lui. Perciò quando andiamo alle adunanze ascoltiamo quello che Geova ha da dirci, sentiamo tutto il suo amore e ci avviciniamo a lui.

14 Gesù è il Capo della congregazione. In un’occasione disse: “Dove due o tre persone sono radunate nel mio nome, io sono là in mezzo a loro” (Matteo 18:20). Inoltre la Bibbia dice che Gesù “cammina in mezzo” alle congregazioni, cioè è vicino alle congregazioni e le dirige (Rivelazione 1:20–2:1). È chiaro quindi che alle adunanze Geova e Gesù sono con noi e ci rafforzano. Secondo te, come si sente Geova quando vede che ti stai impegnando al massimo per avvicinarti a lui e a suo Figlio?

15. Perché quando andiamo alle adunanze dimostriamo a Dio che gli vogliamo ubbidire?

15 Quando andiamo alle adunanze dimostriamo a Geova che vogliamo ubbidirgli. Geova non ci obbliga a fare quello che dice lui (Isaia 43:23). Perciò quando scegliamo di ubbidire al comando di assistere alle adunanze, dimostriamo che lo amiamo e che siamo convinti che ha il diritto di dirci cosa fare (Romani 6:17). Pensa ad esempio a cosa faresti nelle seguenti situazioni. Al lavoro il tuo capo ti chiede di lavorare così tanto che non riesci ad andare regolarmente alle adunanze. Oppure le autorità dicono che se qualcuno si riunisce per adorare Geova dovrà pagare una multa, sarà messo in prigione o subirà conseguenze ancora peggiori. O a volte invece di andare alle adunanze ti piacerebbe fare qualcosa  di diverso. In ognuna di queste situazioni siamo noi a dover decidere cosa fare (Atti 5:29). Ma ricorda che ogni volta che scegli di ubbidire a Geova, lo rendi felice (Proverbi 27:11).

CONTINUIAMO A RADUNARCI CON I FRATELLI

16, 17. (a) Come sappiamo che per i cristiani del primo secolo le adunanze erano molto importanti? (b) Quali sentimenti provava il fratello George Gangas per le adunanze?

16 Dopo l’adunanza che tennero alla Pentecoste del 33, i cristiani continuarono a radunarsi regolarmente per adorare Geova. La Bibbia dice che “continuavano a dedicarsi all’insegnamento degli apostoli e a partecipare l’uno con l’altro”, cioè a radunarsi insieme (Atti 2:42). E non smisero di farlo nemmeno quando furono perseguitati dal governo romano e dai capi religiosi ebrei. Anche se non era facile, fecero tutto il possibile per continuare a radunarsi.

17 Anche oggi i servitori di Geova apprezzano molto le adunanze e sono felici di andarci. George Gangas, che è stato membro del Corpo Direttivo per più di 22 anni, disse: “Per me, radunarmi coi fratelli è uno dei più grandi piaceri della vita e fonte di incoraggiamento. Amo essere alla Sala del Regno fra i primi, e uscire fra gli ultimi, se possibile. Provo un’intima gioia quando parlo col popolo di Dio. Quando sono fra loro mi sento a casa con la mia famiglia, in un paradiso spirituale”. E poi aggiunse: “Il mio più intimo pensiero e desiderio è di assistere alle adunanze”.

18. Quali sentimenti proviamo per le adunanze, e cosa siamo determinati a fare?

18 Consideri anche tu le adunanze in questo modo? Allora continua a fare tutto il possibile per stare insieme ai fratelli alle adunanze, anche quando è molto difficile farlo. Dimostra a Geova che provi gli stessi sentimenti del re Davide, che disse: “Geova, ho amato la dimora della tua casa” (Salmo 26:8).

^ [1] (paragrafo 3) Alcuni fratelli e sorelle non riescono ad andare regolarmente alle adunanze per motivi che non dipendono da loro. Ad esempio perché sono gravemente malati. Ma possono essere sicuri di una cosa: Geova capisce la loro situazione e apprezza molto tutto quello che fanno per adorarlo. Gli anziani possono aiutare questi fratelli a seguire lo stesso le adunanze tramite il telefono o delle registrazioni.

^ [2] (paragrafo 3) Vedi il riquadro “ Motivi per essere presenti alle adunanze”.